.

.

.

.

....

....

POTENDO SCEGLIERE , PREFERIRESTE :

NEI FILM , LA NUDITÁ È UM ELEMENTO IMPORTANTE ?

martedì 31 marzo 2015

CUORE FODERATO !!











Molteplici involucri rivestono il cuore votato all'egoismo .
Sono spessi e fitti , come la pelliccia dell'orso polare .
Mantengono il calore , proteggono da ogni intrusione ed affronto .
Chi s'accomoda , rimboccandosi sotto quelle coperte , s'avvicina alla soddisfazione di quelle che crede necessitá inderogabili .
E , per un po' , si sente piacevolmente sprofondato al centro del Mondo .
In realtá , vive in un castello di carte , destinato a crollare per un soffio di vento .
Chi - invece - espone il proprio cuore alle intemperierie , ed agli insulti del prossimo , ottiene risultati profondi e duraturi .
Il rivestimento che si crea in tal modo , si nutre di coraggio e perseveranza , aumenta in resistenza , ogni vola che lo si mette alla prova .
Non vergognamoci allora ad uscire allo scoperto , a tendere la mano , anche a chi potrebbe frantumarla con un mattone , o ricoprirla di escrementi .
Ricordiamoci che , quando sorgono difficoltá in conseguenza di slanci generosi , stiamo vaccinandoci per il futuro , mentre , se cadiamo correndo dietro al piacere , raramente ci rialzeremo indenni .

                                                               Comunicazione spirituale del 21 Marzo scorso .






lunedì 30 marzo 2015

IL RITMO DELLA DANZA ..









Sempre , quando la vista é opaca di pianto , un calore intenso si propaga dal cuore .
Allora , le lacrime , evaporandosi , partono per un lungo viaggio , che le porta ad irrorare i campi della felicitá eterna .
Ogni dolore , anche il piú lancinante , é una porta che s'apre verso un paesaggio d'incredibile bellezza , dove regnano Amore ed Equilibrio .
Senza sofferenza , é molto difficile raggiungere mete ambite , perché ci si perde in distrazioni ed effimeri piaceri .
Ma non si creda che la vita sia una continua ricerca di motivi per piangere .
Al contrario , per chi si preoccupa piú per gli altri che per sé stesso , sono frequenti le occasioni d'allegria .
È quando ci dimentichiamo d'amare , che incoraggiamo la comparsa di mille acciacchi .
Se rallentiamo il ritmo della danza , le gambe si ribellano , vien voglia di sedersi e non rialzarsi piú .

                                                                       Messaggio psicografato il 22 Marzo scorso .




sabato 28 marzo 2015

IL TRENO !!












Il treno é una presenza che credete esclusivamente terrestre , la vostra immaginazione , molto limitata , non permette di considerarlo come mezzo di trasporto in un'altra dimensione .
Ma , nello Spazio , invisibili all'occhio umano ed ai suoi strumenti artificiali , sono molti i veicoli simili ai convogli che scivolano su rotaie .
La loro utilitá é grande , smisurata come le distanze che percorrono .
Se si vuole , il treno é anche una meravigliosa metafora , che illustra le caratteristiche del processo evolutivo , a cui ogni spirito si sottopone .
Nello stesso vagone vengono a trovarsi , gomito a gomito , entitá molto differenti , anche se tutte dirette verso la stessa meta , il capolinea Universale .
Ne nasce una convivenza molto precaria .
Chi capisce l'importanza del viaggio , s'adegua con pazienza alle difficili circostanze che comporta , ai disagi di quell'ambiente traballante ed affollatissimo .
Mentre , chi é ancora ignorante e dubbioso , fa di tutto per scendere precipitosamente .
Ed aggredire coloro che , animati da nobili propositi caritatevoli , cercano di dissuaderlo o trattenerlo .
Quel treno contiene tutti , anche coloro che s'illudono di non averne bisogno , di poter arrivare da soli , senza condividere nulla con nessuno .
Facciamoci trasportare , tranquillamente , ma senza perdere di vista gli altri passeggeri , rimaniamo pronti ad alzarci ed a cedere il posto che occupiamo , se vediamo infelicitá e disperazione negli occhi di chi c'é accanto .

                                                                  Messaggio psicografato il 18 di Marzo .






                                                         

venerdì 27 marzo 2015

MARINAI DEL COSMO .










Siamo marinai del cosmo , anche se spesso c'impigliamo la veste in uno spuntone di roccia , che affiora dalla sabbia .
Non lasciamoci scoraggiare da piccoli contrattempi , manteniamo fisso lo sguardo sulla linea dell'orizzonte , lá dove s'avvicendano gli astri che visiteremo presto .
Intanto , accontentiamoci di raccogliere conchiglie ed alghe , di mimare il movimento d'un granchietto ; lasciamo che il vento salmastro c'attorcigli i capelli .
Ogni piccolo passo avvicina alla meta .
Chi ci vuole arrivare di corsa , é soggetto a molte rovinose cadute , s'attarda irrimediabilmente , mentre , chi cammina lento ma sicuro , progredisce sempre .
Se date un passo sul ghiaccio , vi muovete in modo traballante e precario .
È molto meglio che attendere - immobilizzati dalla paura - il disgelo , e ritrovarsi con le membra congelate .

                                                                            Consigli spirituali del 10 Febbraio passato .




mercoledì 25 marzo 2015

ACCAREZZIAMO FIORI









Accarezzando i fiori , l'invogliamo a richiudersi prima che finisca il giorno .
Non é contro Natura dar loro un po' di riposo anticipato .
Allo stesso modo , con abilitá e delicatezza , possiamo aiutare animali e persone che patiscono le pene d'una vita difficile .
Trasmettiamo pace attraverso le mani , usiamole come strumenti di soccorso .
Un tempo servivano per difendere da aggressioni e tormenti , ci procuravano alimento e comoditá .
Adesso , le dobbiamo impegnare per spandere semi di concordia ed amore , per curare le ferite sul corpo di chi soffre , e non s'aspetta di ricevere altro che insulti .
Manteniamoci attivi con il pensiero ed , attraverso il battito del cuore sgombro da pregiudizi ed offese , ma - poi - con le mani doniamo flussi d'energia positiva , che illuminino chi ci circonda .
Siamo antenne dotate d'enorme potere , emettiamo segnali che nessun ostacolo detiene .

                                                                                                           Consigli spirituali dell'11 Febbraio .







martedì 24 marzo 2015

LUCI & OMBRE .









