.

.

.

.

....

....

POTENDO SCEGLIERE , PREFERIRESTE :

NEI FILM , LA NUDITÁ È UM ELEMENTO IMPORTANTE ?

mercoledì 30 settembre 2015

RITRATTI INCOMPLETI









Tutti proiettiamo , sullo specchio dell'esistenza terrena , soltanto immagini sbiadite , che c'assomigliano molto vagamente : sono spesso disegni in bianco-e-nero , ricalcati da realtá , che non abbiamo mai affrontato .
Oppure sono ritratti incompleti , e per nulla rappresentativi della nostra condizione attuale .
Non é corretto attribuir loro valore assoluto , dedurne considerazioni critiche o giudizi severi .
L'identitá cosmica ci deve portare , invece , ad agire sempre con tolleranza e circospezione , evitando di fermarci alle apparenze .
Troveremo , un giorno . il modo per verificare l'essenza di coloro con i quali ci relazioniamo , e per riconoscerne i connotati piú intimi e significativi .
Diverrá , allora , impossibile ingannare , fraintendere , nascondersi o raggirarsi a vicenda .
Ma , per ora , é con simulacri , paraventi ed artificiose dissimulazioni , che dobbiamo confrontarci quotidianamente .
Non permettiamo che la loro mancanza di veridicitá ci perturbi .
Riteniamola , piuttosto , una manifestazione d'inferioritá morale , di cui siamo anche noi parzialmente responsabili .
Spesso , infatti , per timore o ingiustificata ostilitá , inneschiamo meccanismi , che provocano soggezione , in chi sarebbe disposto ad accoglierci benevolmente .
Reprimiamo cosí il ciclo dell'Amore , contraddicendo la funzione primaria d'ognuno degl'esseri viventi .
Ascoltando le voci interiori , e lasciando che i cuori si parlino tra loro , risulta assurdo ed insignificante , soffermarsi a scrutare le sembianze della gente .
Chi n'é consapevole , intravede giá un mondo nuovo , sul quale regnano armonia , comprensione e buon umore .
Una realtá piú articolata e profonda , di quella ch'appare utilizzando , come strumenti d'investigazione , soltanto gl'occhi .

                                                                                  Messaggio spirituale ricevuto il 17 Settembre .





martedì 29 settembre 2015

OSCURITÀ !!









L'inferioritá d'oggi s'evolverá presto , diventando la nostra qualitá migliore .
La si deve valorizzare , attribuendole valore propedeutico , servendosene per motivarsi al progresso .
È fondamentale - peró - riconoscerne i connotati , dimostrarsi umili nei confronti di sé stessi , creando le condizioni ideali , per dinamizzare la propria esistenza e trasformarla in efficace strumento evolutivo .
Non s'accetti passivamente di permanere in uno stato di palese incapacitá , anche se non si riesce ancora a compiere decisi passi in avanti .
Si consideri ogni limitazione , come un incentivo , da includere nella lista delle prioritá .
Di conseguenza , sapremo dove applicare il massimo sforzo , ed usufruiremo di quell'aiuto , che la buona volontá sempre innesca e catalizza .
In un'ottica universale , sentirsi d'infima importanza , é sintomo di consapevolezza ed apprezzabile manifestazione di realismo .
Ma , adagiarsi in una condizione temporanea , che non pemetterebbe positivi cambiamenti , costituisce prova di pigrizia e degrado interiore .
Al contrario , conviene dedicarsi , con entusiasmo e dedizione , ad ogni lacuna dell'animo , ben sapendo che si é in grado di rinnovarsi costantemente , e d'annullare qualsiasi ostacolo , ch'impedisca di progredire .
L'oscuritá notturna é facilmente spiegabile , da chi possieda elementari nozioni d'astronomia .
Anche l'oscuritá spirituale é un fenomeno naturale , passeggero : non deve preoccupare o intimidire chi parta alla ricerca di sé stesso .
È proprio quando ci si trova al buio , che s'incentivano quei cambiamenti indispensabili per attrarre l'arrivo della Luce eterna .

                                                                       Messaggio psicografato il giorno 15 di Settembre .





lunedì 28 settembre 2015

LE RICOMPENSE SPIRITUALI ...








Sede di continui conflitti , atroci sofferenze e frequenti contrattempi , l'ambiente che ci circonda , costituisce dimora scomoda ed insicura , degradata ed infetta .
Eppure , tra le innumerevoli destinazioni cosmiche , é una di quelle che offrono condizioni piú favorevoli al progresso morale dei suoi abitanti .
L'importanza della condizione terrestre deriva dalla sua precarietá , che la colloca ad un livello estremamente inferiore , sulla scala evolutiva .
Come tale , é banco-di-prova , idoneo ad ogni tipo d'esperimento , permette rapidi progressi , a chi l'utilizza con serietá e motivazione .
Consideriamo - quindi - con sincera gratitudine , l'opportunitá che ci viene concessa in un luogo , dove , anche l'errore é strumento di progresso , e notevoli sono i mezzi di verifica ed aggiustamento .
Sentiamoci parte d'un processo edificante , che avviene costantemente , e richiede soltanto buona volontá e disponibilitá morale .
In tal modo , non falliremo alcuna prova , che ci venga sottoposta .
È importante che si capisca che , sulla Terra , non esistono , per noi , obiettivi specifici da concretizzare , edifici da erigere , o spettacolari imprese da compiere .
Qui si viene principalmente per imparare a sbagliare di meno , esercitare pazienza e rassegnazione , mantenersi umili e coscienti delle proprie imperfezioni .
Non ci si prefigga - quindi - alcun risultato prestigioso , né s'aspettino lodi o gratificazioni materiali .
Ma ci si conceda la certezza che , le ricompense acquisite a livello spirituale , riveleranno tutto il loro valore nell'altra dimensione , la volta che c'arriveremo per rimanerci definitivamente .

                                                                           Comunicazione spirituale del 7 Settembre .









domenica 27 settembre 2015

VACCINIAMOCI ...








Se non si basa sulla consapevolezza dei propri limiti , ogni tentativo di progresso , fallisce miseramente .
È soprattutto a livello collettivo , che si rivela indispensabile accettare che il Male esiste , e prolifera con estrema facilitá .
Sarebbe pernicioso e controproducente , non riconoscerne la presenza o minimizzarne l'importanza .
Come , per risolvere un problema , non si puó ignorarlo , cosí , per estirpare qualsiasi parassita , lo si deve stanare e combattere .
Nel caso dei mali del mondo , si sappia - peró - che sono fattori riciclabili .
Si considerino come mezzi di progresso , attribuendo loro il ruolo d'esempi deteriori , da rifiutare con disgusto .
Finché sulla Terra non regnino totale pace ed armonia , il Male continuerá a provocare effetti positivi , costituendo un punto di referenza importantissimo .
Induce tutti noi al frequente confronto con le tenebre , in modo da rendere necessario l'impiego della Luce , che permette d'individuare l'attuale ubicazione .
Il Male funziona come strumento misuratore dei progressi morali , ed é - indubbiamente - un termine di paragone d'enorme utilitá .
Combattiamolo - quindi - soltanto impedendogli d'entrare in pensieri ed azioni che produciamo .
Ingaggiarsi in maniera fanatica , per eliminarlo totalmente , denoterebbe mancanza di visione , e porterebbe alla follia .
Qualsiasi processo di depurazione , dev'essere lento e graduale , per evitare scompensi disastrosi .
È con equilibrio e considerazione , che si puó prosperare anche quando il Male ci minaccia : utilizzato a piccole dosi , trasformiamolo in efficace vaccino , ch'immunizzi dai suoi influssi devastanti .

                                                                                               Consigli sprituali del giorno 11 di Settembre .





sabato 26 settembre 2015

I DOVERI DELL'ARTISTA ...








Suscitare ammirazione ed innescare applausi , per un attore o un saltimbanco , é impresa che non richiede eccessivo impegno .
Il consenso non costituisce - peró - la finalitá primaria d'altre forme d'Arte , che si propongono di stimolare i pensieri di chi osserva .
È a loro che compete arduo compito , estremo senso di responsabilitá ed equilibrio .
Molto spesso , l'immenso potere di manipolazione mentale , che l'artista ha a disposizione , porta ad abusi , le cui conseguenze sono davvero gravi e durature .
Si comprenda che , sulla Terra , come in qualsiasi altra localitá cosmica , utilizzare la propria intelligenza per manovrarne altre , é una manifestazione d'inferioritá morale , impossibile da condonare .
Chi stimola il dibattito e la presa di coscienza , esercita una funzione , la cui utilitá é innegabile .
Deve - peró - sapersi mantenere all'interno d'uno schema prestabilito , che non conceda svarioni ed improvvisazioni eccessive .
Il rischio a cui s'espone , rivolgendosi ad una platea - per ridotta e selezionata che sia - é quello di trasformarsi in strumento plagiante , nelle mani d'astuti registi , che inventano trappole per compromettere i progressi dell'Umanitá .
Molto difficile é qualsiasi ruolo , che comporti un relazionamento profondo con l'approccio artistico dell'essere umano .
Anche prima d'esprimere una opinione , o atteggiarci in maniera apparentemente inoffensiva , chiediamoci seriamente se , qualche ingenuo , possa travisare le nostre innocue intenzioni , confondendosi e ricavandone un'ottica corrotta e perturbatrice .

                                                                        Consigli spirituali ricevuti il giorno 8 di Settembre .







venerdì 25 settembre 2015

FORGIANDOLO , NE VENIAMO FORGIATI ...









Sono ormai presenti , tutte le componenti cosmiche , che permettono di percepire come la coscienza interagisca con la realtá .
Non dovremmo astenerci - allora - dall'affermare che , ció che c'appare esternamente , é soltanto la proiezione , di quanto giá esiste dentro di noi , da sempre .
È , indubbiamente , la nostra essenza , a creare anche il paesaggio al quale ci sentiamo estranei , gli oggetti d'uso quotidiano , i vizi ed i disagi del corpo , e le situazioni che alimentano o combattono un determinato ruolo sociale .
La Spritualitá c'assicura che non si tratta d'una interpretazione fantasiosa , o di teoria affascinante , ma senza fondamento scientifico .
È - peró - un dato di fatto , difficilmente riscontrabile sulla Terra , per l'esiguitá dei mezzi tecnici a nostra disposizione .
Quando verrá verificato ed ammesso , implicherá un enorme aumento delle responsabilitá individuali , riguardanti la malleabilitá dell'esistenza .
Ognuno si riconoscerá come l'autore della propria realtá , assumendosene le conseguenze .
Per ora , basti accettare ch'é ingiusto attribuire ad altri la colpa della propria infelicitá , o credersi vittime d'un destino cieco e confuso , che attinge bersagli inconsapevoli .
Puó risultare utile , vederci come lampade in grado d'oscurare o illuminare la scena della nostra vita , in attesa d'appropriarci - in modo deciso ed inconfutabile - del ruolo di protagonisti .
L'Universo é un ologramma gigantesco , che ripete ogni dettaglio presente nel nostro spirito .
Non consideriamolo ambiente esterno , né , tantomeno , ostile o irraggiungibile .
Viviamolo in modo consapevole , contribuendo , cosí , all'evoluzione del Tutto , di cui costituiamo parte indispensabile .
Forgiandolo , ne veniamo forgiati .

                                                                                  Messaggio psicografato del 1º Settembre .





                                                                                                 

giovedì 24 settembre 2015

COLLABORAZIONE SPIRITUALE ...









La solidarietá é conseguenza diretta del sentimento di fratellanza universale .
Non s'esercita - quindi - in un ambito ristretto , ma s'estende ad ogni essere .
Si riconosca l'ottusitá di dimostrare , affetto e comprensione , soltanto verso i propri simili , i concittadini della porta accanto .
È ben maggiore la portata dell'Amore che dobbiamo esternare .
Proviamo a destinarlo anche a chi non vediamo , ed a coloro la cui presenza si ubichi lontano dalla Terra .
Combatteremo cosí la solitudine , che la condizione umana spesso comporta , ampliando il nostro raggio d'azione .
Venendo a contatto con chi esiste nell'altra dimensione , ma si considera nostro fratello d'avventura , s'assicura una reciproca , proficua , collaborazione .
Non si creda che sia impossibile fornire aiuto , ad entitá sprovviste delle nostre caratteristiche fisiche e materiali .
Al contrario , la simbiosi che , con frequenza , si stabilisce a livello spirituale , si rivela efficacissimo strumento di progresso morale per tutti .
È con totale fiducia , che dobbiamo dimostrare disponibilitá nei confronti della comunitá invisibile , che s'occupa del nostro benessere , senza mai dubitare della sua esistenza , o sottovalutarne le capacitá .
Sulla Terra , rifiutando offerte di soccorso , raramente si superano grandi ostacoli .
Lo stesso avviene nell'altra dimensione , dove veniamo accolti con grande affetto , soltanto se ci presentiamo a braccia aperte , perché estremo é il rispetto per le intenzioni e credenze d'ognuno .
Spetta a noi - quindi - decidere se , contraccambiare l'Amore spirituale che ci viene offerto , o chiuderci nella trappola d'un vicolo-cieco , dove solo si concedono opportunitá al piú bieco materialismo .

                                                                           Messaggio psicografato del 30 Agosto .





mercoledì 23 settembre 2015

IL VEICOLO PIÚ RAPIDO E SICURO ...









È , la pace interiore , il mezzo di trasporto piú rapido e sicuro , ch'abbiamo a disposizione .
Usiamola anche come piattaforma sospesa sulle acque , che permetta una visione sgombra d'ostacoli ed incubi ricorrenti .
Pur riconoscendone l'elusivitá , impegnamoci coscienziosamente nella sua perenne ricerca .
Costituisce per tutti traguardo primario , irrinunciabile , dato che - soltanto raggiungendola e mantenendola attiva - c'eleviamo al di sopra delle limitazioni mondane , e non lasciamo che l'orgoglio ci deformi , e restringa le opzioni di miglioramento .
Si sappia che , abbondanti presupposti favorevoli all'instaurazione d'equilibrio ed armonia , albergano - da sempre - in ogni componente cosmica , e , di conseguenza , nell'anima d'ognuno di noi .
Sono , al pari del principio vitale , meccanismi creati per propellerci in direzione del completo successo evolutivo .
Vengono - peró - costantemente sfidati e , spesso , indeboliti da quelle forze contrarie e malvagie , che si prefiggono il trionfo del caos .
A loro non si risponda direttamente , ingaggiandosi in lotte interminabili e depauperanti .
Di fronte a tanti attacchi ed incomprensioni , l'antidoto piú efficace é l'allontanamento , a favore d'un percorso interiore , che porti a valori tanto elevati , da rendere impercettibile qualsiasi ostilitá ed aggressore .
Calandosi nel luogo piú sicuro del creato , faccia-a-faccia con l'essenza di sé stessi , scompaiono i pericoli ed , ogni difficoltá , diventa strumento di crescita morale .
Si é , allora , in grado di tranquilizzarsi , ma anche d'appacificare chi ci propone conflitti e perversioni .
È resistendo alle provocazioni , mantenendosi avulsi dal contesto che le produce ed alimenta , che ci si rafforza interiormente , e ci s'avvicina , a grandi passi , alla forma di pace piú completa ed assoluta : l'Amore nella sua dimensione eterna ed infinita .

                                                                                 Consigli spirituali ricevuti il 6 di Settembre .




martedì 22 settembre 2015

NOTIZIE IMPRECISE E FALSE INTERPRETAZIONI ...










Smaterializzandosi , l'essere amplia la sua visione dell'ordine delle cose , acquista maggiore consapevolezza dei meccanismi d'evoluzione universale .
S'appropria degli strumenti necessari per valutare ogni situazione , in maniera che non permangano ombre inesplorate e , l'analisi , risulti approfondita .
Manteniamoci consapevoli che il paesaggio non mostra gli stessi connotati a tutti i suoi osservatori , e che , a seconda dell'angolazione applicata , differisce l'impressione ottenuta .
Accettiamo - qundi - con diffidenza , l'opinione di chi ci vorrebbe convincere dell'umana inettitudine ad elevarsi moralmente .
Sulla Terra , notizie imprecise e false interpretazioni , tendono ad oscurare le prove dei molti progressi morali ch'avvengono , ma , a chi possiede la capacitá di sintesi , proveniente dalla sua condizione spirituale , enormi appaiono i progressi giá compiuti .
Nell'ottica infinita che lo Spazio permette , risulta altrettanto evidente che , ad ogni cataclisma di natura geologica o catastrofe d'origine umana , conseguono benefici cambiamenti , indispensabili per mantenere , rapida e costante , la marcia verso una privilegiata collocazione , di chi partecipa al processo .
Ogni astro celeste , interferendo con tutti gli elementi circostanti , conferisce propulsione al moto perpetuo dell'espansione cosmica .
Ci troviamo - quindi - localizzati dove appropriate , sono le componenti esistenziali , e notevoli , le possibilitá d'esercitare la buona volontá .
Sul nostro pianeta , ogni giorno , ci confrontano innumerevoli occasioni di verifica , grandi sono gli stimoli ch'invitano a migliorarsi moralmente .
Molti non perdono l'occasione , ma , anche chi le ignora o disprezza , compie una salutare funzione , proiettando la sua inadeguatezza s'uno schermo ben evidente , stimolando un dibattito e confronto , decisamente salutari .
È importante che , in quest'epoca di transizione , l'Umanitá enfatizzi soltanto la Luce , trascurando gli aspetti che possa evidenziare .
Ricordiamoci che , qualsiasi crescita , implica momenti di crisi , inevitabili quanto passeggeri .

                                                                             Consigli spirituali del 9 Settembre .




lunedì 21 settembre 2015

SEDIAMOCI S'UNA PANCHINA ...








I momenti di riposo , se vissuti in maniera intelligente , offrono innumerevoli opportunitá di crescita morale .
Quando s'intercalano con attivitá laboriose e stressanti , permettono d'esplorare i reconditi anfratti dell'essere , raggiungendo profonditá inimmaginabili .
Sedendoci s'una panchina , per ammirare il paesaggio , apriamo la porta del mondo , che ci passa davanti agli occhi ogni giorno , ma di cui conosciamo soltanto le sembianze .
Non é necessario addormentarsi profondamente , per separarsi dal corpo e volare tra le stelle .
S'approfitti della stanchezza fisica , trasformandola in strumento di raccoglimento , ogni qual volta che ci si trova in un luogo isolato e tranquillo .
Ma s'impari , anche , ad astrarsi in mezzo ad una folla immensa .
Per riuscirci , convinciamoci che , tutti gli ambienti circostanti , e le persone che li popolano , rappresentano il frutto della nostra volontá interiore .
Sono immagini - piú o meno nitide - che proiettiamo costantemente sul grande schermo della realtá , in modo da ricavarne un'utilitá esistenziale .
Non possono costituire - quindi - motivo di preoccupazione , o pretesto bellico .
Liberandoci dagli involucri che rivestono il nocciolo spirituale , ritroviamo , lí , tutte le componenti , che credevamo " esterne " ed ostili .
S'instaurano , cosí , sentimenti di pace interiore , e si contribuisce ad ubicare lo spirito , nel contesto che gli compete .
A tale livello , diventa assurdo lamentarsi , per presunti torti subiti , o sentirsi trascurati ed indifesi .
La forza che scaturisce dal processo d'autoconoscimento é infinita , ed indistruttibile , come l'Universo che l'origina .
Ma - date le limitazioni che la fisicitá comporta - va distillata con perizia e cautela , proprio durante quei momenti difficili , in cui ci sentiamo meno dinamici e piú confusi .
Solitamente , dopo un eccessivo sforzo prolungato , o un intricato fraseggio con il destino ...

                                                                  Messaggio spirituale ricevuto il 3 Settembre .





domenica 20 settembre 2015

PAURA UMANA & GLORIA UNIVERSALE











Il chiarore ch'illumina un semplice seme di cumino , e lo invita a crescere , é lo stesso che dischiude i petali del perdono , ed offre loro la speranza della gratitudine eterna .
Per riconoscerne la potenza , muoviamoci a testa alta in direzione della sua sorgente .
L'unico compito , dal quale non si deve esimersi , consiste nel ricevere , e rimandare DAPPERTUTTO , effervescenti particelle d'Amore .
Sono loro i motori cosmici , le presenze che preannunciano il trionfo definitivo della Luce .
Anche chi si rifiuta d'ammetterne l'esistenza , non ne evita l'influsso , partecipa inconsciamente alla loro diffusione , mutando costantemente , e rischiarandosi l'orizzonte .
Gl'inviati della quintessenza si succedono , numerosi , in moto perenne .
A loro non servono ali per volare , si fanno trasportare dalle onde ch'agitano ed increspano il Mare Universale .
Per riassumere l'alchimia delle stelle , basta immaginare il sorriso dell'anima ch'affronta la grande traversata , il risveglio dello spirito quando s'unisce al Tutto , ed il ritrovamento dell'infinita tenerezza .
Sulla Terra , l'elisir prodotto miscelando i raggi del sole e le lacrime della compassione , irriga la pianta del perdono , che presto attecchirá e fruttificherá .
Ai suoi piedi nascerá un nuovo mondo 

                                                                                Messaggio psicografato del 19 Agosto .






sabato 19 settembre 2015

UN GRANELLO DI POLVERE SOLLEVATO DAL TENUE VENTO ...








Navigando tutti i giorni nello stesso laghetto tranquillo , non si diventa esperti marinai .
Soltanto affrontando onde gigantesche e venti ciclonici , s'apprendono e sviluppano le qualitá necessarie per controllare e dirigere un'imbarcazione , qualunque siano le occorrenze .
Si pensi , adesso , a quanto sia difficile resistere alle tentazioni della vita mondana .
Chi se ne astrae , rinchiudendosi in una gabbia , s'illude , se crede d'averle sconfitte ed allontanate per sempre .
In realtá , si sta concedendo soltanto una moratoria , che non protegge , ma ritarda ed impedisce d'acquisire alcun merito .
Agisce come il codardo , interpellato insistentemente dalla propria coscienza .
Finge di non udirne le parole , e corre verso una caverna buia , dove nessuno lo possa vedere .
Al contrario , chi si lascia sballottare e trasportare da turbinii che pregiudicano l'esistenza , ma vi s'oppone con vigore , se riesce a mantenersi in piedi , viene ricompensato , rafforzandosi l'equilibrio e la capacitá di sopportazione .
Si prepara contro ogni evenienza .
Anche quando , per non soccombere , ricorre all'appoggio d'elementi estranei all'ambiente abituale .
Ricava una resistenza , maggiore della passiva protezione , offerta da un edificio blindato .
Sa che esporsi non é mai un errore .
Puó arrecare disturbi e conflitti apparentemente evitabili , ma consente , in modo efficacissimo , la verifica della propria forza morale .
Chi sceglie d'esimersi dalla lotta per il Bene , si provoca la perdita d'ogni punto di riferimento , e finisce imprigionato dentro sé stesso , incapace d'apprendere il significato dell'esistenza .
Non creda di poter continuare a lungo a vegetare comodamente .
Un granello di polvere sollevato dal tenue vento , lo colpirá piú violentemente che un proiettile , provocandogli la cecitá del Cuore , quella da cui si guarisce soltanto vedendo l'Amore e donandolo anche al buio .


                                                                                        Messaggio spirituale ricevuto il 22 d'Agosto .





venerdì 18 settembre 2015

L'UBICAZIONE GEOGRAFICA DELL'ESISTENZA







L'ubicazione geografica d'una esistenza , é caratteristica estremamente variabile , anche se programmata e ponderata a lungo , prima di concretizzarsi .
Ricalca un preciso disegno cosmico , assolve funzioni di guida e trazione del processo evolutivo , soprattutto se esce dalla portata della nostra comprensione .
Accettiamola con fiducia e rassegnazione , sapendo ch'esistono mappe dettagliatissime , sulle quali , ogni essere , occupa un posto specifico ed estremamente significativo .
Viaggiare é azione interessante e formativa - innegabilmente .
Chi osserva costantemente lo stesso orizzonte , senza mai contemplare l'ipotesi di scoprire cosa nasconde , dimostra grande preclusione mentale .
Ma , non si creda di poter risolvere problemi e superare ostacoli , semplicemente mutando di localitá e compagnia .
L'origine d'ogni perturbazione , risiede nel nostro intimo , per nulla deriva dal panorama circostante .
E - siccome é dichiaratamente impossibile sfuggire da sé stessi - si comprenda , quanto futili ed effimeri , siano i risultati d'un trasloco esistenziale .
In realtá - molto spesso - per affrontare nuove situazioni e sfide differenti , si sceglie d'ignorare le fondamentali ragioni della nostra presenza in un determinato luogo .
Ci si sradica , esiliandosi anche spiritualmente , e complicando il progetto di vita che s'era intrapreso .
Senza dubbio , il ruolo che ci compete sulla Terra , puó venire assolto in varie localitá , e soltanto vincola a sé stessi , ma - quasi sempre - richiede la pazienza , e la fiducia , ch'impongono di non abbandonare il paese d'origine .
È soltanto lí - infatti - che si riuniscono tutte le condizioni , inerenti al destino scelto prima di nascere .
Altrove , poche sarebbero le probabilitá di ricreare lo stesso ambiente riparatorio e sperimentale , che favorisca decisi passi evolutivi .
Mancherebbe sempre qualche componente , indispensabile per completare quel ciclo da noi iniziato , che ci conviene chiudere il prima possibile , per rotolare felici verso altre dimensioni .

                                                                       Messaggio spirituale ricevuto il 4 di Settembre .




giovedì 17 settembre 2015

I CONSIGLI DI CHI CI AMA ...









Pochi istanti prima che si scateni un violento temporale , alcune goccine di pioggia delicata , consigliano di mettersi al riparo .
Spesso - peró - le accogliamo con sufficienza .
Ignorandone l'avvertimento , rimaniamo allo scoperto , fino a quando é troppo tardi per fuggire .
Allora , intrisi e spaventati , invece d'ammettere la nostra imprevidenza , imprechiamo contro la malasorte , e vaghiamo alla ricerca d'una protezione , che si rivela tardiva ed insufficiente .
Tutti sappiamo , perché ci viene ripetuto da millenni , ch'é nostra prerogativa ricevere accurati avvisi , che permettano d'evitare molte sofferenze .
Eppure raramente ne facciamo buon uso .
Preferiamo sfidare il destino , complicandoci molte attivitá , piuttosto d'assecondare evidenti segnali ch'invitino alla prudenza .
È perché assegnamo all'orgoglio il compito di guidarci l'esistenza .
Se accogliessimo con umiltá i consigli di chi ci ama e intende proteggerci , minori sarebbero gli ostacoli da superare .
Avvalersi di tale aiuto , non significa affatto esimersi dalle proprie responsabilitá , o rinunciare ai mezzi di verifica e sperimentazione .
Costituisce soltanto la conferma di quanto é giá presente nel nostro Cuore .
Data la debolezza della condizione umana , e la confusione che regna sul pianeta , risulta estremamente utile e produttivo , ricorrere a strumenti universali , la cui efficacia é inquestionabile .
Ma , spalancare la porta ad ogni indicazione che la spiritualitá c'invii , non é comportamento saggio .
In precedenza , si deve affidare all'essenza , il compito di riconoscere e scartare quei suggerimenti ingannevoli e depravanti , che possano arrivarci .
Esiste sempre il rischio che il male si finga alleato del bene , per conquistarsi la nostra fiducia , ed indurci a commettere misfatti .
Per smascherarlo - peró - é sufficiente chiedere l'opinione della nostra coscienza , ch'é infallibile come il suo creatore .

                                                                                  Messaggio psicografato del 31 Agosto .




mercoledì 16 settembre 2015

LA POPOLARITÁ ARRECA PIÚ DISAGI CHE VANTAGGI ...











Se l'innocente curiositá infantile viene accolta da tutti con benevolenza , e soddisfatta spesso , perché poi , in etá adulta , si diventa diffidenti , e si svela pochissimo di sé ?
È per timore di perdere credibilitá , per incapacitá di comunicare , e , quasi sempre , perché non si sa come gestirsi intimamente .
Cosí si spiega la menzogna creata esclusivamente per mascherarsi , non per produrre risultati concreti , che migliorino le condizioni di vita .
Frequentemente , si sceglie d'interpretare un ruolo , invece di rivelare la propria intimitá , con pregi e difetti , che costituiscono documento caratteristico e molto prezioso .
Esistono innumerevoli prove della debolezza umana , testimonianze d'incapacitá patente , ma la finzione é indubbiamente un enorme segnale d'insicurezza .
Combattiamola strenuamente , soprattutto convincendoci che nessn'aspetto di noi stessi é riprovevole o insufficiente !
Quando non suscitiamo interesse , mostrandoci cosí come siamo , é perché ci troviamo in un'ubicazione improduttiva , inadeguata a valorizzarci .
Se c'é impossibile abbandonarla , accettiamone con serenitá tutti gl'aspetti , per quanto sgradevoli e contrari alle nostre aspirazioni possano sembrarci .
Astraiamoci occasionalmente , ma evitiamo d'assumere un'identitá aliena per passare inosservati , o attrarci simpatie momentanee .
La popolaritá arreca , sempre , piú disagi che vantaggi , e , comunque , se deriva da ossessiva ricerca , é di natura molto effimera e traditrice .
La si lasci a chi arriva sulla Terra a causa di forti squilibri emozionali , e che s'alimenta d'elogi edificati per riscattare , almeno in parte , comportamenti abusivi di vite sprecate nell'altra dimensione .
Ora piú che mai , é opportuno scegliersi un posto nella fila piú distante dal palcoscenico delle vanitá .
Da lí , s'osservi pure lo spettacolo , accompagnandolo con un abbozzo di sorriso , per non scoraggiarne gli attori .
Ci s'astenga - peró - dal parteciparvi in modo attivo , e - soprattutto - non si fornisca un fragoroso applauso , al termine d'ogni rappresentazione .

                                                                                      Messaggio psicografato del 28 Agosto .





martedì 15 settembre 2015

DISCRETAMENTE ...









Quando la protezione é eccessiva , origina grande insicurezza , soffoca l'iniziativa ed acceca la vista .
A nessuno dovrebbe competere il ruolo di paladino , in un ambiente dove si viva in armonia .
È ovvio - peró - che , conflitti e repressioni , proliferano ancora sulla Terra , generando gravi conseguenze .
Assumersi l'onere di lottare , diventa quindi irrinunciabile .
Ma , se si sceglie la spada , per difendere i valori in cui si crede , o li s'impone con la forza , si producono soltanto odio e confusione .
Al contrario - é ricorrendo alla paziente tolleranza , che vengono create atmosfere propizie , e s'appianano molte divergenze .
Impariamo , allora , ad esercitare influenze sottili , senza mai imporre , con arroganza , punti di vista , o stili di vita .
Soltanto cosí , si costruiscono strutture solide , che poggiano su ampie fondamenta , tanto diversificate , quanto lo sono le caratteristiche umane .
Il concetto di libertá , implica prerogative , impossibili da definire ed inquadrare rigidamente .
Si basa sulla inconfutabile asserzione che , a nessuno é concesso d'usurpare , quanto non gli appartiene .
Perció , rispettiamo ogni idea altrui , riconoscendo a tutti , il diritto di optare per una strada differente , e di non apprezzare il frutto dei nostri sforzi .
Soprattutto , asteniamoci sempre dal declamare come veritá , quelle che sono soltanto opinioni personali , passibili di smentita , al pari di moltissime altre .
La vivida Luce che riceviamo dalla stelle é un bene preziosissimo .
Non riflettiamola - peró - in modo diretto , accecando chi ci viene ad incontrare .
Custodiamola gelosamente nel cuore , con molta parsimonia .
Solo quando é necessario offrirla ai bisognosi , dispensiamone qualche goccia , distillata lentamente e decantata a lungo , rifuggendo dall'ostentazione ed annientando l'orgoglio .

                                                                               Messaggio psicografato il giorno 25 Agosto .






lunedì 14 settembre 2015

MODE ...








Effervescenti e contagiose abitudini agiscono come cicliche inondazioni , imponendosi alle maniere di chi vive sulla Terra .
Sono influssi passeggeri , effimeri quanto un acquazzone estivo , ma in grado d'influenzare , e travolgere la societá intera .
Costituiscono - purtroppo - blatante conferma di come l'essere umano , nel disperato tentativo d'affermarsi e suscitare attenzione , ricorra a qualsiasi trucco .
Di conseguenza , il suo progresso é irregolare , non procede in modo progressivo e prevedibile . Manifesta - invece - una continua alternanza di flussi e riflussi .
È salutare , ed auspicabile , che usi e costumi non siano inalterabili ; sarebbe innaturale se l'umanitá non accompagnasse i cambiamenti cosmici , e credesse d'aver giá raggiunto il meglio d'ogni sua manifestazione .
Ma , che adotti comportamenti ed oggetti , imposti da chi si preoccupa soltanto di soddisfare i propri biechi interessi , é sintomo di grave debolezza morale .
Evitiamo , perció , di farci coinvolgere da qualsiasi movimento , che non ci provenga dal cuore , anche se costituisce una moda di rapida e spettacolare diffusione .
Sono solide conquiste durature , frutto d'approfondimento e dedizione , che il nostro animo richiede .
Svolazzanti effluvi d'aromi volubili , nulla aggiungono all'essenza di noi stessi .
Spesso inebriano , anestetizzandoci , al punto di confondere le nostre prioritá , e privilegiare variate forme di materialismo .
Manteniamo l'anima sempre in controllo , rifiutando ogni manovra , che possa distrarre ed allontanare dagli obiettivi del progetto esistenziale .
Con tolleranza - peró !
Dispensando occhiate benevoli , in direzione di chi non é in grado d'usufruire di tanta indipendenza e libertá , e sorride , mentre affoga nel mare delle convenzioni , soggiogato dal desiderio d'emettere tanta luminositá , senza possederne alcuna fonte .

                                                                                          Messaggio spirituale del 17 d'Agosto .




domenica 13 settembre 2015

NON NE ABBIAMO IL DIRITTO !!








L'Universo appartiene a tutti , non esclude nessuno .
Esistono - peró - barriere morali intorno al territorio spirituale , dove qualcuno sta cercando di coltivarsi un'esistenza .
Al pari delle effrazioni nelle dimore urbane , che provocano disgusto , quando se ne constatano gli effetti , qualsiasi penetrazione nell'intimitá d'un essere , costituisce un sopruso , dal quale é imperativo mantenersi distanti .
Anche se c'ispirano motivazioni umanitarie , ed il genuino desiderio di prestare soccorso .
L'anima , essendo personale , é l'unica proprietá privata che non c'é concesso di scambiare .
Compete , al suo unico proprietario , il dovere di preservarla e nutrirla , secondo le proprie convinzioni , ed in base ad un piano prestabilito .
Asteniamoci - perció - dall'interferire , in profonditá , con il processo evolutivo d'ogni nostro fratello universale .
Limitiamoci a fornire aiuto materiale ed ideologico , accettando benevolmente l'ingratitudine ed il disprezzo , con i quali i nostri interventi vengano accolti .
Sarebbe estremamente ingiusto e riprovevole se , mossi dalla esasperazione , o per affermare la bontá delle nostre intenzioni , decidessimo d'azionare la serratura che protegge il mondo interiore di chi assistiamo .
Non ne abbiamo il diritto - assolutamente .
Sappiamo che esistono chiavi che si possono adattare , in modo da fornirci tale accesso .
Guardiamoci bene - peró - dal contemplarne l'uso , ripetendoci spesso che , entrare in una realtá a cui siamo estranei , é piú perturbante per chi compie l'incursione , che per chi la subisce .

