.

.

.

.

....

....

POTENDO SCEGLIERE , PREFERIRESTE :

NEI FILM , LA NUDITÁ È UM ELEMENTO IMPORTANTE ?

lunedì 27 maggio 2013

NUA / NUDA .









DEITO-ME DE COSTAS / MI SDRAIO ALL'INDIETRO
NAQUELE SONHO / IN QUEL SOGNO
NÃO SONHADO POR COMPLETO , / NON SOGNATO INTERAMENTE ,
NUVENS , A RODOPIAR , / NUVOLE , VORTICOSE ,
JUNTAM-SE NUM DESENHO , / S'UNISCONO IN UN DISEGNO ,
MAPA DA GEOGRAFIA / MAPPA DELLA GEOGRAFIA
DUN PLANETA GRUMOSO , / D'UN PIANETO GRUMOSO ,
ADORNO DE GRISANDA : / ADORNO DI GRISANDA :
ESTOU / SONO
CRUCIFICADA NA RELVA , / CRUCIFICATA NELL'ERBA ,
VEJO RELAMPAGOS / VEDO FULMINI
DEITAR-SE / DISTENDERSI
AO MEU LADO . / AL MIO LATO .

QUANDO , MENINA , / QUANDO , BAMBINA ,
COMIA CEREJAS PARA / MANGIAVO CILIEGIE PER
APAGAR-LHES / CANCELLARNE
O BRILHO DA BELEZA , / IL LUCCICHIO DELLA BELLEZZA ,
DEVORAVA TAMBEM / DIVORAVO ANCHE
ESTRELAS QUE ME ROÇAVAM / STELLE CHE MI SFIORAVANO
NO FOCINHO , E , / IL MUSINO , E ,
ALUCINADA , / ALLUCINATA ,
ENTERRAVA / INTERRAVO
AGULHAS ENSANGUENTADAS / AGHI INSANGUINATI ,
NUM NINHO / IN UN NIDO
DE FORMIGAS . / DI FORMICHE .

AGORA , / ADESSO ,
PREFIRO FICAR NUA / PREFERISCO RIMANERE NUDA ,
Á BEIRA DUM TERRAÇO CHEIO / A LATO D'UN TERRAZZO PIENO
DE GENTE , / DI GENTE ,
COM QUEM TROCO / CON CUI SCAMBIO
INSULTOS RUIDOSOS , / INSULTI RUMOROSI ,
PESCADORA SEM CANA , / PESCATRICE SENZA CANNA ,
SENTO-ME NA VERANDA , / MI SIEDO NELLA VERANDA ,
ATO UM FIO SOLTO / LEGO UN FILO SCIOLTO
Á VOLTA DOS DEDOS , / INTORNO ALLE DITA ,
HESITO / ESITO
A PREGAR MANGAS / A CUCIRE MANICHE
AO MEU VESTIDO . / AL MIO VESTITO .

OUVE-SE AO LONGE / S'ODE LONTANO
UM COMBOIO FADIGADO , / UN TRENO AFFATICATO ,
RONCEIRO , / INDOLENTE ,
PERTO DE ENTRAR / VICINO AD ENTRARE
NA SOMBRA DA SUA GARE ; / ALL'OMBRA DELLA SUA STAZIONE :
NO ESPELHO MEU , / NELLO SPECCHIO MIO
TUDO SE DOBRA , / TUTTO SI RADDOPPIA ,
ME ATINGE , / M'ATTINGE ,
CAMINHAM PAREDES , / CAMMINANO PARETI ,
OUVEM / ASCOLTANO
O ALFABETO AZUL / L'ALFABETO AZZURRO
DUMA LINGUA PRIMORDIAL . / D'UNA LINGUA PRIMORDIALE .

EU ESCAPO IMPUNE / IO SCAPPO IMPUNE ,
COMO / COME
GATO QUE NÃO QUER DONO , / GATTO CHE NON VUOLE PADRONE ,
TOURO QUE AINDA / TORO NON ANCORA
NÃO FOI CORRIDO , / ASSOGGETTATO ,
UM INDIO CAÇADO POR / UN INDIO CACCIATO DA
COWBOYS DUM CARROSEL / COWBOYS D'UN CAROSELLO
PEGAJOSO QUE DÁ PERNAS / APPICCICOSO CHE DA GAMBE
AO MUNDO . / AL MONDO .

NAQUELE SONHO / IN QUEL SOGNO
NÃO SONHADO POR COMPLETO , / NON SOGNATO INTERAMENTE ,
LANÇO-ME DE CABEÇA MOLHADA , / MI LANCIO CON LA TESTA BAGNATA ,
MERGULHO AO VAZIO / MI TUFFO NEL VUOTO
- DESGARRADAMENTE - / - SPERDUTAMENTE -
E A NADA SERVE / E A NIENTE SERVE
MEDIR O HORIZONTE , / MISURARE L'ORIZZONTE ,
DESPEJAR BALDES DE AREIA , / VUOTARE SECCHI DI SABBIA ,
DIVIDIR / DIVIDERE
UM FRUTO POR DENTRO : / UN FRUTTO DAL DENTRO :
ATERRARIA / ATTERREREI
NO SONO DOS OUTROS , / NEL SONNO DEGLI ALTRI ,
NO CEU DE / NEL CIELO DI
CIMENTO FLAVO , / CEMENTO BIONDO ,
QUE PARECE / CHE SEMBRA
CHARCO DE URINA QUENTE , / STAGNO D'URINA CALDA ,
IMÓVEL ASSENTO / IMMOBILE SCANNO
DUMA COBRA DE SALITRE . / D'UN SERPENTE DI SALNITRO .












giovedì 16 maggio 2013

MERCADORES DE RUA / MERCANTI DI STRADA .











