.

.

.

.

....

....

POTENDO SCEGLIERE , PREFERIRESTE :

NEI FILM , LA NUDITÁ È UM ELEMENTO IMPORTANTE ?

giovedì 20 novembre 2014

UN SUCCESSONE .....








Ogni giorno , un po' dappertutto , numerosi modi estemporanei attestano la capacitá umana di comunicare .
Ma , senza la consapevole volontá degli interessati , qualsiasi forma di relazionamento risulta problematica .
È un principio inderogabile , sul quale si basa il successo d'ogni esibizione artistica .
Cosí , durante uno spettacolo musicale , per quanto circoscritto ne sia l'impatto , é fondamentale un intercambio di vibrazioni armoniche , tra chi esegue e chi ascolta .
Ad ogni modo , si dovrebbe sempre poter contare sulla passione e determinazione del concertista .
Chi si esibisce , infatti , si prepara anticipatamente , é convinto delle proprie capacitá interpretative .
Applica una programmazione ben studiata .
Ma , quando é un topolino bianco ad organizzare uno show , possono verificarsi sorprese .
Utilizzando Fecebook , Bralirius estese inviti in modo da riunire una vasta platea , lasciando Michele , troppo stanco e malato , all'insaputa di tutto .
Aveva intuito che l'amico pianista non si sarebbe mai fatto convincere .
Perció decise di calarlo , a viva forza , in una situazione da cui fosse impossibile esimersi .
Conoscendo le sue abitudini , scelse la Domenica mattina per offrire l'occasione propizia .
Sapeva che , come ogni altro giorno , alle undici-e-mezza sarebbe stato seduto al pianoforte , preparandosi ad un paio d'ore d'esercizio .
Preso dall'entusiasmo - peró - Bralirius non s'era curato di alcuni dettagli molto importanti .
Se ne rese conto poco prima dell'inizio fissato per il concerto , quando vide l'amico , ancora in pigiama , uscire dalla sua stanza ed imboccare lentemente il corridoio .
Scendendo le scale sarebbe presto arrivato al salone , dove , oltre al fedele strumento musicale , l'attendevano , con curiositá ed impazienza , molte persone .
Cosí l'insuccesso sarebbe stato assicurato !
Come abile Manager , il topolino bianco affrontó allora , con coraggio , la situazione : dal corrimano raggiunse il bersaglio strategico tra le gambe dell'amico barcollante .
Lí , a dentate , attaccó un bottone dietro l'altro , liberando i pantaloni e facendoli scivolare al suolo .
Michele pensó d'essere vittima d'uno stupido scherzo e s'irritó molto .
Appena ritornato in stanza , inciampó per l'agitazione e cadde pesantemente sul tappeto .
Bralirius si tappó le orecchiette per non ascoltare sterili invettive .
Notó allora un completo grigio-scuro , ben stirato , ch'era stato sistemato sul letto , insieme ad una pila d'altri indumenti .
Finse di guardarlo con aria minacciosa , spalancando la bocca .
Temendo che finisse come il pigiama , Michele si gettó sul suo miglior vestito e , con circospezione , l'indossó .
Gli parve un modo ingegnoso di sottrarlo ai dentini aguzzi dell'amico topolino ....
Non sospettava minimamente cosa sarebbe successo poco dopo !
Neppure quando entró nel salone affollato , capí molto .
Ma il fragoroso applauso lo scosse , indubbiamente .
Bralirius , intanto , si sistemó sulla tastiera , incurante dei gridolini di terrore d'un paio di nonnette sedute in prima fila .
Diede lui il via al pianista stanco .
Il primo pezzo fu una composizione inedita dettata dall'irritante dimenarsi del topolino bianco , con cui Michele cercó violentemente d'aggiustare i conti .
Tutti i presenti trovarono la coppia esilarante e quei suoni accattivanti .
Le sonate di Bach , Vivaldi e Chopin , non riscossero peró lo stesso successo .
In compenso , il pubblico si mostró molto generoso , quando Bralirius , allontanandosi dal pianoforte . si preoccupó del lato economico dell'evento .
Utilizzó un cesto di vimini , sottraendolo ad un mazzo di fiori-di-campo , che finí a gambe all'aria .
In pochi minuti , una fitta pioggia di monete e banconote lo riempí fino all'orlo .
Quel denaro é piú che sufficiente , permette a Michele di conservare il pianoforte nel salone e di suonarlo indisturbato per almeno altri due anni .
Ma , non é tutto ......

 







Nessun commento: