.

.

.

.

....

....

POTENDO SCEGLIERE , PREFERIRESTE :

NEI FILM , LA NUDITÁ È UM ELEMENTO IMPORTANTE ?

mercoledì 31 dicembre 2014

CAMBIO D'ANNO , CAMBIO D'ENERGIA !












Chi , sulla Terra , mangia carne rossa comprata al supermercato , e s'aspetta d'indossare pantaloni stirati , impiegherá molto tempo per uscire dalla foresta dei suoi dubbi .
Preferisce starsene all'ombra delle liane , che alzarsi e correre verso il fiume .
È figlio di un'umanitá dedita alla guerra , e poco propensa alla caritá .
Se avesse messo in pratica i principi che ostenta a parole , vivrebbe giá in un'altra dimensione , probabilmente fuori della galassia .
Ma - siccome s'avvinghia al tronco delle proprie vanitá - é impossibile smuoverlo dalla tana che s'é creato .
Non vive in modo meno brutale che i suoi antenati preistorici , ama circondarsi soltanto di foglie secche , a cui dá nomi di persone , con le quali intavola discussioni senza fine .
Per capire l'assurditá d'una esistenza dedicata esclusivamente alla sopravvivenza , guardate intorno : non é difficile riconoscere esseri umani che si trascinano nell'ombra , promettendo a sé stessi di sollevare il capo verso il sole , ma mantenendo sempre lo sguardo verso il terreno .
Il corpo non é una gabbia , né involucro da salvaguardare .
È come macchina sofisticata , che permette grandi imprese : se non viene utilizzato , presto diventa rottame arrugginito .
Uomini e donne , in paesi del terzo-mondo , ogni giorno , utilizzano tutte le energie , di cui dispongono .
È in paesi piú civilizzati che si passa il tempo a risparmiarsi , ad accarezzarsi le cosce , per conservarne il calore .
Si sprecano alimenti , e non si riesce a dimagrire .
Si balla il tango , quando la musica del vento infastidisce il riposo .
Chi si crede giá arrivato , in realtá non ha superato la linea di partenza .
L'umanitá d'oggi , in gran parte , manifesta caratteristiche peculiari d'uno stile di vita ormai inutile .
State rendendo anacronistica quella che definite " modernitá " , passate il vostro tempo rimpiangendo il passato e temendo il futuro .
Se riusciste a riconoscere l'incongruenza di molte scelte , vi s'apriebbe la porta che conduce fuori della foresta , umida e scura , come i vostri passatempi .
Ma sarebbe necessario un po' di coraggio , e molta intraprendenza .
Cosí , molti di voi non s'avventurano , nascono in un rifugio e s'adattano subito a passarci l'intera esistenza .
Anche se viaggiano molto , cambiando spesso di paesaggi e compagnie , portano dentro di sé un immobilismo molto accentuato , un marchio , che repelle la luce , li mantiene in una fossa scura .

                                                                                                       Messaggio ricevuto il 30/12/2014 .




lunedì 29 dicembre 2014

VETRI DI PIOGGIA .










Come pareti d'una cabina della doccia , i vetri appannati di pioggia , in una casa senza tetto , non nascondono presenze .
Ne sfumano soltanto i contorni .
Se un soffio di vento polare non raffreddasse l'ambiente , si danzerebbe svestiti , e tutti s'abbraccerebbero ridendo .
Invece , seduti in circolo a guardarsi , non si pronuncia una parola .
Manca il coraggio d'amare , ognuno vorrebbe primeggiare .
Nelle case del mondo é spesso cosí , si vive mantenedosi estranei a coloro che condividono con noi tavole e letti .
Si fanno tanti discorsi , ma non si apre mai il proprio cuore .
Al contrario dei giardini che la Natura nutre d'armonia , le case degli uomini sono agglomerati dove regna lo squilibrio , e l'egoismo dei prepotenti prevale .
Non sono rifugi , né oasi di pace ; spesso si trasformano in carri-armati , all'interno dei quali , guerrieri implacabili , lottano per assicurarsi il privilegio di sparare il cannone .
Moltissime donne vi vivono come prigioniere nei sotterranei d'una fortezza .
Eppure sorridono , e si sforzano di svolgere qualsiasi mansione .
Passano , tra le mura domestiche , piú tempo degli uomini a cui sono legate affettivamente .
Anche se lavorano altrove , conservano i sentimenti in uno dei tanti cassetti del loro salotto .
I loro mariti - invece - se li portano ogni mattina in ufficio , e li ostentano a chiunque incontrino .
Per questo , la societá attuale é estremamente frammentata .
Si sente la mancanza d'unione profonda , che coinvoga tutti , dappertutto .
Chiudendosi a chiave in una stanza , per paura che estranei possano interferire , si precludono grandi opportunitá d'incontro con il destino
Su altri pianeti , i pochi edifici esistenti , sono comunitari , adatti ad accogliere migliaia di persone sotto uno stesso tetto .
Lí si vive in armonia , e nessuno si sente disturbato da chi lo circonda .
I lacci affettivi s'espandono facilmente , e si prova piacere a stare in numerosa compagnia .
L'abitazione é necessaria soltanto perché garantisce igiene e protezione dalle intemperie .
Non é mai frutto d'ostentazione e paura d'essere rapinati .
Ma , da voi , costituisce il simbolo dell'egoismo , la piú materiale delle acquisizioni .
Vi rinchiudete dentro per riposare , e dedicarvi ad attivitá , che la societá potrebbe osteggiare .
Appena vi ritornate , ogni sera , togliete le scarpe ed i vestiti , come fareste con agenti contaminanti .
In questo modo , non tagliate i contatti con il mondo , amputate una parte importante di voi stessi .
Anche perché . all'interno di quattro pareti , ripetete , ingigantendoli , i confitti irrisolti , che vi trascinate da fuori .

                                                                                                               Messaggio ricevuto ieri .

giovedì 25 dicembre 2014

L'AMICIZIA TRA L'UOMO E LE PIANTE .










Gusci di noce si scontrano nell'acqua tiepida d'una baccinella , che una bambina alta agita , mentre cammina con molta cautela .
Sbattendosi un contro l'altro , emettono un suono delicato , simile al tintinnio di bottiglie imballate in una scatola di cartone .
Come in quel piccolo ambiente superaffollato , anche voi vivete tutti gomito-a-gomito , nello stesso contenitore , la Terra .
È necessario imparare a muoversi senza colpire nessuno , ma anche accettare le restrizioni imposte dalla mancanza di spazio .
Chi non afferra la logica dei limiti angusti , rischia di ritrovarsi in fondo al mare , dove c'é sí piú spazio , ma manca l'aria da respirare .
Quindi , restate calmi dove siete , lasciatevi galleggiare , senza proporvi una meta , o sottrarre il posto a qualcun'altro .
Sappiate che - se l'ambizione vi dovesse tradire - la bambina alta , con un piccolo movimento d'un solo dito , puó escludervi dalla baccinella , o sovrapporre al vostro un guscio maggiore , piú pesante , togliendovi ogni libertá di movimento .
Con la pazienza - invece - riuscirete tutti a navigare insieme , appoggiandovi uno all'altro .
Un campo di carciofi é l'ambiente che avete scelto per apprendere nuove lezioni di vita .
Quand'é tranquillo , tutte le piante crescono e s'allargano , producendo un buon raccolto .
Perturbando quell'equilibrio , si producono danni generali : nessuna pianta puó isolarsi , mancano le condizioni naturali affinché tutte crescano in modo salutare .
Per questo , la prepotenza va evitata in tutte le manifestazioni di crescita universale .
Secondo una legge giusta , a nessuno deve mai mancare il nutrimento per una vita rigogliosa .
Ma chi lo sottrae ad altri , crea un sistema nocivo per l'intera societá .
La Natura conosce maniera per allattare tutti i suoi figli , senza che nessuno ingrassi troppo .
I rovi non servono per imprigionare , né sono stati creati per ferire .
Sono protezioni contro l'abuso e la mancanza di rispetto di chi , aggirandosi tra la vegetazione , si divertirebbe a mutilarla .
Necessari alla preservazione d'una specie , sono molto benigni con il viandante modesto e controllato .
Riservano gli aculei per chi si muove smodatamente e con prepotenza .
È provato che un animale delicato trovi sempre , prima o poi , un passaggio in una parete spinosa , mentre , chi ci si butta contro , non ha scampo : o indietreggia sanguinante , o finisce per soccombere alla propria testarda arroganza .
Che le foglie vellutate v'accarezzino i capelli setosi , ed il viso colorato d'un leggero affanno .
L'amicizia tra l'uomo e le piante , se non rimane indissolubile , é perché l'essere pensante riflette poco .
Per imporsi , provoca l'istinto dei vegetali , e , poi , si lagna della loro ingratitudine !

