.

.

.

.

....

....

POTENDO SCEGLIERE , PREFERIRESTE :

NEI FILM , LA NUDITÁ È UM ELEMENTO IMPORTANTE ?

mercoledì 30 marzo 2016

SULLA BILANCIA DELL'AMORE ...










Il calore , emanato dal Cuore generoso e sincero , si propaga piú rapidamente di incendi alimentati da egoismo e cattiveria .
Non é fiamma che incenerisce tutto al suo passaggio , ma vibrazione energetica , fortificante e stabilizzante per chi ne entra in contatto .
Constatiamo come , se osservata a distanza , la componente malefica non alteri minimamente i meccanismi che producono equilibrio universale .
Anche se non sempre si riesce a sconfiggerla del tutto , spesso viene circoscritta , finendo per nuocere principalmente a sé stessa .
Sappiamo che produce molti disagi ed affligge molte persone sulla Terra , ma , al pari d'una pianta che stenta ad attecchire sulla pietra , é in grado d'influenzare soltanto chi ne favorisce la propagazione .
Cerchiamo allora di non minimizzarne la portata , attribuendo ad una logica perversa il significato d'ogni esistenza umana .
Ad un grammo di male , sulla bilancia dell'Amore equivale un sacco pieno di bontá ed altruismo .
Non é digrignando i denti con sfacciata aggressivitá , che ci si sistema in un posto di preminenza .
Sfoggiando malvagitá , si crea un inferno , dentro il quale si soggiorna in totale solitudine .
Se - invece - si é disposti ad accogliere moltitudini di clandestini , senza richieder loro alcun pagamento , si popola il proprio mondo di buone compagnie , e si verrá prontamente soccorsi nel momento del bisogno .
Consideriamo i risultati dell'esercizio di cattivi propositi , in un contesto che esuli dal mero interesse materiale : non si produce null'altro che disagi e risentimenti che , inevitabilmente , si ritorcono contro chi li ha innescati .
Costruire un palazzo luccicante , adagiandolo su fondamenta tanto instabili , é renderlo pericolante , prima ancora di poterci abitare dentro .
Ma chi vive in una capanna di giunchi , raccolti nella palude e sistemati in modo che riparino appena dal riverbero del sole , dorme sonni tranquilli , é rispettato da tutti e gode d'ottima salute , perché asseconda l'impulso d'Amore che gli satura il Cuore .

                                                                                          Messaggio psicografato del 25 Febbraio .






lunedì 28 marzo 2016

L'ACQUA É FUOCO !










Sulla Terra , l'acqua appaga le fiamme , in un apparente combattimento tra estremi opposti .
In realtá , tutto é fuoco , energia primaria creatrice dell'Universo .
Ma , la sensibilitá umana non permette analisi approfondite , e , cosí , si crede ch'esistano forze contrastanti , di natura differente .
Eppure acqua e fuoco condividono la stessa origine , contengono gli stessi elementi , sono manifestazioni della stessa materia , ch'é dotata di grande potere vibratorio .
Nel cosmo ardono incendi eterni .
Invece , sulla crosta del pianeta azzurro , la combustione raramente s'afferma .
Genera , in continuazione , un prodotto condensatorio , che costituisce mari , fiumi ed anche minimi residui d'umiditá .
Ma non si creda che l'acqua sia un'alternativa al fuoco , dal quale differisca sostanzialmente .
È una forma che l'occhio umano percepisce come gradevole e poco ostile , senza comprendere che possiede la medesima energía che pervade il Tutto .
Non riconoscere che due facce fanno parte d'una sola moneta , é come tentare di distillare i raggi di sole , o voler separare elementi indissolubili .
Si sa che , lassú , sono pochissimi gli ambienti dove si constata presenza d'acqua .
Corrispondono sempre a residenze d'entitá molto primitive , il cui grado d'evoluzione ancora non permette di proliferare in maniera eminentemente spirituale .
Dove si dipende da fenomeni biologici di natura elementare , minima é la resistenza alle temperature del fuoco eterno .
Ma si dovrebbe , almeno , riconoscere la transitorietá di tale condizione , ed accogliere l'energia del creatore in tutte le forme che assume , senza favorirne qualcuna in particolare .
L'acqua disseta la gola umana , ma , nell'anima , é il fuoco proveniente da lontano , che assicura la vita e la proietta all'infinito .