Per riconoscere l'ombra , si deve provenire dalla luce .
Chi ha sempre vissuto nelle tenebre , pensa che sia quella l'unica realtá .
Quindi , non preoccupatevi se una macchia scura deturpa l'orizzonte , é soltanto un sintomo passeggero , che non puó annientare il chiarore eterno , verso il quale siete diretti .
Ma osteggiate questa presenza scomoda , evitate di darle la vostra attenzione , che ne alimenterebbe l'importanza .
Se v'appare nella notte , com'é sua abitudine , contrapponetele lo splendore che s'emana dal cuore , combattetela a colpi d'Amore !
Sicuramente , i suoi contorni si sfumeranno se , invece d'imprimerveli nella mente , li esporrete al chiarore della bontá .
Non sempre - peró - é possibile vincere il male , mostrando com'é piú brillante un pensiero positivo .
Sí , perché circolano idee che s'insinuano , camuffandosi .
Assumono identitá suadenti , per farsi accettare ed entrare nel nostro fortino .
Poi , soltanto quando si sentono sistemate nella nostra mente , rivelano la loro perversitá .
Sono autentici germi spirituali , capaci d'alterare l'equilibrio di chi , incautamente , accetta d'accoglierli .
Se la loro efficacia é molto limitata , fintanto che aleggiano nell'oscuritá , una volta entrati nella nostra casa , sono in grado di controllarne l'illuminazione , spegnendoci ed accendendoci a loro piacimento .
Di certo conviene non sottovalutarli !
Rifiutate di aprir loro la porta , anche se vi chiedono , simpaticamente , vitto ed alloggio .
Ricordate che sono ombre che si nutrono d'oscuritá .
Vi chiedono ospitalitá perché sanno che , la Luce ch'ostentate , é effimera , facile da disinnescare .
Siate forti , dimostrate a voi stessi che nulla vi puó adombrare , che le macchie scure sono solo impurezze che colpiscono la rétina , ma che sapete mantenere fuori dal cuore .
Dopo aver letto questo messaggio , notate che si sono dissipati alcuni dubbi , i vostri pensieri sono limpidi e chiari , come acqua sorgiva , ed il male é scappato via , per paura di ritrovarsi sotto il riflettore della vostra coscienza .
Ma dovete combattere in ogni istante , non soltanto quando vi concentrate nella preghiera .
L'efficacia della Luce , che vi portate dentro , dipende dai pensieri positivi , con cui la nutrite costantemente .

                                                                                                       Messaggio arrivato il 12 Gennaio scorso .





lunedì 23 marzo 2015

IL RITORNO ALLE ORIGINI ...










Sulla Terra , all'inizio dei tempi , la rudimentale umanitá manteneva stretti contatti con gli spiriti delle stelle , a cui chiedeva frequentemente consiglio e protezione .
Di conseguenza , si verificó un progresso indotto , piú rapido e profondo , di quello che le premesse circostanziali avrebbero generato .
Presto - peró - l'uomo , invaghendosi di sé stesso , pensó d'essere onnipotente .
Rinunció , cosí , all'aiuto dei suoi predecessori , trasformando le comunicazioni spirituali in fenomeni superstiziosi , riservati ad una minoranza occulta .
La Storia insegna che - d'allora - il vostro progetto carente causó una sequela interminabile di guerre , soprusi , dissesti ambientali , e , soprattutto , diffusa infelicitá .
Finalmente , adesso , si stanno creando le condizioni per un ritorno alle origini .
Tutte le discipline scientifiche umane cominciano a concordare , indicano ch'é estremamente illogico spiegare il cosmo come un infinito arcipelago disabitato ed inutile .
È ormai inevitabile che venga ristabilita la regola universale , secondo la quale s'avanza piú rapidamente , quando si segue chi giá conosce il cammino .
Si tratta d'un processo molto costruttivo ed efficace , che - invece di ridimensionare chi lo intraprende - si rivela fonte inesauribile di fiducia e determinazione .
Richiede una buona dose della qualitá dei forti , quell'umiltá che pochi di voi sanno coltivare .

                                                                              Messaggio psicografato del 6 Marzo scorso .




sabato 21 marzo 2015

IL POLVERONE DEI SALTIMBANCHI ...









Una linea tracciata nella terra scura , delimita la libertá di chi non osi attraversarla .
Ma , costituisce ostacolo , soltanto se non si crede in sé stessi , e s'aspetta dall'alto un incoraggiamento , per compiere un viaggio giá intrapreso mille volte .
Si deve capire che , ció ch'é prezioso , non sempre trova facili acquirenti .
Allo stesso modo , le nostre migliori intenzioni vengono spesso travisate e combattute , per ignoranza o malvagitá .
Evitiamo allora di scoraggiarci .
Basti la percezione d'essere nel giusto , amando senza esigere alcuna ricompensa .
È l'unica libertá su cui potremo sempre contare , che nessun impostore puó sottrarci .
Facciamone uso , senza chiedere motivi e spiegazioni , che pochi sono in grado di fornire .
Il polverone che accompagna le evoluzioni dei saltimbanchi ha abbagliato intere generazioni .
Non lasciamo che accechi totalmente la nostra .