                                                                                                             Messaggio ricevuto il 18/12/2014





martedì 23 dicembre 2014

LA FELICITÁ É PREPONDERANTE !









Il lampo é la causa di quella quercia infuocata .
Brucia per rischiarare la terra bruna , per ricordare che nulla perdura sempre .
Se t'avvicini a quelle fiamme , vedrai tanti visi che soffrono .
Ma non é il fuoco che li disturba .
In realtá , ricercano il calore eccessivo per dimenticare la propria tristezza .
Si manifestano , a chi li puó vedere , soltanto per ammonire e mettere in guardia .
Quindi , non é sensato spaventarsi quando appaiono .
Anche le stelle illuminano il paesaggio .
Anche loro sono abitate da molti visi tristi .
È sbagliato - peró - dedurre che la tristezza pervada l'Universo .
La felicitá é preponderante !
Chi non l'ha incontrata finora , presto se la sentirá addosso .
Per conoscerla , basta astrarsi dai problemi quotidiani .
Strofinarne la superficie , fino a mostrarne la vera essenza .
Ogni difficoltá esiste per un motivo ben preciso , quello di fortificare chi l'affronta .
È un vaccino ch'immunizza contro problemi maggiori ed irreparabili .
Un uomo in camice bianco entra in una stanza d'ospedale .
Va a trovare una vecchina ammalata , che l'accoglie con un sorriso confuso .
Lui si siede sul bordo del letto ed aspetta per ore .
Come se sapesse che lei non lo lascerebbe andare via .
Un altro uomo , vestito da meccanico , vende frutta appena raccolta ; un altro ancora corre a piedi nudi nel parco .
Sono tutte presenze che sanno cos'é la felicitá !
Non confondeteli con chi lavora per agglomerare beni materiali , o piange perché s'é tagliato un dito .
Vivete in un mondo fiorito , ma pochi di voi sanno apprezzarne i colori , o solo nominare quello che vedono intorno .
La maggioranza preferisce calare la testa in un secchio , credendo che lá dentro esista l'oro .
Un viso illuminato di gioia irradia anche l'ambiente piú cupo , é sorgente di contagiosa Luce .
Non dipende da un evento favorevole .
C'é chi é cosí da migliaia d'anni , mentre molti altri scontano un'infelicitá ormai cronica .
In un mazzo di rose , tutti dovrebbero ammirare la bellezza e rallegrarsi , ma quanti si pungono con le spine ed imprecano !
Appoggiatevi una mano alla fronte , prima di disperarvi .
Il vostro viaggio é lungo - indubbiamente .
Ma potete renderlo molto meno tribolato , guardandovi attorno con occhi curiosi , invece di rinchiudervi in una gabbia angusta e scura , aspettando che qualcun'altro vi porti a destinazione .
                                                                                             
                                                                                                Messaggio ricevuto una settimana fa' .






sabato 20 dicembre 2014

LO SPECCHIO SOSPESO .