                                                                                      Messaggio spirituale ricevuto il 5 Settembre .




sabato 12 settembre 2015

IL LABORATORIO DELL'AMORE







In molti millenni , la costruzione della convivenza sociale ha prodotto soltanto miseri risultati .
Siamo ancora molto condizionati da istinti contrari alla cooperazione fraterna .
Di conseguenza , qualsiasi forma di relazionamento disinteressato , viene spesso frantesa .
Attecchisce in qualche cuore generoso , ma - molto raramente - coinvolge moltitudini .
Il contrasto tra l'ariditá dei deserti , e l'azzurro degli oceani , caratterizza la realtá terrestre .
Possiamo estrapolarne un significato simbolico .
È proprio su questo pianeta , particolarmente vulnerabile ed ancora molto instabile , ch'esistono condizioni , destinate ad ostacolare il processo d'integrazione tra gl'individui .
Osservando come , qui , nascano inimicizie per motivi cosí futili , che , in altra realtá , sarebbero totalmente inconseguenti , dobbiamo accettare l'esistenza di forze contrastanti , in perenne confronto .
Si deduce che , per ora , é molto improbabile il prevalere dell'armonia e dei buoni sentimenti .
Ma , é combattendo attriti e delusioni , che gl'animi si rafforzano , e cementano i migliori propositi .
Non ci s'affligga - quindi - quando ostilitá e confusione soverchiano , o nascondono , l'espandersi della bontá .
Si ricordi - invece - ch'é in questo laboratorio che avvengono risultati oscuri , poco spettacolari , ma altamente promettenti per il futuro d'una umanitá , in uscita dalla fase sperimentale .
Collaboriamo , allora , al grande progetto , con entusiasmo .
Senz'aspettarci miracoli immediati , né evidenziare lacune momentanee , apparenti regressi e contraddizioni .
Semplicemte , disponibilizziamoci a dare , anche privandoci di sonno ed appetito .
È cosí che s'Ama , senza soste , eternamente .

                                                                                                   Messaggio psicografato il 23 Agosto .




venerdì 11 settembre 2015

ARIA RAREFATTA ...











Si respira aria piú fresca e pulita , man-mano che s'ascende verso le stelle .
Ma , essendo piú rarefatta , é con maggior sforzo che l'immagazziniamo nelle cavitá polmonari .
Anche i progressi spirituali , che non si nutrono d'ossigeno ed azoto , richiedono un costante aumento di coinvolgimento , per garantire risultati efficaci e duraturi .
Non si creda - quindi - che , di notte , una volta incontrato un lampione , ci si ritrovi immediatamente s'un viadotto illuminato a giorno .
Quante volte - invece - é necessario appagare ogni luce , per potersi orientare !
I viaggi piú proficui sono - indubbiamente - quelli che s'attuano a fari spenti .
Infatti , le occasioni propizie all'adempimento dei compiti morali , solitamente appaiono quando le condizioni sono incerte e precarie , e ci si deve concentrare molto per scorgerne i contorni .
La logica dell'evoluzione comporta un progressivo appesantimento delle difficoltá d'affrontare .
È un processo meraviglioso , che conferma la nostra acquisizione di mezzi sempre piú adeguati e robusti .
Accettiamo - perció - con consapevolezza ed allegria , ogni complicazione e dolore , riconoscendone l'utilitá .
L'esistenza caratterizzata da consistenti progressi , é necessariamente irta d'ostacoli e tranelli , si percorre , a fatica , in una distesa d'arbusti spinosi .
Ripaga sempre - peró - ogni sforzo e sofferenza .
Al contrario , se si sceglie di respirare aria viziata , e di riempirsi di cibo succulento , credendosi refrattari ai problemi del mondo , si rimane seduti comodamente in una poltrona inchiodata al terreno , rimandando a posteriori quel viaggio indispensabile , che costituisce il motivo della vita ,

                                                                               Messaggio spirituale ricevuto il 2 di settembre 





.





giovedì 10 settembre 2015

CERCHIO D'ARGENTO MASSICCIO









Luccica al sole , il cerchio d'argento massiccio , al quale l'ignoranza attribuisce l'origine del suo destino .
Pur essendo oggetto inutile , é lo strumento che molti si creano per evitare le responsabilitá in una vita fuorviata .
È l'amuleto , che stregoni e ciarlatani affidano agl'ingenui , fingendo d'investirli di poteri soprannaturali .
Indubbiamente , costituisce frode abusare della debolezza d'un disperato , o fomentare dogmi basati sulla superstizione .
Per noi é - invece - necessario valorizzare qualsiasi aspetto positivo .
Ogni uomo nasce nudo , ma , durante l'esistenza terrena , si veste ed utilizza moltissimi oggetti , con i quali interagisce , per eseguire molteplici attivitá .
Pur sapendo che non se ne potrá servire nella patria spirituale , fintanto che si trova sulla Terra , é lecito che non se ne privi facilmente .
Se non sacrifica la propria indipendenza e saggezza , per acquisirli , né compromette il bene altrui , appropriandosene indebitamente , commette soltanto veniali manifestazioni d'egoismo .
Adornarsi il corpo con monili , ricavati da risorse , di cui potrebbero usufruire molti bisognosi , é - senza dubbio - provocazione ostentata e crudele , di cui si dovrá render conto amaramente .
Ma , portare su di sé , con discrezione , un oggetto decorativo , come l'immagine stilizzata d'un fiore o d'una farfalla bicromatica , non sottrae nulla all'ambiente , anzi l'arricchisce d'armonia e bellezza .
Manifesta buon umore , incuriosisce ed allieta chi abbiamo intorno , contagia anche i piú refrattari .
Le piccole concessioni alla vanitá , non sono manifestazioni di cui dobbiamo vergognarci , ma positivi segnali d'allegria interiore , proiezioni della bontá immensa che custodiamo nel Cuore .

                                                                         Messaggio psicografato il 1º d'Agosto .





mercoledì 9 settembre 2015

SEMINIAMO CON CRITERIO ...