                                                                                           Messaggio psicografato el 15 Marzo .





sabato 26 marzo 2016

PER RIMANERE ALL'ASCIUTTO ...








Per mettersi in salvo dall'inondazione , non conviene rimanere in cantina .
È imperativo sistemarsi ad un livello che si mantenga all'asciutto .
Quindi , utilizzando i gradini delle scale , si cerca di salire piú rapidamente che le acque turbinose .
Conviene abbandonare ogni peso superfluo , che possa ostacolare .
Se le si hanno a disposizione , si ricorre a scarpe comode e leggere , che facilitino il passo ..
Altrimenti , é a piedi scalzi che ci s'avventura .
È importante capire che si deve muoversi , anche quando la situazione non pare drammatica e sembra che si possa rimandare l'ascesa .
Qualsiasi fattore evolutivo si mantiene efficace , indipendentemente da quando ci si decida ad applicarlo .
Ma , trascurandone a lungo l'importanza , si provocano complicazioni , spesso molto sconvenienti .
Perció , s'abbandonino in cantina tutti gl'oggetti inutili e polverosi , e ci s'incammini , subito , su per le scale , nudi come s'é nati .
Invece di rimpiangere quanto si lascia dietro , s'apprezzi la libertá di movimento , concessa dall'assenza di bagaglio .
Vivere costituisce essenzialmente un movimento ascensionale , ch'acquista grande valore , se permette d'allontanarsi dalla paura del pericolo .
Non si commetta - peró - l'errore di credersi capaci di saltare gradini , o evitare d'appoggiarsi al corrimano .

                                                                                Messaggio psicografato il giorno 9 di Marzo .





giovedì 24 marzo 2016

ABBANDONIAMO OGNI PAURA ...










Tranquillo e levigato , o fortemente agitato , l'oceano non teme mai l'uragano che s'approssima .
Conoscendone il potere depurativo , l'accoglie condiscendente .
S'offre alla violenza che rinnova , per poter ospitare meglio la vita subacquea .
Ma , il navigante che non riesca a metabolizzare saggiamente le difficoltá , diviene facile preda della paura e , cosí , si predispone al naufragio .
È importante capire che ogni perturbazione é salutare , dato che innesca cambiamento , ed invita ad approfondire la conoscenza di sé stessi .
S'é vero che , al di fuori dell'atmosfera , regna la calma dei venti , sulla Terra spesso soffia una forza apparentemente devastante .
Chi se ne espone a viso aperto , commette grave imprudenza , ma , se ne assecondasse il flusso , troverebbe un riparo ad attenderlo .
Impariamo a riconoscere i benefici ch'accompagnano quelli che ci sembrano tumulti esistenziali , e dei quali , solitamente , aborriamo l'impatto .
Analizzandone la portata , dovrebbe tranquillizzarci constatare che non possono raggiungerci intimamente , né alterare le convinzioni che custodiamo nel Cuore .
Sono - invece - fattori molto utili , perché , quando s'abbattono su di noi , scuotono il mantello che ci ricopre le spalle ricurve , ed asportano gran parte delle pretese e finzioni che l'appesantiscono .
A meno che la paura non ci porti a rotolarci nel terreno , fino a nascondere la testa in una tana , cosí minuta , che neppure un coniglio sceglierebbe per rifugio .

                                                                                    Messaggio spirituale ricevuto il 14 Febbraio .






mercoledì 23 marzo 2016

ASSENZA DI LUCE ...










Al pari dei nutrienti organici , dei minerali e dell'acqua che li veicola , la Luce costituisce elemento irrinunciabile per ottenere il benessere di qualsiasi giardino .
Senza il suo intervento , nessuna pianta é in grado di crescere , non ci sarebbero né fiori né frutti .
Anche nella coltivazione dell'anima , la Luce riveste un ruolo preponderante .
Non bastano al progresso spirituale informazioni accurate , interpretazioni corrette e motivazioni integerrime .
Affinché si creino condizioni che permettano lo svolgimento dei propri compiti , non si puó prescindere da quella Luce che mantiene attivo ogni processo universale .
Fondamentale é - quindi - partire alla sua ricerca e mostrarsi in maniera tale da venirne inondati .
Di certo , non é sufficiente attenderne passivamente l'arrivo .
Come pianta che dispone le sue foglie , per esporne l'intera superficie ai raggi cosmici , l'uomo saggio non deve nascondersi dietro il paravento offerto da ipocrisia e comoditá .
Al contrario , si spogli ed offra al mondo lo spettacolo della sua presenza scomoda ed ingombrante , pur d'affermare i principi che lo animano .
La conquista della Luce avviene faticosamente sulla Terra .
Spesso , si rivela un processo molto doloroso e controverso , che mette a dura prova chi lo intraprende .
Ma , astenersene equivale alla cecitá totale , all'abbandono d'ogni speranza di miglioramento .
Per chi rimane al buio , é impossibile riconoscere sé stesso ,
E nessuno mai verrá ad aiutare a risollevarsi chi non si lascia vedere .

                                                                                            Messaggio spirituale del 7 Marzo .






martedì 22 marzo 2016

IL VENTO NELL'ANIMA








Il vento che soffia nell'anima ne testimonia la grande vitalitá .
Non devasta come gli uragani che spazzano la superficie terrestre , mentre percorrono violentemente l'atmosfera .
Al contrario , é sorgente d'energia benéfica , al pari delle nuvole nere che ne accompagnano il flusso .
Quando lo si sente ululare , invece d'impaurirsi ed aggrapparsi ad ormai vetuste impalcature , ci si lasci percorrere dalla sua forza , fiduciosi ed accondiscendenti .
Se ne apprezzi l'intervento , sapendo che , una minaccia , non puó originarsi dai valori piú preziosi che custodiamo .
In realtá , é inerente alla condizione spirituale la presenza di vibrazioni cosmiche , che corrono mille volte piú veloci , della piú rapida delle movimentazioni eóliche .
Quando ne sappiamo sfruttare la dinamica , il vento dell'anima costituisce strumento di grande progresso .
Permette di sbarazzarsi di molte impurezze , innescando rivoluzioni esistenziali di perpetua importanza .
È proprio agitando l'anima , che il processo di rinnovamento si mantiene attivo ed efficiente .
Non si consideri - quindi - aggressivo ed ostile , il vento che ci scuote il piú profondo dell'essere , ma lo s'accolga come un liberatore , amico sincero che si ripropone d'aiutarci .
Infatti , é rifuggendo dali effetti d'una perniciosa staticitá , che s'aprono infinite opzioni di miglioramento , precluse a chi non si lascia entrare nulla nell'anima , ma si preoccupa soltanto d'ingabbiarla in un baule a prova di vento .

                                                                            Messaggio psicografato del 23 Febbraio .




domenica 20 marzo 2016

POSSIAMO BRILLARE PIÚ DELLE STELLE ...









Ottiene aiuto dalle stelle chi crede che siano presenze amiche , alle quali ci si rivolge per ampliare l'orizzonte e riempire il Cuore di bontá .
Molto utili si rivelano le comunicazioni cosmiche , che giungono da astri , ai quali l'uomo non puó ancora accedere fisicamente .
Non s'ignori che , in nessuna galassia , soggiornano entitá incapaci d'amare , e che sia sconsigliabile contattare .
Tutta l'energia che percorre il cosmo viene emanata in flussi progressivi , anche se non sempre n'é evidente la finalitá .
Di conseguenza , non esistono luoghi preclusi ad apporti benefici di natura spirituale , che possano repellere alcuna ondata di forze vaganti , non originate dal loro suolo .
Come in altre localitá siderali , invisibili all'occhio umano , miliardi di compagníe intenzionate a soccorrere ed indirizzare , svolgono sulla Terra una preziosa missione .
Teniamo conto del loro influsso positivo , invece di ricercare realtá remote , che possono rivelarsi estremamente inospitali ed ostili .
Il contesto che costituisce anche substrato propizio , é quello dove si ricevono istruzioni significative e pertinenti , e si confrontano problemi gravi , soffrendo pene molto acute .
Non é - quindi - sognando d'avventurarsi tra le stelle , che si creano le condizioni ideali alla crescita dell'anima .
È - invece - rimanendo con i piedi saldamente piantati nell'ambiente che testimonia ogni piccolo progresso , che c'é richiesto d'operare una trasformazione evolutiva .
Diamo un passo alla volta sulla strada della nostra crescita , perché , altrimenti , perderemmo la Luce che c'accompagna , e , del buio , non sapremmo come liberarci .