                                                                                  Messaggio spirituale del 19 Febbraio .




venerdì 20 marzo 2015

.... VISTA RELATIVA ....









Vista da lontano , nello Spazio , la casa che ci ospita appare monocromatica . é una sfera azzurra .
Eppure sulla Terra i paesaggi sono dipinti con grande varietá di colori , di cui nessuno assume un ruolo dominante .
Si deve dedurre che l'immagine dipende da dove si trovi chi l'osserva .
Tale constatazione é valida anche per l'ambiente morale , e le energie spirituali che lo compongono .
Infiniti sono i dettagli che caratterizzano l'Universo .
Non si puó quindi pretendere che la realtá abbia connotati specifici , definiti rigidamente .
Sarebbe come voler comprimere tutto il cielo in un barattolo di marmellata .
Apprendiamo a concedere sempre il beneficio del dubbio .
A non sentirci i padroni d'alcuna veritá !
Eviteremo cosí una grande sorpresa , entrando nel giardino dove Bene e Male convivono tranquillamente , ed una porta di Luce s'apre da sola .
Il colore di quel luogo é indescrivibile , racchiude infinite sfumature ed ombre .
È lí che ognuno vede la sua immagine riflessa .

                                                                Messaggio spirituale del 22 Febbraio .





giovedì 19 marzo 2015

... POZZO SIDERALE ...










È inesauribile il pozzo d'energia che alimenta costantemente la crescita siderale .
Costituisce fonte primaria di vitalitá cosmica , ma anche noi , piccoli coloni terracquei , possiamo attingervi liberamente , ogni giorno .
Affidiamoci cosí , con serenitá e fiducia , ai meccanismi che c'irrobustiscono l'anima , rendendola capace di qualsiasi impresa .
Sono a disposizione dei volonterosi che ne comprendano l'utilitá , siano pronti a progredire , applicandosi , e non risparmiando il minimo sforzo .
Appena entrato nel contesto magnetico corrispondente , lo spirito verrá risucchiato nella direzione piú favorevole , come un aliante che si fa trasportare dalle correnti ascensionali .
Non si tratta di processo facile - peró - perché le rotte sono infinite , e tutte molto insidiose e complesse .
Per tale motivo , quanto prima ci convinciamo della nostra debolezza , piú opportunitá avremo per corroborare ogni piccolo passo , e costruirci sopra un cammino agile e produttivo .
Non sono mai le disgrazie ad annientare , é l'incapacitá spirituale di cui soffriamo , che - spesso - impedisce di superarle e ci mantiene prigionieri di fantasmi immaginari .
Sappiamo che sta arrivando il tempo di rompere le catene e decollare , ma - se non potenziamo il motore - il volo sará breve e terminerá tragicamente .

                                                         Messaggio spirituale trasmesso il 9 di Marzo .






mercoledì 18 marzo 2015

COLTIVARE INIMICIZIE






Sottrarre al nemico le armi che ci minacciano , quando diventa una necessitá inderogabile , non é azione di cui ci si possa vantare .
La pace duratura si costruisce sforzandosi d'ignorare qualsiasi ostilitá , non rispondendo alle provocazioni , ed amando tutti indistintamente .
Riconosciamo - peró - l'importanza di chi é malvagio e cerca di distruggerci .
Indica la strada che porta alle tenebre , permettendo cosí alla nostra coscienza di non perdersi , e d'incamminarsi in direzione contraria .
Se , sulla Terra , il male si trova dappertutto , é perché si rende necessario nell'edificazione di qualsiasi opera di bene , come un cemento che unisca cuori generosi e povere anime infelici .
È - infatti - in presenza di forze opposte , che gli slanci amorosi si possono affermare con valore ed apportano grande merito a chi li asseconda .
Coltivare amicizie , per quanto auspicabile e gratificante , non é propriamente un compito arduo , tale da determinare progressi degni di notevole apprezzamento .
Ma vincere l'odio , aiutare chi c'attacca , sapendo che - invece di ringraziamenti - riceveremo altri insulti , é atto molto piú eroico della vendetta , madre di tutte le guerre e miserie umane .