Quel chiarore nel cielo scuro , é uno specchio che riflette ciò che viene da dentro di te .
Se si frantumasse , ogni piccola parte conterrebbe un granello di luce cosmica .
Lascialo sospeso all'orizzonte , la sua presenza non ti deve perturbare .
In tutto l'Universo , sono molti i punti dove la realtá viene proiettata , s'alimenta d'una luce che non produce .
Osservo come il tuo viso ti guida verso le stelle , ma , quando s'illumina , non t'assomiglia piú : potrebbe appartenere a chiunque abbia un naso , due occhi ed una bocca .
La tua identitá é all'interno di te , l'aspetto non la determina .
Se - peró - riuscissi ad aggrapparti a quello specchio , vedresti che il tuo cielo é piú piccolo d'una stella , e puoi raccoglierlo tutto con una mano .
È perché il cielo non esiste , é un'illusione ottica di chi vive in una dimensione che prevede distanze , strati , ed uno spessore consistente .
Guarda una foglia d'edera - per esempio : la vedi per terra , poco prima che il vento la trasporti con sé .
Ti pare verde e brilla , come se fosse ricoperta d'umiditá .
Tutte le sue caratteristiche muteranno presto , a seconda del punto di vista dal quale vengono considerate .
Lo stesso avviene per l'Universo , che non é quello che i telescopi ritraggono .
Chi riesce a capire l'aleatorietá della forma , s'avvicina molto alla vera Libertá .
Non usa vocaboli che definiscano una nomenclatura artificiale , ma chiama ogni cosa con la parola Amore .
Poco gl'importa la genesi del mondo ; le caratteristiche d'un oggetto , sa quanto siano effimere e - come tali - inutili nel contesto essenziale della Veritá .
Quindi , se vediamo ombre aggirarsi nell'orto , non dobbiamo credere che siano ladri di verdure , o che siano lí per spaventarci .
La realtá che c'appare quando chiudiamo gli occhi é , spesso , piú concreta di quella quotidiana , che affontiamo con affanno .
Le ombre sono molto piú numerose dei corpi che le producono .
È perché molte vengono da tempi antichi : nel tuo giardino sono tanti i re e le regine , gli schiavi ed i guerrieri , arrivati lá in cerca d'una uscita e , poi , rimasti ad apprezzare la Pace della Natura .
Sono figure scure , solo perché tu non sai come illuminarle , non perché siano tenebrose .
Al contrario , portano al tuo giardino , agli alberi ed ai fiori , una gioia ed un profumo rinvigorente .
Se voi le chiamate " anime dei morti " , é perché non avete capito cosa sia la morte .
Non si dovrebbe pensare che una trasformazione rappresenti una fine , quando é inizio d'uno stato differente .
Da oggi , trattate con piú rispetto le piante , perché sono esseri viventi utili alla vostra sopravvivenza , ma anche perché albergano molte anime in cerca di tranquillitá .
La Natura é un complesso meccanismo di cui vedete solo la facciata .
Cercate una porta per entrarci dentro , ed allora sará tutto piú chiaro !
Come in quello specchio , che riflette una notte che non v'appartiene , nel vostro cuore é importante che non appaiano dubbi e contraddizioni .
Per voi , tentare di comprendere molti quesiti é impossibile , ma , accettarne l'esistenza , é salutare .
La notte scura non spetta a voi rischiarare ,
S'é luminosa , lasciatela brillare .
Il segreto é apprezzare ogni cosa com'é , senza volerla cambiare o rendervela conveniente .
Altrimenti , sarete collezionisti di frustrazioni  , riempirete il vostro sacco di conchiglie tutte uguali , pesanti e maleodoranti , e , poi , quando incontrerete un campo di lillà , non avrete spazio per un fiore .
Continuerete a trasportare l'inutile fardello , rammaricandovi di non aver portato un altro sacco .

                                                                                        Messaggio ricevuto il 12 Dicembre passato .

lunedì 15 dicembre 2014

IL QUADRO D'UNA VITA .