                                                                                               Consigli spirituali del 4 Marzo .








venerdì 18 marzo 2016

L'INDIVIDUALITÁ D'OGNI VITA









Non é allontanandosi dalla propria essenza che si puó sfuggire a difficili realtá .
Infatti , la ricerca d'un nascondiglio sicuro al di fuori di sé stessi , porta a seminare vacue illusioni ed a raccogliere atroci dolori .
Al contrario , mantenendosi vincolati saldamente allo spirito che ci anima , ogni problema trova rapida soluzione , e la tristezza é sempre di breve durata .
Proiettare , sulla parete della vita , immagini che non corrispondono ad esigenze interiori , é una finzione di cui , immancabilmente , si dovrá rendere conto .
Per quanto possa apparire artistico e geniale , il ruolo di chi non interpreta sé stesso , si riduce a poche scene , recitate sul palcoscenico scricchiolante d'un teatrino di provincia , di fronte ad un pubblico assonnato .
È , senza dubbio , un'esibizione patetica e poco convincente .
Chi - invece - affronta coscientemente le proprie limitazioni , ed accetta di palesarle senza travestimenti , s'assicura un futuro radioso .
Pur non potendo risparmiarsi sofferenze , le colloca nell'ambiente propizio , dove vengono trasformate in virtú , ch'arricchiscono il suo bagaglio morale .
Riesce , cosí , a salvaguardarsi l'identitá , componente fondamentale del grande meccanismo evolutivo , di cui tutti fanno parte .
Agisce in modo caratteristico , inconfondibile , pur attenendosi a principi di dominio universale , comuni ad ogni essere pensante .
Non si tema - quindi - d'indossare il vestito confezionato su misura affinché non possa essere scambiato con quello destinato a qualcun'altro .
Ogni vita , non é soltanto un mezzo di propagazione biologica o uno strumento generico , disponibile a tutti coloro che vogliano approfittarne .
È un ausilio insostituibile , che si riceve per ottenere finalitá specifiche di competenza estremamente personale .
Ricordiamocelo , soprattutto nei momenti in cui ci mostra il suo lato insopportabile .

                                                                                                 Messaggio spirituale ricevuto il 29 Febbraio .





mercoledì 16 marzo 2016

FIORI ESSICATI ...









Tra le pagine del libro della sua vita , ognuno conserva fiori raccolti un po' dovunque .
Li lascia lí ad essicare , dimenticandosi di tornare ad ammirarne la bellezza .
La pratería umana é punteggiata di meravigliose macchie colorate , ma raramente , chi la percorre , si sofferma ad osservarle .
Preferisce cavalcare fissando l'orizzonte irrangiungibile , ignorando , cosí , ogni occasione d'allegria .
Eppure il paesaggio é sublime , il clima mite , soffia un venticello benevolo , ed amene presenze viaggiano sempre al lato di chi ne apprezzi la compagnía .
Basta guardarsi attorno , per sconfiggere solitudine ed amarezza , ma , chi si rinchiude nella cella dell'egoismo , vede soltanto il buio , che finestre murate non possono illuminare .
Teme le pioggerelle di primavera che la vallata accoglie con sollievo , mentre si riveste d'un manto iridescente .
Di cemento non si nutrono i fiori , e , scoraggiandone la crescita , ci s'inaridisce il Cuore , rischiando di morire di sete .
Si deve , invece , uscire a capo scoperto anche in giorni tempestosi , evitando di ripararsi , ed accettando che , ogni goccia di pioggia , é un prezioso dono inviato da molto lontano .
La Natura premia sempre chi si sforza e non si risparmia ; attribuisce valore alle mancanze umana , quando s'originano dal contatto con difficoltá e disgrazie .
È molto meno clemente nei confronti di chi pratica isolamento inerte ed improduttivo .
Ammira i fiori chi , nel suo giardino , li coltiva con Amore .
Chi soltanto li nasconde tra le pagine d'un libro , se ne priva , trattandoli come vestigia inanimate , piú insulse di soprammobili di plastica !