                                                                          Messaggio psicografato il 10 Marzo passato .






martedì 17 marzo 2015

AMORE A PICCOLE DOSI .










Per chi utilizza le tenebre per dissimularsi , un raggio di luce costituisce una minaccia , invade e confonde .
Molti vivono questa condizione , si considerano protetti , mantenendosi in luoghi impenetrabili al chiarore dell'Amore , si nutrono di malvagitá raccolte in stagni melmosi , putridi .
Sono creature oscure , che dovranno evolversi prima d'uscire allo scoperto .
Attendiamo con pazienza che avvenga la loro trasformazione .
Ma - per il momento - evitiamo d'illuminarle frontalmente , d'abbagliarle con sentimenti profondi .
Hanno sí bisogno d'essere condotte verso la sorgente , ma , labbra cosí aride , sopportano soltanto poche gocce prima di screpolarsi .
Spetta a noi capire la quantitá massima di Luce che possono assorbire .
Il bene sulla Terra va elargito con estrema cautela , mai ostentato , dosandolo a seconda della ricettivitá di colui a cui é destinato .
Con discrezione ed umiltá , se si vuole che attecchisca in terreno roccioso , sulla cima delle montagne .
Esercizio di pazienza ed equilibrio - puó paragonarsi all'apertura dell'obiettivo d'una macchina fotografica : per non sfuocare l'immagine , la luce violenta va schermata , l'esposizione ridotta .

                                                               Messaggio spirituale del 4 Febbraio scorso .





domenica 15 marzo 2015

RESTITUIAMO CIÒ CHE NON C'APPARTIENE !!








Continuando a distruggere habitat idonei alla biodiversitá , l'Uomo si troverebbe , presto , da solo ad abitare la Terra .
Corre il rischio di obliterare ogni animale , per nutrire il proprio egoismo , ed una distorta visione di benessere .
Ma sappiamo che verrá fermato a tempo , perché complessi meccanismi naturali non gli permettono l'egemonia , senza mettere a repentaglio la sua propria sopravvivenza .
Ad ogni modo , é utile che si rifletta sulle conseguenze della nostra presenza nei confronti delle altre specie animali .
Molte esistevano , e prosperavano , prima che comparissimo nel loro ambiente .
Poi , per millenni , hanno subito ogni genere d'affronto , si sono immolate , per assecondare il nostro progresso .
È arrivato il momento di ripagarli per i torti arrecati .
Restituiamo ció che non ci puó appartenere !
Facciamolo in modo spontaneo , esercitando verso i nostri compagni biologici , rispetto e compassione .
Facciamolo al piú presto , prima che ci venga chiesto di saldare i conti in modo molto doloroso e drammatico .

                                                                          Consigli spirituali del 16 Febbraio .





sabato 14 marzo 2015

PESCATO DAL FONDO D'UN OCEANO DI STELLE ...











Impercettibile ai vostri occhi , una fitta rete avvolge e mantiene prigioniero il pianeta azzurro , che fu pescato dal fondo d'un oceano di stelle .
Protezione efficace contro dannosi raggi cosmici , costituisce - peró - ardua barriera per chi vorrebbe espandersi nell'Universo .
Come la Terra , anche il cuore si deve opporre all'involucro paralizzante che lo contiene .
Per vincere tale schiavitú , forza e determinazione servono a poco , dato che , quella maglia che avviluppa , é dotata d'elasticitá e grande resistenza .
Emettete - quindi - piccoli impulsi d'energia vitale , che possano passare per varchi angusti , e scappino verso chi sia pronto a riceverli .
È cosí che s'espande l'Amore , dove viene ostacolato : in maniera discreta , ma insinuante .
Provatene l'efficacia , comparandola a quella di piú vistose manifestazioni , che si rivelano controproducenti .