Strati di luce orizzontale illuminano l'orizzonte , dove le rocce s'uniscono al mare .
È un teatro improvvisato , abitato da chi sa come vivere all'oscuro .
Neppure l'onda spumeggiante rischiara un mondo fatto d'ombre , che nascondono presenze inquiete .
Ma - se gli voltiamo le spalle , e camminiamo in direzione opposta - c'é speranza che c'appaia un aiuto .
Quando una scena turba la mente , conviene dimenticarla e sostituirla con un quadro d'autore , in cui il nero non esiste , ed i colori vivi prevalgono .
Dovremmo tutti procedere con una tela dipinta davanti agli occhi , come se guardassimo , da una finestra , un mondo che non c'appartiene , ma rallegra il nostro animo .
Sorreggendola , il rischio d'incespicare é grande , ma peggio sarebbe camminare senza speranza , né punti di riferimento .
Per questo l'arte - soprattutto la Pittura - é un mezzo importante , che indica la strada da seguire .
Chi l'ignora é come un viandante in mezzo al deserto , in attesa d'indicazioni o di qualcuno che lo guidi : é perso !!
Cosí , non abbiate paura d'essere criticati , o d'apparire ridicoli a chi vi vede andare verso il quadro che portate .
Anzi - se possibile - entrateci dentro , fate in modo di scomparire agli occhi del mondo .
Non si tratta di fuga o metamorfosi , é il modo piú efficace di vivere la propria realtá , quella che ci si porta dentro , e nessun'altro conosce .
È bene , quindi , ostentare un quadro di grandi dimensioni , quando si procede verso una meta sconosciuta ; non é sbagliato nemmeno nascondercisi dentro .
Ma non dev'essere un'opera qualsiasi , dipinta in un momento d'abbandono .
Soltanto una pittura eccelsa puó portare progresso , condurre ad una destinazione elevata .
Se - invece - é banale , costruita in modo commerciale , il risultato é disastroso , ci si entra per curiositá , o perché attratti da forme compiacenti , e , poi , si rimane intrappolati , pervasi da un'ansia impossibile da dissipare .
È come ritrovarsi in un giardino di piante carnivore , perché attratti dalla loro bellezza .
Non sempre l'estetica é un criterio da seguire .
Di conseguenza , pensate molto bene prima d'adottare un quadro , ed affidargli il ruolo di guida della vostra vita .
Una volta scelto , é molto difficile cambiarlo !
Conviene non affrettarsi , ma aspettare che appaia quello giusto , non in una pinacoteca , ma sulla spiaggia , illuminato dalle prime luci d'un giorno pulito .
Davanti agli occhi , vi dará la certezza di non essere arrivato lí con la marea , o per una strana coincidenza .
Il quadro d'una vita non é residuo d'un naufragio , o rifiuto della societá .
È un dono di Dio , che lo invia a tutti , al momento piú opportuno .
Il problema sorge perché quasi tutti l'ignorano , o lo archiviano come una reliquia .
Dovrebbe - invece - costituire il nostro orizzonte , attrarci poco-a-poco , fino a quando ci sentiremo pronti a farne parte .

                                                                                        Messaggio ricevuto il giorno 13 passato .






sabato 13 dicembre 2014

SOLI GEMELLI .












