.

.

.

.

....

....

POTENDO SCEGLIERE , PREFERIRESTE :

NEI FILM , LA NUDITÁ È UM ELEMENTO IMPORTANTE ?

giovedì 26 febbraio 2015

L'ERBA RICRESCE SUI CAMPI DI BATTAGLIA !













L'erba ricresce presto sui campi di battaglia , dove gli eserciti l'hanno calpestata .
La Terra é un pianeta in continua rigenerazione .
Corpo celeste , che - come tutti gli altri - vibra d'una energia inesauribile .
Osserviamo con attenzione l'ambiente che ci circonda , nel quale interagiamo , imparando lezioni importanti .
Capiremo cosí il motivo della nostra esistenza , ch'é indissolubilmente legata al destino dell'Universo .
Esili fili d'erba spuntano dal terreno seminato , crescono desiderando la Luce .
Si confrontano con siccitá , forti venti dei temporali , ed altri tipi d'aggressione .
Ma non li considerano castighi divini .
Sanno che sono strumenti per provare forza e perseveranza .
Allo stesso modo , si devono comportare gli esseri umani , appofittando d'ogni difficoltá per irrobustirsi .
Smettere di considerare i rovesci di fortuna come elementi perniciosi della vita .
S'ammassano pietre per costruire edifici solidi .
Una pianta cresce piú resistente , se arrigata con lacrime .

                                                                         Messaggio spiritale del 15 Febbraio .






mercoledì 25 febbraio 2015

LIBRI DI CINQUE PAROLE ...











Anche in un libro di cinque parole puó alloggiare molta veritá .
Ma , non é soltanto per mezzo della scrittura , che l'Uomo comunica e s'evolve .
Ci sono biblioteche piene d'inutili esercizi di vanitá , e di stucchevoli racconti di dubbio valore morale , prodotti concepiti esclusivamente per ragioni commerciali .
In tale contesto , la letteratura apporta molto poco al progresso dell'Umanitá , rischiando di rallentarlo .
Sfuggono a tale critica i messaggi psicografati , che - comunque - non possono considerarsi Opere-d'Arte .
Dopo un serio processo di valutazione e verifica , sono articoli da divulgare , anche se con la massima cautela .
È indispensabile - peró - che non divengano mai fonte di lucro !
Ovviamente , perché non si deve vendere ció che viene donato .
Aggiungiamo che , per mancanza d'affinitá , é impossibile trasformare parole dell'aldilá , in oggetti che - sulla Terra - abbiano valore monetario .
Costituiscono testimonianza d'Amore e Buona Volontá .
Vanno ricevuti con attenzione , evitando d'eccedere in credulitá .
Sono consigli d'Amico , che ognuno é libero d'accettare o rifiutare .
Per rispetto verso chi li trasmette e chi li riceve , evitiamo - peró - di volgarizzarli .

                                   Messaggio spirituale di ieri , destinato perticolarmente a chi legge questo Blog







lunedì 23 febbraio 2015

MALATI ALTAMENTE INFETTIVI .









Chi maneggia oggetti affilati , contempla il rischio di tagliarsi .
Ma - scientemente - preferisce ignorarlo , per semplificarsi il lavoro .
Allo stesso modo , agisce nei confronti degli altri esseri che gli popolano l'ambiente .
Sa che molti sono ostici ed aggressivi .
Eppure - entrando in contatto con loro - deve dimenticarsi della prudenza eccessiva , ed aver fiducia in sé stesso .
In fondo , é cosí che si puó riassumere il compito di tutti .
Interagiamo con gli altri , anche s'é un processo estremamente pericoloso e frustrante , spesso causa di dolore .
Fintanto che le condizioni su questo pianeta rimarranno difficili , c'é d'aspettarsi che soltanto pochissimi abbandonino la corazza , e si limino gli artigli .
Per molti , la presenza scomoda di chi s'avvicina , costituisce giá motivo di preoccupazione e disagio .
Si sentono in dovere di difendersi , senza che nessuno li abbia provocati ; urticano anche chi manifesta buone intenzioni .
Indubbiamente , é problematico relazionarsi con coloro che si comportano in tal modo .
Ma la loro aggressivitá non ci esime dal fornire Amore .
Vanno - peró - trattati come malati altamente infettivi .
La caritá non comporta rischi inutili , e spesso controproducenti .
Indossate un atteggiamento protettivo , fate ampio uso di schermi e filtri .
Non é facendosi contagiare , che si soccorrono gl'infelici !
Mantenendovi sani ed equilibrati , potrete raggiungere un gran numero di bisognosi , mentre , aprendo le difese , fornireste soltanto cibo agli avvoltoi .

                                                                                Comunicazione ricevuta il 5 Febbraio scorso .




domenica 22 febbraio 2015

PIZZICA LA LINGUA ...











La lingua , se pizzica , va controllata .
Con un movimento adeguato .
Cibi fortemente speziati provocano un bruciore caratteristico , ma , é quando parliamo in modo inopportuno , che si creano condizioni di disagio , capaci d'alterare qualsiasi situazione .
A nessuno deve sfuggire l'importanza di misurare le parole .
Soprattutto se si subisce una provocazione , e ci sarebbe motivo per affermare le proprie ragioni .
Sono momenti che mettono a dura prova l'esercizio della pazienza , che testimoniano , o no , la volontá di progredire attraverso le difficoltá .
È quando dimostriamo il grado di saggezza raggiunto .
Se cadiamo nella trappola che ci viene tesa , e rispondiamo per le rime , avvaloriamo l'incapacitá di gestire il cuore , di lasciarlo battere sempre tranquillo .
Allora , le parole sono proiettili che certamente ritorneranno per colpirci .
Invece - se inghiottite prima d'uscire dalla bocca - vengono dimenticate in un istante , non lasciano alcuna traccia .
Principalmente quando tutto contribuisce ad alimentare il desiderio d'esprimerci verbalmente contro qualcuno , se un insulto c'arriva all'orecchio , o la facile ironia stuzzicherebbe una pronta reazione .
Astraiamoci , diventiamo trasparenti , respiriamo a fondo aria pura , disintossicante

                                                                                             Consiglio spirituale del 13 Febbraio 




.

venerdì 20 febbraio 2015

LA VALLATA DEI MILLE FUOCHI .









I cavalli selvaggi prediligono luoghi inospitali per galoppare liberamente , crescere e riprodursi , assecondando la Natura .
È nella vallata dei mille fuochi che hanno fissato dimora .
Lassú , le fiamme risparmiano soltanto i sassi e qualche arbusto incallito ; il terreno é generoso quando cede il passo , piegandosi al volere della pioggia di primavera .
In un ambiente cosí , prosperano anche le anime di chi non s'é mai allontanato .
Pur senza vederle , ne intuiamo la presenza .
Un viso di giovane donna ammira il volo d'un falco affamato , due bambini nudi stanno dipingendosi di fango , pur aspettandosi che la mamma interrompa presto i loro giochi .
Insieme a molti altri , che assistono - tra le montagne - al passare delle stagioni , costituiscono una piccola comunitá , isolata ed autosufficiente .
Sono confinati lí , per non aver saputo esercitare iniziativa in vita .
La passivitá comporta questo tipo di conseguenza .
Abbandonare le membra indolenti al vento che trasporta , o offrirle al primo viandante che le reclami , é come lasciare che la neve s'accumuli davanti alla porta di casa .
Nella vallata dei mille fuochi si finisce , se non s'é voluto scalare le cime , costruire argini e ponti su fiumi in piena .
Non é un luogo riservato a cavalli selvaggi .
C'é posto anche per tutti noi .

                                                                                        Avviso spirituale trasmesso il 9 Febbraio .








giovedì 19 febbraio 2015

L'ALBERO DELL'AMORE !










L'Albero dell'Amore affonda le radici , addentrandosi in un terreno dal quale sa di poter estrarre tutti i nutrimenti .
Non sceglie di crescere nel deserto o sulla roccia dura .
Senza dubbio , é molto resistente ad ogni affronto , sfida le intemperie e non si lascia abbattere senza reagire .
Ma , per essere tanto forte , anche Lui deve ricorrere ad aiuti esterni , sentirsi corrisposto e sorretto da quanto lo circonda .
È nostro compito irrigarlo , fornirgli un ambiente favorevole , ogni cura di cui abbia bisogno .
Poi - una volte create tutte le condizioni propizie - spetta anche ad altri dedicargli attenzioni , corrispondere ai suoi impulsi amorevoli .
Sí , perché é un albero che non puó aver padrone : appartiene a tutti , ed a nessuno in particolare .
Chi l'oltraggia o decide d'ignorarlo , s'assume gravi responsabilitá , al pari di chi coltiva erbe nocive .
Dedichiamo i nostri sforzi all'Albero dell'Amore , ma non aspettiamoci che fruttifichi per noi .
Cresce rigoglioso soltanto se , e quando , sente armonia intorno a sé , e la bontá aleggia tra le sue fronde .
Basta un uccellaccio mal intenzionato per disturbare la sua pace , e reprimere i flussi benefici che si sprigionano dalle foglie .
Anche noi , pur con le migliori delle intenzioni , ci dobbiamo confrontare con una realtá il cui l'Amore tarda a diffondersi , e , molto spesso , non viene corrisposto .
Anche noi ci dobbiamo comportare come l'Albero : assicurarci a solide radici , a principi e convinzioni , che nutrano di bontá lo spirito .
E levare le braccia al Cielo .
La nostra crescita - peró - dipende anche da fattori negativi , che fanno di tutto per ostacolarla .
Diamo Amore in profusione .
Se ne riceveremo in cambio , sará un evento eccezionale .
Di solito , come per quell'albero , il raccolto sará scarso , sembrerá non premiare i nostri sforzi .
Non lasciamoci inaridire allora , continuiamo a lottare fin che il Bene trionferá .
E consideriamo che non sempre ció che appare costituisce la realtá : chi finge di non provare sentimenti , li nasconde dentro di sé , ed , un giorno , si vedrá costretto a rivelarli .
Per il momento , spetta a noi coltivare l'Albero dell'Amore .

                                                                                              Comunicazione spirituale ricevuta il 24 Gennaio 





.

lunedì 16 febbraio 2015

FACILE ALLEGRIA - ..... CARNEVALE !!!










Quando si prova allegria , per convogliarne un po' attorno , é necessario molto equilibrio .
Evitate d'imporre il divertimento in forma aggressiva , e d'utilizzare l'ironia .
Quello che vorrebbe essere uno scherzo innocuo , spesso viene ricevuto con risentimento , da chi non possiede lo stesso senso dell'umore .
È perché i livelli evolutivi degli abitanti della Terra sono cosí variati , da rendere imprevedibile l'apprezzamento d'ognuno , a riguardo di ció ch'é tollerabile .
Quindi - nel dubbio - é meglio astenersi da molte manifestazioni , che possano risultare offensive a chi non ne capisca il motivo .
Il vero Amore contagia , travolge , ma senza assumere il ruolo d'un giullare , o nascondersi in complicati meccanismi di comicitá .
Si trasmette con vibrazioni dolci , guardandosi negli occhi in silenzio , non attraverso frasi elaborate con termini grossolani .
Si basa sul rispetto delle differenze altrui , e mai gioca con i sentimenti , per quanto ordinari possano sembrare .
A volte , ridendoci su , aiutiamo a blandire la sofferenza , ridimensioniamo i problemi .
Evitiamo - peró - d'ostentare l'allegria .
Facciamo uso giudizioso d'un oggetto d'interpretazione , che puó venir frainteso .
Lasciamo ad ognuno la prerogativa di scegliersi il modo d'approfittare della vita , d'essere triste , se cosí gli conviene .
Da parte nostra , non si richiede altro che un sorriso amorevole .

                                                                            Messaggio spirituale del 14 Febbraio scorso .



domenica 15 febbraio 2015

LA VERA LONTANANZA .








La vera lontananza si misura in anni , non in chilometri .
Chi é vicino , vive una realtá contemporanea a quella dello spirito a cui si sente attratto .
Se - invece - sorgono discrepanze temporali , si verificano condizioni che ostacolano l'armonia , e soffocano la trasmissione di messaggi amorevoli ed illuminanti .
È importante , quindi , abbattere barriere , che una cognizione ottusa del tempo produce .
Idealmente , bisognerebbe svincolarsi da ogni condizionamento , che non faccia parte dell'essenza che ci costituisce .
Dato che siamo immortali , darci un'etá o rimanere calati in un periodo storico , ha un significato riduttivo .
Eppure , molti credono d'esistere soltanto in un determinato momento , al quale s'aggrapano , disperatamente , con tutte le forze .
Soffrono d'una sindrome tipicamente umana , quella che induce a chiudersi in una gabbia , per sentirsi protetti ed evitare sgradevoli sorprese .
Per entrare a contatto con questi infelici , e fornire il nostro aiuto generoso , é necessario bussare alla loro porticina , e non scoraggiarsi se non rispondono .
Insistere , bussare con maggiore convinzione .
Quando - finalmente - qualcuno aprirá , non confrontiamolo con un orario , esercitando una pressione ch'é sicuramente artificiale , come lo sono il ticchettio d'un orologio e le pagine del calendario .
Presentiamoci come colleghi d'avventura , nati da poco , non come presenze antiche , quali siamo .
Dimentichiamo l'esistenza d'incontri precedenti .
Potremo cosí concentrarci sull'aiuto da fornire , senza dover dare spiegazioni , ed innescare sgradevoli ricordi .

                                                                                     Comunicazione spirituale ricevuta il 23 Gennaio .





giovedì 12 febbraio 2015

MILLE FOTOGRAFIE ...












Le parole d'un libro aperto a caso indicano una strada che nessuna mappa riporta .
E mille fotografie possono non riuscire a ritrarre il soggetto inquadrato .
È che , sulla Terra , ci si basa su parametri approssimativi e , quasi sempre , si percepisce una realtá distorta ed incompleta .
Si dovrebbe prestare maggior attenzione a segnali - poco appariscenti ma molto significativi - inviati da chi é in grado di fornire una visione piú ampia .
Imparate a fidarvi dell'intuito , di quel sesto senso di cui tutti siete dotati .
Chiudendo gli occhi , vi appaiono paesaggi dove la vostra presenza é necessaria e costruttiva , una realtá troppo importante per essere trascurata .
È lí che conviene calarsi , scegliendo d'ignorare i luoghi che vi circondano fisicamente , quelli che percepite con la vista e gli altri sensi .
In tale processo d'astrazione , che porta a meditare , rivestono grande importanza i messaggi spirituali .
Sono suggerimenti e rivelazioni , che vi giungono da dove esistono facoltá che non conoscete .
Costituiscono un valido aiuto per risolvere problemi ed accettare situazioni particolarmente ostiche .
Quando una malattia vi affligge , integrano mezzi di cura e possono accelerare il processo di guarigione .
Ma non sono una panacea , né la risposta a qualsiasi quesito .
Vanno considerati essenzialmente come consigli , che il vostro libero arbitrio permette di rifiutare , senza generare alcuna colpa .
Nessuna forma d'Amore si trasmette per imposizione .
Tanto meno quella che arriva da chi conosce bene il valore della fratellanza universale .

                                                                                  Comunicazione spirituale arrivata il 25 Gennaio .





martedì 10 febbraio 2015

UN GRANDE CONCERTO DI MUSICA CELESTIALE .










Le note musicali sono scalini d'avorio che portano il pensiero piú in alto delle nuvole .
Ma esiste musica celestiale anche in fondo ad uno stagno , o nel cuore indurito di chi si dedica al male .
Ogni quadro appeso alla parete suona la sua melodia , differente a seconda di come lo si guardi , e gli si mormori una parola .
Non é necessario possedere uno strumento e sapere come usarlo , per emettere suoni armoniosi , sinfonie e ballate .
Basta aprire la porticina del cuore , e lasciar volare via l'usignuolo prigioniero .
Il suo canto percorrerá monti e mari , raggiungendo i limiti del creato , allietando chi si fará trasportare .
Quando vibriamo al suo suono melodioso , emettiamo energia luminosa , non meno intensa di quella d'un astro celeste .
Pensare che sia soltanto un passatempo , o una distrazione della mente , é come credere che la lettura serva esclusivamente a stancare la vista .
Esercitare l'udito dell'anima é un dovere che produce grandi risultati : chi ascolta il rumore d'una cascata , o il rombo del tuono , e ne percepisce il significato universale , si cala all'interno di sé stesso , per sentirsi parte di ció che lo circonda .
Vive quindi dappertutto , senza mai sentirsi escluso , canticchiando una canzone allegra , a cui aggiunge una strofa ogni giorno .
Ricordiamo che lo Spirito puó ballare anche fuori dal corpo .
Se l'accompagna al suono d'una musica , é perché vuole insegnargli a muoversi in armonia , evitando di calpestare chi gli ruota intorno .
L'Arte non si vende al mercato , aleggia ovunque risieda uno Spirito felice .
Considerando commerciale la manifestazione che produce suoni musicali , ci s'illude di poter confinare l'immensitá in un involucro minuscolo .
Si commette un errore di valutazione , ma anche una crudeltá nei confronti di sé stessi .

                                                                                                      Messaggio ricevuto il 10 Gennaio scorso .





lunedì 9 febbraio 2015

CASTELLI CHE CROLLANO ...










Non sempre , chi vacilla , é debole , ha problemi a mantenere il suo equilibrio .
Molto spesso , rischia di cadere , perché il terreno gli balla sotto i piedi , ed il vento d'uragano s'impegna a spazzarlo via come fuscello .
Sí , la condizione umana comporta grandi difficoltá , ostacoli che bloccano il cammino anche al piú determinato degli spiriti .
Terremoti ed altri selvaggi eventi naturali , appaiono proprio dove e quando si crede di poter gestire la vita tranquillamente .
Come ogni altro genere d'insulto , costituiscono una sfida salutare , offrono occasione per fermarsi a riflettere , feriscono l'orgoglio , per esaltare l'altruismo presente in ciascuno di noi .
Invece di considerarli catastrofici , cerchiamo d'apprendere le lezioni che c'insegnano .
Abbiamone rispetto , ma non timore .
È soltanto di noi stessi che dobbiamo provare paura ; siamo i tiranni , gli aguzzini che scegliamo d'essere , in relazione al mondo che creiamo con le nostre mani .
Se un castello crolla , é perché l'abbiamo pensato e costruito affrettatamente , in un luogo instabile , utilizzando materiali inadeguati .
L'inclemenza degli elementi naturali minaccia soltanto realtá precarie , non perturba ció ch'é destinato a durare .
Cerchiamo - quindi - d'abitare in un cuore robusto , che non si lasci alterare dalla tempesta , e che proceda sicuro , incurante delle asperitá , di cui il cammino prescelto é costellato .
È un consiglio che tutti si danno , ma che pochissimi riescono ad applicare quotidianamente , perché spesso ci s'aspetta quello che non si puó ottenere .
Di conseguenza , si preferisce recriminare , invece d'accettare limitazioni che , sulla Terra , sono alla vista di tutti .
Siamo maestri ad edificare torri vertiginose .
Dovremmo - peró - accettare che , come fondamenta , le illusioni non garantiscono molta stabilitá .

                                                                                                   Messaggio ricevuto il 21 Gennaio passato .







sabato 7 febbraio 2015

RICORDIAMOCI DI DIMENTICARE !









Ricordiamoci di dimenticare .
Di non scrivere diarii inutili , né epitaffi da sistemare sulla tomba .
Scordiamoci di chi finge un po' d'amore per coltivare una personalitá che non gli appartiene .
È un infelice da curare , come tutti gli ammalati che riempiono gli ospedali .
Tutto ció che non ci appartiene - o ci riguarda solo momentaneamente - va lasciato dov'é , sotterrato lontano dalla nostra memoria .
Altrimenti si trasforma in uno spietato nemico .
Accettiamo ch'é impossibile rivivere eventi che appartengono ad una condizione non piú attuale , un velo pietoso li occulta .
Se fosse necessario dissotterrarli , ci sarebbe concesso di farlo .
L'Amore , quello vero , non s'alimenta di vestigia impolverate , né di ricordi struggenti : emana una luce sempre presente .
Amando non si ha tempo per guardarsi indietro !

                                                                                            Comunicazione spirituale del 26 Gennaio .






mercoledì 4 febbraio 2015

PASSERELLA D'OMBRE .










