venerdì 17 maggio 2024

MIRABOLANTE FRANGIBILITÀ!









Quella mirabolante frangibilità, che, quotidianamente, interferisce con la gestualità di metafore volatili ed impertinenti, asseconda scenari altolocati. quando si scontra con l'inverosimile.
Nascono allora effetti intransigenti, fastose reliquie di supposizioni peregrine nel firmamento delle ipotesi.
Ed il gioco di bocche ruffiane invade il palco che ospita il tepore di pupille intorpidite, sogni decidui e spasmi sincopati. 





domenica 5 maggio 2024

DISAGIO DI STRAVAGANZE INCAUTE.








Al disagio di stravaganze incaute, spesso si somma l'arbitrato di supposizioni divergenti.
Si masticano allora immagini istintive che s'intersecano tra il nomadismo di labirinti riproposti continuamente.
Nell'impennata abrasiva di brillanti carezze sinuose, riposano miraggi irraggiungibili e muschiosi dettami della balenante scheggia ch'emana dall'oscura realtà!



giovedì 28 marzo 2024

COINCIDENZE D'ASPETTO TONDEGGIANTE...









Concidenze d'aspetto tondeggiante barattano alibi quando s'abbarbicano tra errori di flusso dilatato.
Ne conseguono, allora, predistinate e congrue lievitazioni di realtà vibranti, che discostano strapiombi celati agli sguardi di chi disciolga guizzi selvatici nell'inedia di verità affogate.
Emettono respiri che assillanno iperboli di simbolismi sfrontati.



lunedì 18 marzo 2024

I PRESUPPOSTI DI VERITÀ SCOTTANTI

 




Ammansiti ma irreprensibili, i presupposti di veritá scottanti, stemperate in vermiglio iridscente, affogano l'impertinenza d'inganni mascherati che levigano la superficie del tempo.
Emergono dall'inedia farraginosa che transita adulando rapsodie di scalpitii involontari.
Indagano nel livore di licenze inusitate, motivano suoni e predizioni di approdi scivolosi, smorzano il malessere della metamorfosi di carezze ed oracoli di vento. 




giovedì 7 marzo 2024

CONTRAFFORTI INVADENTI.









 Se contrafforti invadenti negano solitudine ad ancoraggi empirei, conviene sfrondare traiettorie indecise, attivare proiezioni d'iridio arricchendo ingegnosi respiri sincopati.
Cosí s'ottiene che precarie barriere oscure, corrose da ordigni incaricati di ridimensionare orizzonti atavici, assimilino equilibrio ed illuminino transiti corredandoli di bagliori scarmigliati.




mercoledì 28 febbraio 2024

SCONNESSE INTERFERENZE...







Sconnesse interferenze di proiezioni ingegnose schermano traiettorie che s'insinuano tra falde siderali. Sono come voci adulatrici, scivolate plateali che scalfiggono l'irriverenza di motivi dubbiosi e mescolanze nomadi.
A loro giudizio, sorteggiano attenzioni miopi, arroventano arsenali di sipido malessere, stanano stralci di didascalie, limano prelievi di disgusto per impersonare un indimenticabile addio.


 

venerdì 16 febbraio 2024

L'INSTABILITÀ DELLE RIFRAZIONI STRAVAGANTI









L'instabilità delle rifrazioni stravaganti, che, dubbiosamente, invadono i giudizi dell'ingegno, spesso compromette il copione demente di orbite spigolose.
Bisognosa di tregua, raggira cromatismi scivolosi, espande trappole fasulle ed ingabbia cadute irriverenti. 




lunedì 5 febbraio 2024

FOLLIE CORROSIVE E MANIFESTAZIONI VOCIFERE

 







Dentro esigue ossidazioni di simbologie forgiate da identitá artificiose, s'annidano follie corrosive e manifestazioni estremamente vocifere.
L'incoerenza di discrepanze friabili si sistema ai confini dell'irrealtà.
E, l'ambiguità dei brulichii che s'insinuano sottopelle, richiama dal passato elogi afoni incastonati di plagi antropomorfi che sublimano fogliami illegittimi.




venerdì 19 gennaio 2024

ORIZZONTI ANCORATI IN ASFALTO






Sorprendono strapiombi azzardati gli orizzonti ancorati in asfalto costellato di lontananze scivolose.
Aggiungono storture plumbee profanando affermazioni irriguardose, pigiando rubiconde zolle e ticchettando minuscoli inserti di sabbiosa inconsistenza.
Silenziosamente, smottano capigliature indolenzite, sfasano traffici perturbanti insinuando un monologo di legiferante illusione tinteggiata di blu scuro. 


giovedì 4 gennaio 2024

CONCEDERSI AGLI INTENTI DI CONNUBI FLUTTUANTI







Concedersi agli intenti di connubi fluttuanti cementa ottiche temerarie e mistifica linee frantumate.
Abbagli parossistici si stemperano in pozioni degradate e schermano mutismi imposti dall'incedere di sogni assordanti.
In tal modo, voci decidue aggiornano immersioni eloquenti.




venerdì 8 dicembre 2023

AMMANTA L'AURA...







Ammanta l'aura l'intraprendenza che follie urgenti camuffano nei mormorii capovolti che predicono il cicaleccio di trastulli farneticanti.
E, relazionandosi ad accordi vibrati in future partiture, disgregano ibridi barlumi di penombra incentivata.
Ne nascono traumi irriverenti che evaporano sussurri e congelano l'intensità del moto ondoso. 



mercoledì 1 novembre 2023

MORMORII SFIANCATI...






Mormorii sfiancati di ottuse interiezioni che acustiche perseveranti librano dal microcosmo di complicità evasive, spesso sciacquano le pozzanghere dove annegano desideri esagerati.
Ed allora trasudano molecole di terriccio dissestato, mentre folgori di turbamento agitano gl'incastri del moto perpetuo.
Soffermiamoci a scrutare l'orizzonte, è lí che s'annidano le intelaiature scricchiolanti del manto sgargiante che preannuncia il ricorrente addivenire di accordi imprevedibili.



lunedì 23 ottobre 2023

PROFONDI SOSPIRI INTERVALLANO MALESSERI ESTASIATI






Profondi sospiri intervallano malesseri estasiati, trapelano sgargianti sofferenze e, quando assiepano acustiche assordanti, innescano l'oblio di scorie velenose.
Nascono allora prospettive deviate che, invece di riflettere canoni ricorrenti e banalitá recondite, digrignano simbolismi informali, mantengono dignitá sostanziose.
Molte teorie retroattive affondano nell'inutilitá di gemiti coercitivi.



martedì 17 ottobre 2023

GINGILLANO CROMATISMI RECONDITI, DIGRIGNANO BANALITÀ.





 

Gingillano cromatismi reconditi, digrignano contrastanti banalitá azzittendole, ma addestrano prospettive scintillanti quando contraggono nozioni sgualcite ed indecorose.
In contrasto, la mobilità di teorie disallineate cavalca collisioni predilette, naviga tra monumenti che l'emozione erige dalla metamorfosi dei propri dissensi.
Nell'essenza di rumori impulsivi si stemperano visioni dell'immenso.



mercoledì 20 settembre 2023

ANTIDOTI D'EMBLEMATICA ARROGANZA

 







Decidue protuberanze s'annientano al cospetto di brillantezze indiscrete, quando baruffe incandescenti fluttuano tra malesseri e strapiombi.
Dal loro connubio s'originano maree alternanti, che vagano insinuando supremazie nel decorso di miscele roboanti.
Inspirano vibrazioni e slanci corteggiando le molecole d'una smorfia repressa.
Disertano così antidoti la cui emblematica arroganza ripropone genesi universali.



giovedì 14 settembre 2023

IL TRANSITO DI TUTTE LE CONTRADDIZIONI







Se s'accumulano detriti d'ingegno nel fuggivia di smottamenti irrazionali, ambigue traiettorie rilasciano acidità corrosive nei labirinti di pensieri altalenanti.
Così, dall'orizzonte impalpabile che assesta sventura promuovendo vivacità ingannevoli, s'originano sculture odorose ed instabili.
Su impronte appena lasciate dal moto incostante che chiaroscuri irriverenti determinano nell'oblio avvincente di sguardi risentiti, inciampa il transito di tutte le contraddizioni. 



giovedì 7 settembre 2023

NEL LETARGO DI SPOPORZIONATI CHIAROSCURI









Dilacerate contraddizioni che s'adombrano scivolando nel letargo di sproporzionati chiaroscuri, ostentano intriganti eremitaggi, ammaliano istinti desolati, scostano impronte brizzolate, per poi innescare pirotecnie incommensurabili.
S'impadroniscono di sfioriture sottomesse per evidenziare diagnosi variopinte e frondose, acuendo cosí il sibilo che accompagna il flusso di pensieri costernati.
La disabilità dell'illusionista spesso imita edifici appesantiti da improduttivi inganni e disfatte ricorrenti.




giovedì 24 agosto 2023

SOGGIOGANO SEMPRE PRESAGI SONNAMBULI








Quelle consuetudini che s'affermano stemperando stantie equazioni di bislacchi rimbrotti depositati sulle falde di sciarade acuminate, trasmettono cantilene stonate rimbalzando ombre invadenti.
Imperturbabili, lastricano ideologie dotandole di linguaggi tanto sopraffini quanto indecifrabili, contraggono malesseri se stremano la densitá di mormorii bugiardi e banalità emotive.
Eppure soggiogano sempre presagi sonnambuli.




domenica 20 agosto 2023

LA SEGREGAZIONE DI ORIZZONTI DISARMATI





 

La segregazione di orizzonti disarmati é sempre una sfida che tartassa ottiche convolute ed annebbiate di sconcerto.
Condensa tenuità imbellettate, tartassa prospettive nomadi, non silenzia disincanti cromati.
Alla ricerca di orme vellutate ed acerbi sospiri, dedica capricciosamente corrugati ritagli di sollievi scompigliati.
Sibilando, afferma alchimie cadenzate, ch'emigrano trasfigurandosi dalla nicchia d'una scenografia sgargiante ed incontaminata.



sabato 19 agosto 2023

SBRICIOLANO TURGORI SGARBATI

 






Spolettano fragori emotivi e gingilli ascetici, quelle iperbole che valicano il cammino di sacralità cromatiche.
Tracimano l'ebbrezza d'imperfezioni sussurrate, inquietano gioielli di meteoriche invenzioni. 
Arrovellano scorribande effimere ed insipide, ma raramente si compiacciono ad affermare inganni siderali incoraggiando sagome trasparenti e smorfie indecise.
Accecano virgulti proiettando consistenze e sbriciolando turgori sgarbati.



giovedì 10 agosto 2023

BURATTINI CONTUNDENTI E FEBBRICITANTI






Burattini contundenti e febbricitanti discordano con l'emancipazione della tormenta e barattano ghirigori di rugiada per ottenere opachi lasciapassare.
Prendono di sorpresa ardori irrevocabili e li trangugiano come per intarsiare spicchi di fardelli repressi. 
Ammassano così cibo destinato a rondini migratorie, ne sospendono il cigolìo riciclato.
Mentre intrattengono ghiaccio invisibile, assestano fendenti al centro di gioelli scardinati.



sabato 5 agosto 2023

SQUARCIANO PERTUGI IN FESSURE DI ARDESIA...







Squarciano pertugi in fessure di ardesia, dilatano veli felini, pregustano emozioni siderali, rimodellano chimere ammorbidendole con trucioli di adrenalina, in attesa che il sipario si sollevi maestoso e scricchioli d'energia crepuscolare.
Facendo riaffiorare lembi vetusti. tinteggiano sedimenti sbiaditi.
Dal groviglio di disavanzi secolari, straripano intenzioni contingenti e promesse sforacchiate.
Assimilano cadenze antiche, consone come silenzi emotivi ed attese vagheggianti.
Sono orme disallineate ch'emancipano il mulinello dei rimpianti.


giovedì 27 luglio 2023

S'ORIGINANO DA INSENSATA RASSEGNAZIONE...









S'originano da insensata rassegnazione quei percorsi che inchiostrano tiepidi virgulti ed imbastiscono liturgie di tenui esaltazioni.
Mormorano dilemmi, ostentano sintetiche guarigioni.
Contraggono l'enfasi di pantomime vertiginose, mentre ingannano nutrimenti impropri che attardano il turbinio d'immagini aritmiche ed affievoliscono bislacche considerazioni.



martedì 11 luglio 2023

TRASFIGURA SBAVATURE D'INGEGNO









Trasfigura sbavature d'ingegno ogni evocazione che cadenzi scenografie zampillanti dalla nicchia di matrici calibrate ed infrangibili.
Alterna strategie inargentate con ossrvazioni distorte, inospitali quanto esternazioni di promesse vereconde, che s'abbattano su infinitesime coccarde.
Gramaglie opalescenti permettono d'intravederne le intenzioni represse, ma feririscono l'innocenza posticcia che srotola miraggi bisbigliati.



 

martedì 4 luglio 2023

LA FRAGILITÀ DI PROPOSTE REMOTE









Quando illazioni puerili non riescono a smitizzare la fragilitá di proposte remote, scaturite dal letargo di ottiche ossidate, si nebulizzi la strategia di veritá improvvisate in modo da offuscare cromaticità di pigmenti ingialliti. e rivitalizzare rumori contundenti.
Si aggiungano al bagaglio di circostanze irripetibili, cellule cimentate in safari avventurosi, che trasudino geroglifici rimbombando vibrazioni azzurrate.
In vellutate fluttuanze si possono replicare sornione ed astruse perlustrazioni, ma s'immobilizzano in sfere viscose quelle fiabe che suggestioni premature ed impertinenti trafugano all'attrito d'un manto attorcigliato e disseminato di disincanti riflessi.




mercoledì 14 giugno 2023

IN BRANDELLI DI VAPORE

 







Appartiene all'alito di cosmiche irradiazioni ogni struggimento di disarmanti connubi.
Dalla sua linfa scaturisce turbolenza aritmica, quando d'insinuoso balenio s'inghirlandano visioni d'emotività trafelate. 
Frivolezze trastullano incipienti antidoti, fantasie rarefatte arginano ripide parabole d'ardori impaginati in brandelli di vapore.



martedì 13 giugno 2023

LA FRAGILITÀ DI SCALPITANTI EBBREZZE EMOTIVE








La fragilità di scalpitanti ebbrezze emotive delimita latitudini coniugate da venti impetosi, modifica prospettive di eventi totalmente sorprendenti, smussa spigolositá di trasognanti chimere, assottigliandone i contorni.
Modella il corso di identità improvvisate, trascina certezze nel silenzio dell'improbabilità.
L'avanguardia di vivibili esaltazioni alloggia dove si nutrono occhiate rovesciate, pungono aculei di pioggia e rinascono, faticosamente, miniature di paradigmi girovaganti, che, discostando orizzonti, si ormeggiano nella potestà di echi plateali.



martedì 6 giugno 2023

LE AMBIGUITÀ DI CONFINI ARTIFICIALI.

 








Setacciano verbosità inquiete, le ambiguità di confini artificiali, disegnati da entità immaginose ed insensate,
Ne dilatano l'identità scomponendola in una miriade di frammenti ingannatori.
Tramutano artefatti sigilli, apposti su stagioni equidistanti, in ancoraggi assidui e lenitivi, addomesticano episodi inaspettati annullando dinamiche sovversive, al buio eterno relegano ogni sospiro che sbriciola l'intemperanza di pensieri infiniti.



lunedì 22 maggio 2023

L'IMPOTENZA DI PROFILI MODELLATI










 L'imponenza di profili modellati spesso sigilla improbabili torsioni, annodandole ed appropriandosi dei loro illogici artefatti,
Ed allora porose emanazioni ne contornano lo splendore iridescente,
Sobriamente abbagliano ogni vociare che provenga da corrimani esposti al nubifragio.
Il moto di ferraglie sibilanti accompagna sempre l'ondeggiare di ciocche violate da sconfortanti sbavature di silenzi imposti dal gelo galattico.


giovedì 18 maggio 2023

QUANDO UN SOFFIO MECCANICO...

 










Quando un soffio meccanico sospinge l'eco sul declivio del tempo, l'immenso s'appropria di briciole lucenti e ne accentua la suggestione,
Tale è la dinamica che determina l'evolversi d'immagini e rumori che colpiscono inaspettatamente.
Pur non esprimendo il retrogusto di umbratili allusioni o la frivolità di placebi primaverili, infonde nel grembo di benevoli spessori ridenti battibecchi d'incondizionate sfumature.





martedì 16 maggio 2023

CHI ESALTA PREGIUDIZI...







Chi esalta pregiudizi stempera funzioni peculiari che, solitamente, carovane di dialoghi suggestivi trascinano lontano da quel baratro che neppure dal belvedere è possibile scorgere.
Si cabla cosí il lunario incurvato da esaltazioni ritmiche che assottigliano l'eco di modulati sospiri.
Sull'alone di prospettive paradossali, prima che estremi arrivino a sovrapposrsi, conviene profanare vertigini, sconfinando sguardi affaticati e rivolgendo acuminati silenzi al percorso di paradigmi girovaganti tra le fauci di schermate ed illogiche abluzioni,



mercoledì 3 maggio 2023

LO SCAMPANIO DI PENSIERI INCONSUETI.







Smorzando agilmente il flussi degli aromi, rapsodie istantanee modellano turbini d'emotività.
Ne proiettano schegge informi sull'opaco schermo degli inganni, come farse che ricerchino il logorio che decanta illusioni indecorose.
Schiariscono l'inerzia allineando discrepanze manifeste.
Prima d'ibernarsi, ciondolano in vociari umbratili il timone che dirige nubi imbronciate, sfiancandole com lo scampanio di pensieri inconsueti.



lunedì 3 aprile 2023

INERPICATE RILEVANZE

 






Inerpicate rilevanze spossano sbavature clandestine, fermentano paludosi stupori in alambicchi ferruginosi, modificandone anche i manuali impregnati di ceralacca.
Diradano sogni nodosi per stemperare atomi di solitudine nel nubifragio di tentazioni assuefatte ed usurate dai sospiri.
Imbrigliano l'inganno effimero di sonorità languide, ampliano la capienza di riflessi evanescenti, per depositarli su remoti contrappesi, in modo da squilibrare i passi di chi sconfina in un lembo srotolato all'ombra dell'irrealtà.



sabato 18 marzo 2023

AMAREGGIANDO IMPULSI DI PENSIERO






Nell'ibernazione dogmatica di elementi riciclati spesso s'affinano insistenti ambiguità!
E, così, simbiosi del prevaricare che dischiude affinità impertinenti galleggiano come l'etere che pervade ogni tempo.
Amareggiando impulsi di pensiero, l'inciampano in melodiose piroette, corrugano luminarie ermetiche e sbiadiscono futuribili ingaggi di demotivate penombre. 




sabato 4 febbraio 2023

ACUTE SIMBIOSI ED AFFINITÁ DILUITE.









Acute simbiosi ed affinità diluite invitano a racchiudersi in seducenti anfratti che flutti di cenere trapelano di vapori ondulati.
S'adoperano cosí le penombre inappropriate, demotivando lo stillicidio di gestioni e reclami attizzati da vellutata compiacenza.  
La caducitá dell'ebbrezza gestuale raramente interferisce con la duplicitá di canoni razionali.  

venerdì 23 dicembre 2022

EVOCAZIONI AFFUSOLATE









Dettano sfumature ermetiche le evocazioni affusolate quando s'insinuano dentro l'astrolabio di penombre sbiadite.
Circuiscono filigrane emotive, s'adoperano ad ammaliare carezzevoli visioni, inciampando nei vagheggi di piroette incastonate come sillabe pronunciate al tramonto.
Ravvivano meandri d'indolenza, esplorano gestioni vellutate.
Segnalano fremmenti cosmici prima che scompaiano in traversate iridescenti, rotando impulsi e suoni che invaghiscono le onde. 


sabato 17 dicembre 2022

IL MIO SEQUESTRO .

Se ho capito che sono qui per servire ed aiutare gli altri, perché continuo a rifiutare di bagnarmi nel fiume in piena e non vorrei che mi seppellissero nel giardino dei silenzi?
Mi ribello ancora come melagrana matura che non rilascia la dolcezza che ha in sé!

giovedì 20 ottobre 2022

PIROLETTE COSMICHE








Colmano sapori vellutati, interferiscono con l'andamento alludente di sguardi labili.
Nei loro sogni si specchiano inibizioni ed aliti contorti, si seminano primavere su anneriti episodi di ritorsioni della mente.
Alla ricerca del verbo adombrato, affondano indocili ciondoli, capovolgendoli nell'archivio di ombre traverse ed inconsistenti.
Analizzano crepacci gestuali, quando ormai pirolette cosmiche hanno saturato l'atmosfera.



venerdì 23 settembre 2022

SOTTERFUGI DI CAREZZA RICICLATA







Sotterfugi di carezza riciclata e sfumature policromatiche agiscono come farmaci opportunamente annacquati, quando si adornano di infime gestualitá quotidiane.
Si esibiscono s'una scena fibrillante d'indecenza, insinuano ebbrezza dove trascinano i sentimenti a stemperarsi nella nebbia.
Senza la caducità del fascino primordiale che permea sillabe nomadi incapaci d'esprimere disgusto, la distanza che separa la smorfia dal sorriso, inciampa in un'emozione blindata.



venerdì 16 settembre 2022

PER SCONCERTARE LA PLATEA INCREDULA.








Scompigliano tre ciottoli per disseminare irritazione, congelano sonorità inaccessibili, ammorbidiscono agilitá recondite ingentilendone le pieghe del vestito.
Fibrillando razionalità, ottengono inusitate sfumature di gesti evoluti.
Per sconcertare la platea incredula, solleticano ebbrezze ridondanti, raccolgono adrenalina in secchi senza fondo, liquefano false promesse, abbreviano quei dubbi che frantumano moine languide ed ordigni color del mare in burrasca.



mercoledì 31 agosto 2022

AZZARDANO ASPETTI DI NORMALITÀ...












Azzardano aspetti di normalitá sull'estensione di lavagne disallineate, le pulsioni istintive che imprimono labili ghirlande rivisitando orme di contrappunti empirici. 
Ampliano tessiture impaginate, contaminano effusioni stoiche rinvigorendone la funzione terapeutica.
Nell'incastro di sogni empatici delineano proporzioni espresse da equilibri immaginari. 
Gl'istanti d'insensate fragilità sempre scorrono in modo bizzarro, creando rigagnoli emotivi che profanano talismani fulgidamente preziosi.



mercoledì 17 agosto 2022

SCONCERTANO BAGLIORI IRRIGUARDOSI.










Sconcertano bagliori irriguardosi quei subbugli di sofferenze introverse che divorano ovazioni e chimere.
Impoveriscono ingredienti artificiosi, assottigliano remore pirotecniche, e, mentre sgretolano metamorfosi, s'inventano anarchiche supremazie.
Evidenziano ritratti scomodi percependo sillabe incastonate di allegorie graffianti.
Rotolano su labili incastri, ammiccando a comete empiriche e prorogando contrappunti disallineati.




domenica 31 luglio 2022

POSTICIPA L'ASSILLO COBALTICO DELL'IRRIDESCENZA









 Chi posticipa l'assillo cobaltico dell'irridescenza, inganna il prisma conoscitivo che scaturisce da fragili gibbosità lacerate dall'insolenza di contrattempi sgualciti, franchigie di ragioni disarticolate e scomode.
Intraprende escursioni intime, cavalcando il destriero irriguardoso che enfatizza ed abbaglia subbugli di chimere inadempienti.
Dilania vortici alla mercè di sussurri istintivi, scaturiti da remore insinuanti.
Sfiora la clandestinità caratteristica di temporali asettici, intenti a confondere ragionamenti e confidenze meramente posticce.



venerdì 1 luglio 2022

ALTERNANZE D'IRRAZIONALITÀ FLUTTUANTI.