L'aurora boreale si vede meglio dal cielo che dalla terra .
Credete che sia un fenomeno atmosferico , e per voi lo é !
Se - peró - poteste volare con lo spirito in quella polvere di stelle , vedreste quanta gente vi si trova intrappolata .
È ora che scopriate che l'aria non é vuota , accoglie molte piú presenze del suolo che calpestate ogni giorno .
Tutte le costellazioni siderali sono occhi puntati su di voi ; la volta celeste é un'illusione , come tante altre alimentate nelle vostre vite .
Non é né buia né illuminata , non protegge né opprime .
In questo senso , l'Astronomia é una truffa , soltanto un punto di vista particolare nell'infinito delle possibilitá che esistono .
Nessuno si calerá mai dalle stelle per venirvi a trovare .
È giá lí intorno a voi , se lo vuole , e pensa di poter aiutare .
Perché studiare allora gli astri e battezzarli con strani nomi ?
Per capire l'insignificanza della Terra ?
O per illudersi di poter fare viaggi ad altre galassie , mentre trascurate il bene del vostro pianeta ?
Meglio fareste a pensare che tutti sulle stelle potrete andare , una volta liberati dal corpo , ingombrante condizionamento che , allo stato attuale , non puó sopportare drastiche migrazioni .
Anche se vi suggerissimo tecnologie , che permettano di costruire navi spaziali piú veloci della luce , dovreste , comunque , viverci dentro per migliaia d'anni , patireste tale reclusione con la follia .
Piú facile - mi sembra - é incaricare , chi non é piú schiavo del corpo , di viaggiare per voi , e raccontarvi quello che vede .
Un pianeta di cristallo , o un altro color di rosa , sono mete per voi irraggiungibili !
Ma , anche se un giorno poteste arrivarci , vi parrebbero inabitati e deserti , mentre brulicano di vita .
Il fuoco di due soli gemelli , come fari d'autocarro , illuminano l'orizzonte e la palude verde , dove abitano le anime dei guerrieri stanchi , indecisi se ritornare a sterminare chi hanno giá ucciso molte volte .
Per il momento , anche loro - come voi - interrogano le stelle per sapere il futuro .
Vivono alla luce di quei soli pallidi che non tramontano mai , non dormono , né camminano come umani .
Sembrano statue ricurve , abbandonate nel pantano , reliquie d'una epoca molto lontana .
Come in alcuni ritrovamenti archeologici terrestri .
Ma , nello Spazio , la cronologia é un'altra : quello che pare antico , puó essere appena nato , o non ancora concepito .
La spada e l'armatura , di cui si veste il Crociato , sono piú recenti dei missili telecomandati .
Armi letali sono solo quelle della mente , dove ormai le guerre non si combattono , ma s'aspirano dall'aria rarefatta .
Chi é stato grande guerriero é calato in una melma scura , dalla quale non é facile uscire .
Non per punizione - peró : si tratta d'una scelta personale , di chi si chiede s'é giusto continuare a duellare , lontano da casa e dalla famiglia , in difesa di valori questionabili .
Nella penombra siderale , ogni guerra perde significato , assume contorni che , tra voi , sono inimmaginabili .
All'euforia della battaglia , si sostituisce la tristezza di chi non é riuscito a farsi uccidere , ed ora si sente inutile , dove regna la Pace dell'Universo .
Due soli non bastano per illuminarlo , non producono nessun'ombra , solo aumentano la nostalgia d'un busto di pietra , appoggiato ad un piedestallo ricoperto di muschio , e quasi completamente frantumato .
     
                                                                             ( Messaggio psicografato il giorno 11 passato )





mercoledì 10 dicembre 2014

LA NAVE DI GHIACCIO








Il vascello di ghiaccio scivola nella vallata buia .
Le vele servono solo per contenere il freddo ; sono tese , anche se non c'é il minimo soffio di vento .
Non é la forza di gravitá a produrre movimento , ma un'attrazione diffente , che capiamo soltanto se la proviamo noi stessi .
Essendo di ghiaccio , la nave luccica anche in notti senza luna .
Vista di fronte , sembra una parete , che va da una montagna all'altra ; una porta gigantesca , chiusa , ed impossibile d'aprire .
Vascelli cosí ce ne sono tanti , ma nessuno di voi li vede : pensate che l'aria sia sgombra , e che si possa risalire la valle senz'ostacoli .
Quando , poi , raggiungete la metá del cammino , incomincia a girarvi la testa , il fiato diventa pesante e vi chiedete il perché di tanta stanchezza .
Date la colpa al freddo ed all'altitudine elevata .
In realtá , é perché avete sbattuto la faccia contro la nave di ghiaccio , ch'é lí proprio per impedirvi di salire facilmente .
Se cercaste d'aggirarla , rischiereste di cadere in un burrone ; se non afferraste un ramo d'appoggio , vi ritrovereste a rotolare giú fino alla pianura .
Ma non preoccupatevi : capita a tutti di ruzzolare , quando si vuole salire troppo in fretta .
Appoggiate i piedi saldamente a terra , fate forza s'una pietra con due mani , aperte contro la prora di ghiaccio .
Vedrete com'é facile fermarla !
È che non vi vuole travolgere , le basta sbarrarvi il cammino , é quello il suo compito .
È stata creata per contrastare il vostro orgoglio , per ridimensionarvi , senza annientare .
Ricordate sempre che non siete il centro dell'Universo , ma semplici passeggeri in un treno affollato , che si ferma a tutte le stazioni , per raccogliere chiunque lo aspetti .
Non si tratta d'una metafora , o d'una immagine fantastica .
È piuttosto una realtá , che non riuscite a scorgere con i vostri occhi , ma che - un giorno - vedrete chiaramente .
C'é sempre qualcuno che cerca di salire sulla nave di ghiaccio , pensando di poter scendere dall'altra parte .
Ma pochissimi ci riescono ; piú facile sarebbe passarci attraverso , approfittando del suo mivimento .
Sono - peró - manovre a cui non siete abituati .
Conoscete leggi fisiche ormai superate , non vi siete ancora aggiornati .
Per voi , la materia é densa come i vostri errori , mentre é facilmente permeabile , da chi vibra in sua sintonia .
Un giorno potrete attraversare i muri , come se siano tende leggere mosse da una corrente d'aria .
Fino ad allora - peró - vi sará difficile anche andare contro vento , o s'un piano inclinato .
La nave di ghiaccio non la smuoverete mai con i vostri deboli muscoli , o qualche arnese ; é con il potere della mente , che potete farla scomparire per sempre .
Immaginate di trovarvi in un luogo bollente , e la vedrete sciogliersi poco-a-poco , come se fosse di cera .
Ma , se le soffiate contro un alito gelido , si rafforzerá , indurendosi come il diamante , di cui presenta l'aspetto .
È una nave sulla quale nessuno ha mai viaggiato , esiste soltanto per impedire a voi di viaggiare .
Rispettatela , ma non abbiatene paura .