La condizione umana prevede ed incentiva frequenti scambi ideologici , destinati a stimolare intimitá e coinvolgimento , sia a livello pratico che spirituale .
È impossibile prescindere da ogni forma di comunicazione intrinseca al ruolo sociale , che tutti siamo chiamati ad esercitare .
Cosí , in modo inevitabile , ma spesso imprevedibile , ci si relaziona sulla Terra , correndo rischi serissimi , ed assumendo enormi responsabilitá .
Entrando in contatto con esseri rozzi ed ignoranti , che vagano confusi alla ricerca di modelli da seguire , utilizziamo la massima cautela .
Ponderiamo l'ipotesi che , una nostra leggerezza di comportamento , divenga per loro un attraente esempio di vita , un consiglio da applicare religiosamente .
Assicuriamoci - quindi - che , azioni e parole , siano sempre adeguate al pubblico che c'osserva e tende a farsi influenzare .
Non é infrequente che , un'ingenuitá commessa senz'alcuna pretesa , origini una sequenza d'effetti tali da scatenare un'ecatombe .
È perché ci circondano moltissime entitá , impreparate a vagliare diverse ipotesi , prima di decidersi a rifiutare realtá d'aspetto deteriore .
Ciecamente credono - invece - ad ogni suggerimento che ascoltino , non esitando a trasformarlo in situazioni potenzialmente molto dannose e degredanti .
Per , poi , attribuire la colpa dei dolori patiti a chi abbia loro , inconsciamente , fornito materiale esplosivo .
Manteniamoci vigilanti .
Non sopravvalutiamo l'intelligenza di nessuno , né le sue reazioni !
Valutiamo attentamente quale terreno accoglierá i semi che spargiamo .
Una florida crescita avviene soltanto se si coltiva con criterio , destinando ad ogni campo ció ch'é preparato ad accogliere e nutrire .
Altrimenti , le ortiche ci confermano che abbiamo elargito preziositá in un luogo inadeguato .

                                                                                Messaggio psicografato il 21 d'Agosto .



martedì 8 settembre 2015

L'ESILIO ...









Difendiamoci da noi stessi , invece di temere piogge di meteoriti ed asteroidi invadenti .
È qui che respiriamo ossigeno ed azoto , non stiamo attraversando galassie a bordo d'una astronave .
Sgombrare la mente da sogni e fantasie , é necessario , quanto affrontare le banalitá quotidiane , e cercare di tollerarle .
Ma , un essere che si confini s'un pianeta poco significativo come questo , denota perniciosa ottusitá , influenza enormemente il risultato di tutte le sue azioni , precludendosi gran parte degli sviluppi edificanti .
Tranquillizziamoci :
- È possibile conciliare ogni necessitá bilogica con una profonda consapevolezza cosmica .
Per riuscirci , dobbiamo ammettere la nostra condizione d'esiliati !
Molti motivi possono avere determinato la sentenza d'un periodo di prigionía terrena .
Esiste sempre - peró - la certezza che finirá presto .
Sono l'impegno e gli sforzi applicati , che consentono la riduzione della pena , e ne mitigano la durezza .
Si tratta , comunque , d'una situazione scomoda e dolorosa , che contrasta con la finalitá d'integrarsi , in maniera completa , nell'ambiente sconfinato , fondendosi nel Tutto .
Inevitabilmente , genera sconforto e produce tristezza , vedersi tanto limitati e vulnerabili .
Si consideri , allora , che pochi e brevi giorni separano dalla liberazione , attimi impercettibili , a meno che non si voglia amplificarli , trasformandoli in supplizi senza fine .
È amando l'esilio , accettandolo come esperienza interessante e transitoria , che si creano le premesse affinché non si renda piú necessario .

                                                                                     Messaggio spirituale  del 20 Agosto .





lunedì 7 settembre 2015

UN CONSIGLIO D'AMICO.











La foresta non é abituale luogo d'appartenenza per esseri umani .
Chi , sprovveduto , ci s'addentra , corre il grave rischio di perdere l'orientamento e di rimanere intrappolato , trasformandosi in uno spaesato selvaggio , a cui risulti problematico sopravvivere .
Sorprende la palese inospitalitá d'un ambiente cosí , dove ogni forma di vita trionfa rigogliosa ed in modo armonico .
Ma si deve riconoscere che , lí , la difesa dalle intrusioni umane costituisce una necessitá , non una colpa.
Sulla Terra , come in tutto l'Universo , le lezioni della Natura non vanno ignorate .
Osservane i comportamenti per applicarne la logica in ogni situazione personale .
L'impenetrabilitá della foresta ti suggerisce un insegnamento prezioso , da ponderare :
Esistono luoghi frequentati da entitá ch'é sconveniente raggiungere .
Non cedere al desiderio d'esplorarli , di mostrarti coraggioso ed incosciente .
Affrontare un pericolo ignoto é curiositá che si paga cara , produce conseguenze devastanti , ritarda drammaticamente le buone azioni .
Piuttosto , mantieniti , sempre , sulla strada maestra , ch'é ampia e ben marcata , ricca di piazzuole di ristoro , e percorsa da chi ti veda con simpatia e t'offra soccorro .
Il viaggio é lungo e faticoso , perché trasformarlo in raccapricciante esperienza ?

                                                                                         Messaggio psicografato il 24 Giugno .




domenica 6 settembre 2015

INTATTI E LUCIDI .









È palese a tutti , che l'esistenza , consiste principalmente d'insuccessi , se valutata in maniera pratica .
Raramente s'attuano progetti creativi , molto spesso non si raggiunge alcuna meta , e neppure si riesce ad agire secondo i propri principi ed intendimenti .
Si direbbe un fallimento totale , un esercizio frustrante ed inutile .
È - al contrario - il nostro mezzo d'elevazione piú efficace e produttivo .
Se non ce ne accorgiamo , é perché ci lasciamo contagiare da chi considera , con pessimismo , le finalitá del genere umano , ingigantendo i dubbi di coloro , che non prosperano materialmente .
Per sfatarne l'influenza e costruirci motivazione , immaginiamoci come avventurieri sbarcati s'una isola inesplorata , ricoperta di densissima vegetazione .
Ad ogni passo , c'attende un imprevisto .
Innumerevoli pericoli possono attingerci in qualsiasi momento , e provocare danni considerevoli .
Eppure , abbiamo la percezione che , anche una minima scoperta , un frammento di conchiglia , un avanzamento millimetrico , giustifichi tanti disagi e sofferenze .
Se non fosse cosí , saremmo rimasti altrove , comodamente seduti in poltrona ad ammirare la nostra nullitá .
Sicuramente siamo partiti alla conquista d'una nuova esistenza , con la convinzione di rendercela radiosa , d'utilizzarla per penetrare realtá ancora precluse .
Impediamo , allora , che si sminuisca , semplicemente perché a nessun'altro sembra interessare , e molti s'accaniscono nel tentativo di complicarcela .
Lasciamo a loro , il compito di visitare altre isole , o di nutrirsi di radici nella foresta , dove decidano di perdersi .
Non ci compete interferire con le loro scelte .
L'impegno da dedicare alle ricerche é tale , da non consentirci distrazioni : concentriamoci , determinati ad investigare tutto quanto é alla nostra portata .
Ma , per acquistare completo significato , l'esistenza che viviamo in prima persona , si colloca nel fitto groviglio della giungla umana .
È lí che , sotterrati da cumuli di foglie secche , troveremo noi stessi , intatti e lucidi , come stelle cadute dai cieli .

                                                                                    Messaggio psicografato del 24 Agosto





sabato 5 settembre 2015

RESPIRARE POESIA ...