                                                                              Consigli spirituali ricevuti il 27 di Febbraio .





lunedì 14 marzo 2016

LA DIREZIONE DEL CUORE ...









Ai viandanti terrestri non vengono fornite indicazioni stradali .
Dato che ognuno affronta una prova differente , determinata dalle esigenze spirituali che gli compete estrinsecare , su nessuna mappa é tracciato l'itinerario da seguire .
Ma , anche quando si provano sensazioni di confusione e sconforto , caratteristiche d'un viaggio alla cieca , si sappia ch'esistono strumenti idonei a garantire passi sicuri verso la meta .
Abbiamo in dotazione un paio di stivali , piú o meno robusti a seconda della natura del terreno sul quale camminiamo .
Non conviene - peró - deambulare a lungo senza conoscere la direzione da prendere .
Si ricorra - quindi - ad un mezzo infallibile , ch'impedisce di ritornare continuamente al punto-di-partenza .
Ognuno custodisce nel proprio Cuore la Bussola indispensabile per procedere senza contrattempi e deviazioni .
Si prenda atto che l'Amore si rivela sempre la strada piú sicura , per quanto disagevole e contorta possa , a volte , apparirci .
Se ne seguano pertanto le preziose indicazioni , evitando di farsi fuorviare da fallaci segnaletiche , disposte per confonderci , ed allontanarci pericolosamente da noi stessi .
Mantenendo totale concentrazione sull'ausilio offerto dai buoni propositi , di cui rigurgita il Cuore generoso , é impossibile imboccare cammini che portino a cadere in un burrone .
Se ne tenga conto in ogn'istante di ogni vita .

                                                                                       Messaggio spirituale ricevuto il giorno 11 di Marzo .





sabato 12 marzo 2016

LE LACRIME DEL PIANETA AZZURRO ...








Tutte le lacrime degli astri che soffrono , dopo aver viaggiato nell'immensitá del cosmo , raggiungono ed invadono le nostre case .
Impariamo a riconoscerne la presenza , invece d'attribuire a patologíe mentali la causa della tristezza che spesso proviamo .
Sapendo che , dolori e desolazioni , non albergano soltanto sulla Terra , risulta meno ostica l'esistenza quotidiana , e si possono innescare meccanismi d'Amore universale .
Indubbiamente - peró - é il pianto del Pianeta Azzurro che piú ci deve preoccupare .
Se non ne mitighiamo la profusione , presto ne saremo inondati in maniera estremamente drammatica ed irreparabile .
Tutte le cittá costiere verranno inghiottite da onde gigantesche , ma sgorgheranno anche fontane e cascate , cosí violente d'annegare chi cerchi rifugio sulle montagne .
Conviene pensare adesso a come impedire tale cataclisma , ammettendo , onestamente , che , da lungo tempo , stiamo infliggendo alla Terra torture molto crudeli e perniciose .
Se avessimo rispettato l'ambiente che ci nutre e protegge , non ne avremmo sottratto equilibrio ed armonía , mutandogli l'umore .
Rimandando - oggi - l'esercizio della bontá , si corre il rischio che - domani - i singhiozzi terrestri siano cosí convulsi ed ubiquitari , da risultare inconsolabili .
Si ricordi che , l'offesa , finisce sempre per annientare chi la perpetra , non chi la subisce e soffre pazientemente .

                                                                             Messaggio psicografato del 17 Febbraio .





giovedì 10 marzo 2016

TRENTA MILIARDI .