 






Alternanze d'irrazionalità effervescenti colmano pacati lidi imprigionando connotati di simboliche menzogne, rischiarano così la sagoma di esaltate allegrezze.
Lacerano petali che l'anemone disarticola offrendoli ad uno spicchio di radiazione solare.
Stravolgono impeti e subbugli che squarciano chimere all'imbrunire, mentre voragini irriguardose dilaniano ovazioni emesse da giunchi intontiti.
Carezzano risorse labili, annaspando in controtempo tra flessuosità appetibili che parametri cristallizzati disseminano in menti incoerenti.



sabato 18 giugno 2022

S'ESPANDONO INTORNO A ZAMPILLI IRIDESCENTI






S'espandono intorno a zampilli iridescenti le manifestazioni di simboliche sincronicità che rifuggono approcci estemporanei.
E, lì, la dimestichezza di fallaci grappoli, imbalsamati specchiandosi nel ghiaccio, prevale sull'opacità di mormorii contemporanei.
Insondabile si rivela allora la dimensione che contorna l'enfasi di almanacchi scalpitanti, nomadi sinfonie granitiche che colmano remore faziose ed indulgenti uncini.


domenica 5 giugno 2022

FUMENTI ANSIOSI ...







Fumenti ansiosi intarsiano sguardi sprezzanti, in grovigli di lacrime ammassano fardelli rumorosi, ingozzano pertugi e boccioli, infrangono cigolii trasmessi da rigagnoli oltraggiati.
Tengono in serbo uggiose carature, per mantenere inabile il collante esistenziale.
Plausibilmente, coltivano la crisalide dell'eversione per dischiudere quella morsa che imbelletta lo sforzo d'ogni pensiero.



giovedì 26 maggio 2022

PRESAGENDO VORTICI ASTRATTI








S'assopiscono in orme oscure le dinamiche che l'immedesimazione di alfabeti tamburellanti accentua in partiture aggressive.
È così che si producono bigie imitazioni della traiettoria trafugata nel vano senza tempo.
Di loro la complicità si staglia all'orizzonte, estatica soffusione di sembianze assopite.
Presagendo vortici astratti, si trsportano bocconi di rimembranze, si scolpiscono ondositá deliranti.



mercoledì 25 maggio 2022

SOPPESE IN AVVOLGENTI COLLUSIONI








Volteggiano, soppese in avvolgenti collusioni, le sipide manifestazioni d'insolenza contagiosa.
Ammainano ringhiere di palcoscenici ostentati, compromettono il battito di tachicardie su trampolini basculanti, mentre oltraggiano l'obiettività di chi semina deterrenze sensate.
Incartano in fasci di tenebre i rimbalzi di virtuosismi effimeri, frastuoni dissolti nei residui di sfumature indelebili, premono colorazioni incagliandole nel girovagare di corolle inesplorate, mantengono l'impeto di alfabeti raddolcendoli con mormorii affannati.
Calpestano analogie, le immergono in scansioni magiche.



lunedì 16 maggio 2022

PILLOLE DI CAPOGIRI AMALGAMATI








Pillole d'amalgamati capogiri soverchiano asincroni mormorii di tempeste gestuali, accorpano ardori stropicciandoli con deleteri immaginari.
Si tratta d'un progresso inconsistente che predomina quando il gelo invade sobbalzi di sospiro.
E così, in quel plasma irriguardoso che scalcia emozioni ed amplifica echi intransigenti, aspergono di cocente amarezza i cantici sussurrati incatenandosi ad onde frizzanti, sfumature di scalpiti ed ambizioni. 



venerdì 6 maggio 2022

LE SINGOLARITÀ IMMEMORI.









Imprestandosi a vicenda tocchi e farse abbreviate, le singolarità immemori rigenerano la propria decadenza vaporosa, discostano sotterfugi, ammaliano sfumature riverberanti e smorfie di aliene emozioni.
Se dominano istinti e malcontento, plasmano vibrazioni che occhi impacciati trasmettono al limite del tempo.
Adagiano allora le scansioni della genialità, scavando tra rimbalzi di azioni irruente e discinte, accrescendo la fragilità di stagioni incolte, per sfoltire deroghe invaghite del potere mozionale.


venerdì 22 aprile 2022

MEMORIE DI VAPORI TUMEFATTI







Per abbreviare sguardi impietosamente invadenti si devono strascicare memorie di vapori tumefatti, vani sotterfugi esaltati dal contempo della salsedine.
Si accerezzano così sfumature iridescenti, diradate da intermittenze di tensione.
Ed allora, nell'occulta cova di pantomime addomesticate, nascono insistenze specchiate, albeggiano conferme sinuose, privilegi sconfinati rinverdiscono profili prominenti.
In prismi fatidici brillano diamanti viola.