Molto piú penetranti del soffio d'un uragano , parole insensate flagellano gli sprovveduti e ne accecano le menti .
Chi le pronuncia , si rende responsabile dei tristi effetti che producono .
È estremamente grave proiettare , negl'occhi di chi vede poco e male , immagini di realtá distorte , fingendo che siano veridiche e luminose .
Ma é quanto avviene ogni giorno sulla Terra .
Circolano milioni d'influenze aliene , che determinano altrettanti comportamenti opinabili , e traducono in malvagitá , il minimo dei fraintesi .
Non permettiamoci di contribuire alla loro diffusione , utilizziamo la massima prudenza , prima di parlare in pubblico d'argomenti , suggeriti da chi ci vuole utilizzare come veicoli di distruzione morale .
I momenti di massima tentazione , non si vincono imbrigliandosi la lingua , dato che il pensiero si trasmette anche silenziosamente , appena con uno sguardo di complicitá .
Si ricorra allora alla Poesia , arte sublime che permette di sorvolare le debolezze umane , sublimandone la presenza .
Al contrario della prosa , ch'ingrana meccanismi soggetti a deteriorarsi durante la loro attuazione , l'espressione poetica spesso trascende , sfuggendone la logica perniciosa .
Ausilia la mente che la desclama con passione , ma , anche soltanto accompagnandone il ritmo , si beneficia d'un coinvolgimento áulico , raramente induttivo al male .
Quando dispensiamo consigli ed attenzioni , facciamolo in forma graziosa ed armonica , evidenziando quanto di piú luminoso contengono , e , discretamente , ignorando le ombre che producono .
Non si sprechino le mille occasioni , che riflettono la bellezza di vivere .
Enfatizzandole , si respira e produce poesia , la si comunica a tutti , combattendone l'inaridimento dei cuori .

                                                                         Messaggio spirituale del 18 Agosto .







venerdì 4 settembre 2015

L'ALCHIMIA DELLE STELLE ...









Il chiarore ch'illumina un semplice seme di cumino , e l'invita a crescere , é lo stesso che dischiude i petali del perdono , offrendo loro la speranza della gratitudine eterna .
Per riconoscerne la potenza , muoviamoci , a testa alta , in direzione della sua sorgente .
L'unico compito , al quale non si deve rinunciare , consiste nel ricevere e rimandare dappertutto , effervescenti particelle d'Amore .
Sono loro i motori cosmici , le presenze che preannunciano il trionfo definitivo della Luce .
Anche chi si rifiuta d'ammetterne l'esistenza , non ne evita l'influsso , partecipa inconsciamente alla loro diffusione , mutando costantemente , rischiarandosi l'orizzonte .
Gl'inviati della quintessenza si succedono numerosi , in moto perenne ; a loro non servono ali per volare , li trasportano le onde che agitano ed increspano il mare universale .
Per riassumere l'alchimia delle stelle , basta immaginare il sorriso dell'anima , mentre affronta la grande traversata , il risveglio dello spirito quando s'unisce al Tutto , ed  il ritrovamento dell'infinita tenerezza .
Sulla Terra , l'elisir - prodotto miscelando raggi di sole con lacrime di compassione - irriga la pianta del perdono , in modo che attecchisca e fruttifichi .
È ai suoi piedi , che nascerá un nuovo Mondo .

                                                                 Messaggio psicografato il 19 di Agosto .





giovedì 3 settembre 2015

LE DIMORE DEL PASSATO ...







È sul terreno che calchiamo , che s'imprimono le nostre orme .
S'un prato fiorito , nell'umida sabbia o nella neve incontaminata .
Ma - soprattutto - sul corpo e nell'anima , di chi opprimiamo e calpestiamo .
Siamone coscienti , prima di compiere azioni , e formulare pensieri , di cui , poi , inevitabilmente , dovremo pentirci .
Non puó servirci da giustificazione , il ricordo d'esistenze , caratterizzate da ricorrenti comportamenti ignobili .
Qualora si pretenda avvalersi delle attenuanti , concesse a chi proviene d'ambienti moralmente meno evoluti , si abbia almeno l'onestá d'ammettere le proprie limitazioni .
S'agisca con la volontá d'apprendere a migliorarsi , sforzandosi di dimenticare idee e maniere , che non sono piú appropriate , nella realtá che s'affronta ora .
È - invece - molto comune , che si ripetano , qui , atteggiamenti appresi su corpi siderali dove costituiscono la norma .
Lá passano ignorati , vengono condonati abitualmente .
Sulla Terra , sono ancora consentiti occasionalmente , ma , di sicuro , ritardano qualsiasi forma di progresso , sia personale che collettivo .
A questo punto , é importante capire che l'evoluzione comporta , sempre , cambiamenti sostanziali .
Spetta a chi ne percorre il cammino , optare per un approccio progressivo , in modo d'evitarsi la drasticitá , imposta a coloro che si trincerano in rigide convinzioni , e s'aspettano d'applicarle in eterno .
Al piú presto , s'abbandoni - quindi - la scusa ch'esistano tradizioni siderali , alle quali si debba mantenersi fedeli .
Ogni esistenza va vissuta , usufruita , nobilitata al meglio , nella localitá dove si srotola .
Anche a milioni d'anni-luce di distanza dalla precedente dimora , non lasciamo che la nostalgia , e l'abitudine , ci condizionino , .
Dedichiamoci con umiltá a questo meraviglioso giardino , pur se c'appare tanto differente da quelli coltivato in passato , in terre aride d'amore ed invase da parassiti .
Calandoci nella realtá terrestre , per quanto esotica e difficile ci risulti , contribuiremo al suo crescimento .
Presto ne apprezzeremo le peculiaritá . destinando al macero , il cumulo di cartoline , inviate da dove abbiamo vissuto in passato .

                                                                   Messaggio psicografato del 27 Agosto .





mercoledì 2 settembre 2015

PICCOLI INCIDENTI DI PERCORSO ...










Numerose come le stelle che punteggiano il cosmo , infinite sono le possibilitá di riscatto dagli errori commessi .
Si rifugga - quindi - da chi dispensa condanne eterne , ed ignora che ci si migliora , sbagliando continuamente .
Impariamo a perdonarci , quando non abbiamo corrisposto all'intenzione d'evitare trappole , che tende il destino o c'imponiamo noi stessi .
È fondamentale valorizzare quel briciolo di bontá , ch'é presente anche nella piú malvagia delle nostre azioni .
Se l'edificio vacilla , é sulle fondamenta che si deve intervenire .
Ma , in ogni animo umano , inquestionabili valori costituiscono base solidissima : non viene da lí la causa dei crolli che ci travolgono .
Attribuirci lacune e debolezze , che non possediamo intimamente , é uno degl'errori piú comuni che si possano commettere .
Produce un falso alibi , che - invece di contribuire all'assoluzione - cala in una posizione insostenibile , determina lotte e confusioni , tra psiche e mente , e non suggerisce alcuna soluzione .
Imponiamoci , piuttosto , di riconoscere che , pur con i migliori propositi e la massima dedizione , é inevitabile incorrere in errore , perché cosí avviene il processo d'edificazione della realtá sulla Terra .
Qualunque risultato producano le intenzioni , non mutano minimamente la nostra essenza , che permane ottima , e dipende soltanto dall'Amore universale , di cui é parte integrante .
Perció , amiamoci molto , e molto in profonditá .
Consideriamo i piccoli incidenti di percorso della vita , come totalmente estranei al nostro essere , al quale - peró - forniscono prezioso strumento di miglioramento .

                                                                      Messaggio Spirituale del 15 Agosto .