Mentre il turbinío delle molecole pervade l'ambiente terrestre , trenta miliardi di anime ne accompagnano il perenne rinnovamento .
Moltissime di loro si celano accanto a quelle che non possono nascondersi .
È cosí che si stabilisce sinergía tra gli esseri di carne , e quelli che non si rassegnano alla deperibilitá dei corpi , di cui si sono ormai svestiti .
Tale tipo di relazionamento diviene un problema grave , se vissuto smodatamente ed in ottica distorta .
Ma di rado , chi diventa oggetto d'influssi deteriori , é responsabile delle loro conseguenze .
Quasi tutti coloro che agiscono sotto l'impulso di forze estranee , sono vittime inconsapevoli , veicoli pilotati a distanza , manovrati , con astuzia , da chi se ne serve per raggiungere mete non piú alla sua portata .
Meritano tutta la nostra indulgenza e comprensione .
Dobbiamo - peró - utilizzare grande cautela e discernimento , in modo da non cedere alle provocazioni che inscenano frequentemente .
E mai lasciarci contagiare da comportamenti , che , palesemente , non sono manifestazioni d'Amore .
Ricordiamo che , sulla Terra , le compagníe occasionali costituiscono una raritá .
Molto spesso , chi si finge un estraneo di passaggio , é una presenza , programmata secondo criteri ben precisi ed inalterabili .
Soprattutto se non ne vediamo le fattezze del viso ed ignoriamo quanto ci sia vicino .

                                                                                              Messaggio psicografato il 15 Febbraio .






lunedì 7 marzo 2016

L'AMORE CRESCE DOVUNQUE ...







Per trasmettere Amore , é sufficiente immettersi nel flusso cosmico che collega tutti gli esseri al creatore .
Ci si trova cosí in condizioni ideali , per contribuire sostanzialmente all'armonía , che muove le leve universali , favorendo l'affermazione del Bene .
Non si creda - peró - che si tratti d'una impresa riservata a quei pochi eletti , che dimostrino intenzioni particolarmente nobili e sublimi .
È prerogativa molto comune , negata a nessuno , quando esiste la minima volontá d'esercitarla .
In realtá , si richiede maggior sforzo per reprimere impulsi d'Amore , che per assecondarli .
Si comprenda , anche , quanto innumerevoli e svariati , siano i modi impiegabili per esternare il sentimento , che tutti portiamo nel Cuore .
Comportandosi spontaneamente , s'arriva sempre ad Amare , pur se , spesso , attraverso manifestazioni soggette ad essere mal interpretate .
Conviene sottolineare che - chi s'investe del ruolo di distributore assiduo d'Amore - non é piú meritevole dell'occasionale praticante , il quale , nel luogo meno propizio , rinuncia all'egoismo per non scontentare la presenza che gli é accanto .
Chi stila una graduatoria d'azioni che considera encomiabili , pecca d'arroganza e corre il rischio di trascurare l'importanza delle intenzioni .
Vale maggiormente un'occhiata d'intesa sincera , rivolta ad un delinquente inveterato , che mille carezze sulla testolina bionda d'un bimbo appena nato .
Si sa che l'Amore non discrimina mai , né ricerca ricompense : prospera dovunque si creda nel suo potere , e - quindi - non si confina ad alcun ambiente particolare , non é esclusivo d'istituzioni e persone devote , ed ostentatamente caritatevoli .
Spesso , cresce piú rigoglioso s'un putrido cumulo di rifiuti , che nel giardino creato da uno stuolo di giardinieri assidui , ma prezzolati ed indifferenti .

                                                                                                Consigli spirituali del 12 Febbraio .




sabato 5 marzo 2016

SEDERSI IN PLATEA ...










Molti , invece di salire sul palcoscenico ed esporsi allo scrutinio pubblico , rimangono seduti in platea , osservando lo scorrere della propria esistenza terrena .
Credono di poter vivere indisturbati , illudendosi che la pace s'istalli , quando non s'assume alcuna responsabilitá .
Ma costruiscono soltanto una falsa tranquillitá , destinata a disintegrarsi sptto i colpi d'un minimo contrattempo .
Non evitano di soffrire , astraendosi dai doveri che la condizione umana comporta .
Al contrario , si calano in un ruolo improduttivo e dannoso , dato che disperdono molte occasioni propizie per confrontarsi con la parte migliore di sé stessi .
Non é , infatti , fuggendo da problemi e difficoltá che s'acquista la consapevolezza della propria forza di sopportazione , basata sui requisiti morali di cui si dispone .
È estremamente distorta la percezione dei sentimenti positivi , se non li si prova in prima persona : lo spettatore solo li vede rappresentare , non ne viene coinvolto .
Perde , cosí , nozione di quanto possa nutrirsi e crescere moralmente , s'é disposto a sforzarsi per affermare il potere dell'Amore genuino .
In pochi istanti , il dramma si trasforma in commedia , per chi ha il coraggio d'assumerne la regía .
Altrimenti , ci si mantiene in attesa d'episodi felici che , o non si presentano , o si é incapaci d'apprezzare in modo profondo .
E , quando s'arriva alla fine della vita , invece di vedersi di fronte il sipario che cala poco-a-poco , s'assiste , con sorpresa e sgomento , al processo opposto , quello che rivela , per la prima volta , l'ampiezza della scena , dalla quale ci si é colpevolmente esclusi .

                                                                                   Messaggio spirituale ricevuto l'8 di Febbraio .





giovedì 3 marzo 2016

È DAL MALE CHE SI DISTILLA LA BONTÁ ...








Per quanto tossico , ingombrante e pericoloso da maneggiare , il male é ingrediente indispensabile nel processo che conduce all'esercizio della bontá sulla Terra .
Catalizza la distillazione di sentimenti nobili , ch'accompagnano l'evoluzione morale d'ogni individuo , e dell'umanitá nel suo complesso .
Nessun progresso é verificabile senza il confronto con parametri che ne testimonino l'autenticitá .
In tale contesto , l'apporto offerto dalla malvagitá é imprescindibile .
Ammettiamo - quindi - ch'esercita un'importante funzione , invece di maledire le manifestazioni ed antagonizzarci i suoi esecutori .
Come s'utilizzano spezie dal sapore pungente , per ottenere cibo appetibile , cosí , nell'alambicco dell'esistenza umana , si devono introdurre svariatissime componenti , per far sí che sgorghi un liquido in grado d'emulsionarsi in ogni ambiente .
Non é assurdo - perció - affermare che l'albero-della-bontá sprofonda le sue radici nel piú putrido dei terreni , da cui estrae tutti i nutrimenti , per crescere rigoglioso e resistente alle intemperie .
È - peró - indispensabile comprendere l'importanza dell'equilibrio in questa estrazione .
Se s'eccedono le dosi consigliate , il vaccino si trasforma in arma letale , scatenando un morbo impossibile da controllare .
Cosí , chi confronta il male per mettersi alla prova , cercando di sconfiggerlo , compie un passo necessario , avanza .
Se - invece - preferisce sottomettersi al suo influsso , e si lascia trasportare con entusiasmo , non sorprende che si ritrovi al punto-di-partenza .

                                                                           Consigli spirituali ricevuti il 19 Febbraio .






martedì 1 marzo 2016

TEST NAUTICO ...










Non é scivolando in un mare tranquillo , sospinti da un venticello benigno ,, che si verifica la resistenza d'una imbarcazione , e si comprovano le capacitá di chi la timona .
Sono - invece - le condizioni decisamente sfavorevoli , che costituiscono il test ideale per chi sta apprendendo a navigare .
Non lamentiamoci , allora , quando la vita ci spara alle gambe .
Ogni aggressione che subiamo , per quanto ingiusta e dolorosa possa sembrarci , é in realtá un fattore prezioso , favorevole al nostro progresso morale .
Infatti , soltanto quando si presentano grandi difficoltá , si mette seriamente a prova la propria forza e determinazione .
Tale é il meccanismo che produce quella dinamica evolutiva , ricercata dall'anima , la quale utilizza il corpo per confrontarsi con sé stessa .
È importante riconoscere la logica di questo processo personale , invece di considerarsi vittime sfortunate d'un destino impietoso .
Si raggiunge , cosí , maggiore consapevolezza delle Leggi Universali , in base alle quali la prova dura che non é un castigo , rappresenta opportunitá preziosa per applicare i principi in cui si crede .
Diamoci fiducia , quanto tutto sembra congiurare per distruggerci .
Dimostriamo la coerenza che porta ad erigere barriere impenetrabili , resistenti a qualsiasi forza malefica che ci venga scagliata contro .
Al suo interno , nulla puó scalfire l'anima .
Chi risiede in quella fortezza-d'Amore , non patisce mai alcun disagio profondo ; attraverso le feritoie osserva placidamente lo sfrenato affaccendarsi di nemici irritati e minacciosi , il cui vociferare gli risulta tanto inoffensivo quanto ridicolo .

                                                                                           Messaggio psicografato il 1º giorno di Febbraio .