Come quello pubblicato ieri , questo messaggio non é opera mia .
Costituisce invece il frutto d'una comunicazione spirituale . 

martedì 9 dicembre 2014

MESSAGGIO PSICOGRAFATO .











Nel giardino del Palazzo , c'é una scalinata , dove scorre acqua come d'una cascata .
È bianca in mezzo al verde , non molto larga .
Presto scomparirá , inghiottita dalla vegetazione .
Molti anni fa' - nel '700 - serviva alle dame per mostrarsi e destare ammirazione .
S'andava su e giù , come s'una passerella inclinata ; allora l'acqua era incanalata altrove , correva tra le piante e gorgogliava su sassi sparsi .
Era quando il Re e la Regina giocavano a rincorrersi , mentre i Cavalieri applaudivano , fingendo di divertirsi allo spettacolo .
In quel giardino , adesso , crescono molte erbacce , tutto é in disordine , nessuno se ne occupa piú .
Ma , non per questo , é meno bello d'allora .
Piuttosto , vive d'una vita propria , che per secoli non esisteva , ha smesso d'essere artificiale , per riprendersi la sua identitá , quella d'un luogo di pace e riposo .
Ci sono pianeti tutti coperti di giardini cosí , dove non esistono case , e , gli spiriti che ci vivono , non bevono nemmeno acqua , si fermano lá per qualche ora , prima di riprendere il loro viaggio siderale .
Raccolgono le forze dalle piante , ma , in cambio , danno loro molto Amore e la benedizione di chi sa la funzione della Natura .
Sulla Terra , invece , i giardini scompaiono , per far posto a fabbriche e shopping-center .
È inevitabile , dato che l'uomo vuol essere padrone di ció che non gli appartiene , non capisce che il verde é il colore della Vita , e non puó essere annacquato in un barile di birra , o in una tazza di caffé.
Ma esistono , lontano , anche uomini che non distruggono .
Sono gli artefici di mondi migliori , dove regnano Pace ed Armonia , ed un albero conta quanto una persona , se non di piú !
In questi ambienti fortunati , non ci sono insetti .
Non perché darebbero fastidio , soltanto perché si sono evoluti tanto che , adesso , sono grandi e vivono in modo indipendente .
Le formiche non sono macchioline scure che , per vederle , ci vuole la lente ; sono alte come persone , camminano a testa eretta .
E cosí gli scarafaggi e le libellule .
Soltanto le mosche sono rimaste piccole , e ronzano come sulla Terra .
Ma non si preoccupano di trovare cibo , vivono d'aria e del vento che le trasporta .
Quando , da voi , un albero viene tagliato , si trasferisce s'un altro pianeta , dove sa che verrá apprezzato .
Mentre la Terra s'inaridisce e diventa un deserto di cemento e bitume , lassú , la Natura compensa , facendo crescere foreste anche sui sassi .
L'uomo che si veste d'ermellino e velluto , appartiene ad un'epoca passata , ma esiste ancora tra di voi.
Si muove con la pompa di chi crede d'essere un monarca , a cui tutto é dovuto .
Invece , é un parassita che nessuno ama ; quando perderá il corpo , si ritroverá in mezzo ad una strada a tendere la mano come un pezzente .
Le sue mogli daranno , allora , tutti i suoi vestiti lussuosi , ai cani , per farli giocare .
In pochi istanti , saranno completamente sbrindellati .
Solo un anello , quello che lui portava come segno di potere , verrá conservato .
Ma nessuna se lo metterá al dito , resterá in un cassetto , in attesa d'un erede inesistente .
Sarebbe meglio sotterrarlo , sotto l'ombra d'una quercia , in modo che le radici lo stritolino , e , poi , ne succhino i nutrienti : l'oro rende le foglie brillanti , aumenta il numero dei frutti .
E , nella notte , permette all'albero di non dormire , di restare acceso come un lampione .
Se capiste questo processo , non avreste bisogno d'illuminare le strade , né le auto avrebbero fari .
Invece , alimentate la cecitá , vi nascondete nel buio , come se non bastasse la vostra ombra .