                                                                               Messaggio ricevuto l'8 Febbraio scorso .





venerdì 13 marzo 2015

IN FONDO AL MARE .










Le piante di fichi che crescono nel deserto producono frutti piú saporiti di quelli che si raccolgono in un giardino ben curato .
È perché nessuno s'aspetta di trovare alimento tra le sabbie e sotto un sole cocente .
Vedete come vi sfugge la logica della Natura , che dispensa doni anche a chi non se li merita , vorrebbe che gli venissero recapitati a casa , mentre passa ore oziose seduto davanti al televisore .
In nessun angolino dell'Universo la vita é assente , neppure dove a voi sembra che nulla cresca e si riproduca .
Se per voi l'acqua é indispensabile , altrove potrebbe essere nociva .
Nella borsa colorata collocate , insieme ad una bottiglia piena , un'altra - d'uguale capacitá - vuota e stappata .
Poi avventuratevi con fiducia tra le dune , e marciate in direzione d'un riflesso di luce solare .
Quando il calore si fará insopportabile , sceglierete di bere l'acqua dal recipiente che la contiene .
Ma , se utilizzaste l'altra bottiglia - quella vuota - plachereste la sete per sempre .
Dove le nevi coprono il terreno per molti mesi all'anno , si dipende da cibo inscatolato per sopravvivere .
Quando tutto vi sará piú chiaro , troverete altri mezzi per nutrire l'anima , che , a sua volta , rinvigorirá il corpo .
Allora si potranno popolare luoghi inospitali - sulla Terra come nello Spazio - e ci saranno tavole imbandite anche in fondo al mare .



Si scivola sulla piastrelline umide che pavimentano la spiaggia emersa da poco .
Per mantenersi in piedi , bisogna aggrapparsi al cielo e lasciarsi sollevare di qualche centimetro .
Anche sul ghiaccio é difficile l'equilibrio .
Chi prende velocitá non sa come fermarsi , urla , chiede aiuto protendendo una mano , ma a nessuno interessa salvarlo .
Al tramonto , si spande profumo , le nuvole diventano corelle di fiori , eppure dalle rocce ghiacciate non sgorga acqua , ed i panieri rimangono vuoti .
Per attaccarsi alla sua condizione , l'uomo rischia di metamorfosarsi , assumere caratteristiche impersonali , di ritornare ad essere un metallo , una statua non ancora modellata .
Puó vivere nel deserto , in barca , pattinare sul ghiaccio , accatastare neve per aprirsi un cammino .
L'importante é che si ricordi che ogni ambiente é transitorio .
Se ci s'affeziona ad un luogo , sará doloroso lasciarlo .
Meglio allora costruirsi l'abitazione in mezzo a paludi maleodoranti , o tra persone ostili e chiassose .
I campi di neve nel lungo inverno polare , ostili ed abbacinanti , sono dimora appropriata per l'uomo che conta i giorni che lo separano dall'arrivo della carrozza scura .
Il suo amore lo trasporta lontano , gli riscalda il cuore , permetterebbe d'abitare anche in fondo al mare .

                                                                                  Messaggio ricevuto nei giorni 6 & 7 Gennaio 2015 .










giovedì 12 marzo 2015

SVENTOLARE UNA BANDIERA ...