Transitano , timide , le molte immagini della vita , sulla passerella che abbiamo sempre in vista .
Sono ombre da rispettare - con tolleranza - senza emettere alcun giudizio .
Alcune si spogliano su quel palcoscenico , pare che si vogliano esibire , ma , in realtá , cercano affetto e considerazione , in un ambiente ancora molto primitivo .
Non vanno incoraggiate con l'applauso , ma neppure fischiate per disapprovazione .
È che , spesso , si trovano lí contro la propria volontá , trascinate a forza in situazioni , che non hanno provocato .
Sono vittime d'imprudenza ed incredulitá , e , per questo , vanno aiutate con un sorriso ed una preghiera .
Con lo stesso grande Amore , dobbiamo accogliere il male , e chi si comporta in modo da provocarci dolore .
È salito sulla passerella per rabbia , deciso ad autodistruggersi , a trascinare con sé chiunque si lasci depravare .
S'agita selvaggiamente , interpretando un ruolo che non gl'appartiene .
La sua presenza ci deve risvegliare la coscienza , e non sentimenti d'odio e vendetta , perché tutti coloro che ci passano davanti agli occhi dell'anima , sono parte integrante d'un libro immenso , da studiare attentamente , fino a saperlo a memoria .
Sono gl'interpreti indispensabili d'un meccanismo sofisticato , dove attori e pubblico si intercambiano costantemente .
Vedendo commettere un crime sulla scena , o anche soltanto una leggera indecenza , possiamo astrarci ed ignorare , credendo di difenderci cosí l'anima .
Ma ancor piú utile sarebbe salire al palco , ed immedesimarsi nella rappresentazione , assumendo iniziativa , pur con estrema calma .
Non scoraggiarsi per eventuali insuccessi : non sentirsi sminuiti , quando non si riesce a far predominare il bene .
Capire che , sul palcoscenico della vita , si rappresentano piú drammi che commedie , e , chi ci recita , oltre a guadagnarsi un'effimera popolaritá , spera che lo spettacolo duri il meno possibile .
Ma il sipario non cala mai .
Siamo noi che capiremo quand'é il momento d'andarcene ,
Fino a che continuerá ad incuriosirci la trama , ed il comportamento in scena , rimarremo seduti in platea , attenti ed impressionati .
Soltanto un giorno - dopo aver assistito a numerose rappresentazioni - capiremo che non c'é piú nulla da scoprire .
Se rimanessimo , la noia ci sopraffarrebbe .
Prima di partire - peró - non dimentichiamoci di ringraziare tutti quanti hanno reso possibile lo spettacolo .
Ed anche noi stessi , per esserci coinvolti .

                                                                                                  Messaggio del 9 Gennaio scorso .






lunedì 2 febbraio 2015

I SEDIMENTI DELLA MEMORIA .











I sedimenti della memoria ostacolano il flusso della felicitá : formano una diga che argina il fiume della vita .
Bisogna sbarazzarsene prima che acquistino coesione , integrandosi tra loro , diventando una presenza molto ingombrante e poderosa .
Invece - se eliminati prontamente , appena sorgono - sono soltanto pulviscolo , bricioline d'amarezza , facili da trasportare e disperdere .
Sappiamo che , quando si permette che s'installino , condizionano ogni atto quotidiano .
Per intenderci - chiamiamoli pure ricordi , esperienze trascorse , delusioni e rimpianti .
Si tratta d'emozioni e passioni , che giá dovrebbero essere tramontate , o - perlomeno - archiviate con distacco .
L'Umanitá - peró - ne fa spesso un uso smodato , s'intrattiene creando condizioni che perpetuino il passato .
Ci s'aspetta di raccogliere frutti da piante fossilizzate , invece di spargere i semi d'una nuova coltura .
Assecondando la paura , é difficile cambiare , credere in un futuro migliore .
Si ricorre - quindi - alla mente , non per stimolarla , ma intasandola di scorie inutili , che non dovrebbero appartenerle .
Venerare reliquie puó sembrare rassicurante .
In realtá , produce una dipendenza innaturale , che paralizza l'iniziativa , ed impedisce ogni progresso .
Sforziamoci - alla fine della giornata - di ripulire la nostra memoria , eliminando i sedimenti , che vi si stiano accumulando .
È pulizia indispensabile , di certo piú salutare dei lavaggi , a cui sottoponiamo , scrupolosamente , ogni parte del corpo .

                                                                                        Comunicazione spirituale del 29 Gennaio .