mercoledì 3 dicembre 2014

LA-CACCIA-ALLA-VITA











Incontrare Rimba é sempre un'esperienza affascinante e formativa .
Arricchisce anche solo vederlo parlare con qualcun'altro o , semplicemente , osservarne l'espressione pacifica del viso , in un momento di meditazione .
Non deve stupire - quindi - che molti pellegrini s'accontentino d'un suo fugace saluto , e ritornino sereni alle loro case , senza richiedere consigli e nemmeno parlare dei problemi che li affliggono .
Indubbiamente , sotto quel Baobab , si respira un'atmosfera d'estrema pace .
Purtroppo - peró - l'insicurezza di molti esseri umani li porta ad idolatrare un umile messaggero di veritá , invece di limitarsi ad ascoltarne i discorsi .
Conscio di questo rischio , Rimba reprime qualsiasi manifestazione che , piú o meno direttamente , possa alimentargli l'orgoglio .
Questa mattina , s'é sentito in dovere d'interrompere le udienze private , per indirizzarsi a tutti i presenti , in modo da non alimentare l'eccessiva devozione d'alcuni .
Riporto le sue parole :
« A chi crede ancora che esistano coincidenze fortuite , che marcano l'esistenza , mi permetto di fare osservare alcuni dettagli rivelatori del contrario . So che a tutti , molte volte , succede di vivere situazioni che stupiscono per la loro apparente singolaritá . È perché , cari amici , veniamo costantemente indirizzati , in un senso o in un altro , da presenze che c'accompagnano . Certo , a noi appartiene la prerogativa di determinarci il destino , ma il processo decisionale é complesso , non sempre facile da capire . Per chiarirvi il meccanismo , lo paragono al gioco che chiamiamo Caccia-al-Tesoro . Quando arriviamo sulla Terra , ci vengono dati gli elementi indispensabili per iniziare il percorso . Poi , a seconda di come risolviamo ogni quesito , se ne presentano altri , non con la finalitá di complicarci il cammino , ma per metterci alla prova in una dinamica di miglioramento . Vi consiglio quindi di non sottovalutare mai ogni minimo dettaglio , tutto quello che vi confronta ha un significato ben preciso , é un tassello da inserire nel puzzle che siamo qui per completare . In quest'ottica , anche semplici occhiate , pensieri distratti o una sola parola inappropriata assumono valore determinante nel contesto della nostra ricerca personale . Ieri , per esempio , mi sono imbattuto in una persona molto aggressiva e frustrata . Ho cercato di manifestarle affetto e comprensione , ma ho solo ottenuto l'effetto d'aumentarne l'arroganza . L'ho considerata allora come parte d'un gioco utile , disegnato per istruirmi  , e , cosí , non mi sono lasciato irritare  . Quella persona altro non é che una tappa intermedia della grande Caccia-al-Tesoro a cui stiamo tutti partecipando . Una volta capito come funziona , non resta che giocare ed avanzare ! »