Sventolare una bandiera non é un'innocua manifestazione folclorica .
Implica un sentimento d'appartenenza , d'affiliazione ad un'entitá che - in effetti - é artificiale e transitoria , e , perció ,  non merita soverchia importanza .
Troppe vite umane si sono immolate all'ombra d'una bandiera , per difendere la gloria d'una nazione , non il benessere e la sicurezza dei suoi abitanti .
Presto la Terra , unificata sotto il vessillo dell'Amore , non conoscerá piú frontiere geografiche , e separazioni d'ogni sorta .
Capiremo allora l'assurditá di tanti conflitti per affermare sovranitá che oppongano un fratello all'altro , invece di rinsaldare legami ch'é innaturale tentare di dissolvere .
Il vento non distingue le bandiere dai panni stesi ad asciugare .
Con violenza o dolcezza , senza alcuna discriminazione , agita qualsiasi tessuto che gli s'esponga .
Sarebbe meglio se imparassimo a fare lo stesso , dedicandoci soprattutto a sventolare la bontá del nostro cuore .

                                                              Consigli spirituali del 18 Febbraio .





lunedì 9 marzo 2015

ZAVORRA INUTILE !












Per chi corre su terreno scivoloso , la caduta non é un imprevisto .
Cosí , per l'Uomo in fragile condizione , é importante che l'errore sia soltanto un passo-falso , da cui si riprenda facilmente .
Ricordiamoci che la fallibilitá é inerente al nostro progresso , non merita d'essere enfatizzata né detestata .
È su traballanti fondamenta terrestri che si costruisce una solida casa cosmica .
Soltanto quando s'abbandona la strada maestra , ci s'accorge dell'insicurezza del viaggio .
Accettiamo quindi , serenamente , ogni mancanza che commettiamo , le apparenti contraddizioni , i desvii dal cammino che ci sentiamo destinati a percorrere .
Apprendiamo ad amare , assieme ai nostri errori , anche l'incapacitá di prevenirli ed evitarli .
Ripetendoci ch'é attraverso un percorso tortuoso che si raggiunge la piú ambita delle mete , depureremo da grandi fardelli la coscienza .
Liberatici della zavorra inutile , sentiremo meno difficoltá ad accelerare il passo .


                                                                                            Messaggio spirituale del 27 Febbraio scorso .



sabato 7 marzo 2015

LE PROFONDITÁ NASCOSTE .









Tutti sanno che le acque marine accolgono plancton , pesci d'ogni sorta , crostacei ed innumerevoli altre creature .
Ma é giú , nelle profonditá nascoste , lontano dalle onde , ch'esiste un movimento vibratorio molto attivo , impercettibile a qualsiasi strumento umano .
Materializzazioni del pensiero cosmico percorrono il fondo di tutti gli oceani , portando con sé presenze primitive , disadattate alla vita terrestre .
Sono come relitti di barche , che hanno navigato alla deriva per anni prima d'inabissarsi , senza lasciare alcuna traccia evidente .
Insieme alla numerosa comunitá spirituale di naufraghi ed affogati , ancora incapaci di risalire all'incontro della luce solare , intense forze magnatiche generano laggiú un ambiente estremamente polarizzato ed influente .
Si dovrebbe rispettare il fondo dei mari , non alterarlo in alcun modo .
Ma - sempre piú frequentemente - l'intervento dell'Uomo , deciso a sfruttare ogni angolo del globo , produce grande perturbazione anche lí .
E le conseguenze , disastrose , non si faranno attendere a lungo .

                                                                            Messaggio psicografato del 25 Febbraio .







giovedì 5 marzo 2015

GLI OCCHI DEL PENSIERO ...












Sulla Terra , per scorgere nitidamente i contorni d'un oggetto , é necessario che sia illuminato .
Sappiamo che la vista umana non penetra le tenebre .
Ma , se guardiamo attraverso il cuore , il buio non esiste , tutto si rivela nel massimo splendore .
È quello che avviene dove l'umanitá ha raggiunto la pace dei sensi , ed ha solo un vago ricordo della sua precendente condizione .
In tali mondi evoluti , il pensiero é sovrano , non s'assoggetta a limitazioni imposte da fragili organi corporali .
È impossibile occultare .
Sono ormai scomparsi segreti e sotterfugi , s'apprezza l'esistenza senza mai mistificarla .
Ne deriva una felicitá profonda , ch'é impensabile per i terrestri abituati ad interpretare ruoli che richiedano grande sofferenza .
Eppure gli occhi del pensiero non dispensano completamente dai problemi .
In realtá , li evidenziano molto spesso .
Possiamo - quindi - affermare che non é la mancanza di difficoltá a caratterizzare una condizione superiore .
È da come s'affrontano , che si determina quale profitto s'ottiene superandole .
Se ció avviene in modo limpido e diretto , ottimo risultato é assicurato .
Anche per chi vive in un sistema meno evoluto , sono valide queste stesse considerazioni .
Non crediate che esista un solo luogo nell'Universo dove ci si possa esimere dall'Amore per progredire .

                                                                    Comunicazione psicografata del 20 Febbraio .




lunedì 2 marzo 2015

LA VOCE DELL'ACQUA CHE SCORRE ...











La voce dell'acqua che scorre é una melodia sublime , senza tempo .
Esprime gioia , anche durante un violento temporale , che provoca devastazione e panico .
Mitiga gli effetti drammatici dell'alluvione che accompagna .
Rasserena e tranquillizza sempre , perché annuncia un messaggio d'Amore universale .
Dedichiamole almeno cinque minuti d'ogni nostro giorno , ascoltiamola , cercando d'impararne la lezione .
Concentriamoci sul ritmo delle gocce che si rincorrono giocose , gorgogliando e raccontando la parabola della vita .
Qualunque suono - anche il piú complesso - risulta monotono all'orecchio incapace d'apprezzarne l'infinita gamma di toni .
È necessario quindi esercitarsi , sapere come sintonizzarsi .
Ma - soprattutto - ricordiamoci che il cuore é una cassa armonica meravigliosa , da dove la musica sgorga copiosamente , se ne coltiviamo la presenza .
Apprendiamo ad incoraggiare l'udito dell'anima , che ci permetterá - un giorno - d'udire la voce di Dio .
Per ora , cerchiamola in ogni corso d'acqua , dovunque si muova un po' d'umiditá , in piccole onde sonore che conciliano il sonno dei sensi , ed ispirano pace e pazienza .

                                                                                          Comunicazione spirituale del 7 Febbraio .






domenica 1 marzo 2015

NELLA CESTA DELL'INCANTATORE ...











Nella grande cesta dell'incantatore , i serpenti s'attorcigliano intorno ai bocconi di cibo piú prelibato .
E noi , per quanto non sia facile distinguere persone e situazioni propizie , da altre essenzialmente negative , dobbiamo imparare a districarci .
Sulla Terra - infatti - non esiste separazione netta tra amici e nemici , tra chi nutre amore nei nostri confronti , e chi ci detesta .
Tutti conviviamo nello stesso calderone , alternando istinti e sentimenti , a seconda delle circostanze .
Nessuno é disposto ad offrirsi a discapito di sé stesso , pochissimi si dimostrano sempre degni di fiducia .
Cerchiamo di comprenderli con benevolenza , senza mai catalogarli come ostacoli alla nostra felicitá .
Accettiamo ció ch'é parte della condizione terrestre , sapendo che l'ambiente non incoraggia slanci di bontá , e che l'evoluzione é un processo continuo , di confronto con forze che ci s'oppongono .
Affrontiamo ogni giorno con estrema serenitá e tolleranza , collocandoci dov'é possibile fornire aiuto incondizionato a chiunque lo richieda .
Per evitare di questionarne i motivi , puó risultarci utile uno sfoggio d'ottimismo ingiustificato , o l'esercizio della suggestione .
L'importante é arrivare a credere che nulla abbiamo da temere , e che tutti - nessuno escluso - sono compagni del nostro viaggio di sempre .

                                                                Messaggio spirituale del 23 Febbraio scorso .