MERCADORES DE RUA / MERCANTI DI STRADA
VENDEM PEDRAS , / VENDONO PIETRE ,
QUE SALPICAM / CHE SCHIZZANO
BRILHO NA ESCURIDÃO , / SCINTILLE NELL'OSCURITÁ ,
BAIXAM PREÇOS / RIDUCONO PREZZI
PARA METADE , / DELLA METÁ ,
PROMETEM ESTRELAS / PROMETTONO STELLE
ENTRE / TRA
ESPECIARIAS DE BAZAR . / SPEZIE DA BAZAR .

DE DIA , / DI GIORNO
NINGUEM REPARA / NESSUNO S'ACCORGE
NAQUELE ENCANTO , / DI QUELL'INCANTO ,
BEBE-SE AR , / SI BEVE ARIA ,
ENGOLE-SE TERRA , / S'INGOIA TERRA ,
DECORAM-SE / SI DECORANO
FUNGOS ALARANJADOS / FUNGHI ARANCIATI
EM FORMA DE CRUZ . / A FORMA DI CROCE .

LUSTRAM-SE MÃOS / SI LUSTRANO MANI
Á PROCURA / ALLA RICERCA
DE OBJECTOS VIVOS , / D'OGGETTI VIVI ,
DE CHEIROS AMARGOS , / D'ODORI AMARI ,
FRITOS EMBRULHADOS , / FRITTI INCARTOCCIATI ,
VESTIDOS DE CRIANÇA , / VESTITI INFANTILI ,
TAPETES , / TAPPETI ,
AMARRADOS / LEGATI
DENTRO DUMA MALA QUE / IN UNA VALIGIA CHE
NUNCA SE TORNE / NON DIVENTI MAI
PESADA . / PESANTE .

ARRASTA-ME / MI TRASCINA
UMA CORRENTE ANALFABETA / UNA CORRENTE ANALFABETA
DE OLHOS FECHADOS , / D'OCCHI SERRATI ,
CABELOS CASTANHOS , / CAPELLI CASTANI ,
ADIVINHADOS NOS LENÇOS , / IMMAGINATI NEI FOULARD ,
BANAIS , / BANALI ,
CONFUNDIDAS MASCARAS / CONFUSE MASCHERE
DE TRE BURACOS / DI TRE BUCHI
IGUAIS . / UGUALI .

MENTIRAS DE BAMBÚ / MENZOGNE DI BAMBÚ
AGARRAM ESPADAS , / AFFERRANO SPADE ,
UMAS ÁS OUTRAS / LE UNE CON LE ALTRE
SE ABRIGAM / SI PROTEGGONO
SEM BATALAR , / SENZA BATTAGLIARE ,
PROCEDEM JUNTAS / PROCEDONO UNITE
NA AUTOESTRADA / SULL'AUTOSTRADA
SEM DUVIDAR . / SENZA DUBITARE .

ATRAVESSAM / ATTRAVERSANO
O PASSEIO COMO / IL MARCIAPIEDE COME
GADO FAMINTO OU / BESTIAME AFFAMATO O
COMBOIOS DE MERCADORIA ; / TRENI MERCI ;
TAPAM JANELAS / TAPPANO LE FINESTRE
COM / CON
LINHO E ALGODÃO . / LINO E COTONE .

POR CIMA / IN CIMA
DUM COLCHÃO , / AD UN MATERSASSO ,
O MANAR DAS MAMAS , / LO SPRIZZARE DELLE TETTE ,
INSOLENTE , / INSOLENTE ,
ATERRORIZA / TERRORIZZA
O COCHICHAR DUM VELHO , / I BISBIGLI D'UN VECCHIO
QUE JÁ SE SENTE / CHE GIÁ SI SENTE
ANIMAL DE ABATE . / ANIMALE D'ABBATTERE .

TODOS , / TUTTI ,
APERTADOS NAS VISCERAS / STRETTI NELLE VISCERE
DUM SONHO ACHAMORRADO , / D'UN SOGNO SCHIACCIATO ,
CAIDOS / CADUTI
DENTRO DUM TARRO / DENTRO AD UN SECCHIO
DE LEITE PIGMENTADO , / DI LATTE PIGMENTATO .
OUVIMOS / UDIAMO
- DISTINTAMENTE - / - DISTINTAMENTE -
O CLAMOR DUM APLAUSO / IL CLAMORE D'UN APPLAUSO
SURGIR / CHE SORGE
DO OUTRO LADO / DALL'ALTRO LATO
DO ALTAR . / DELL'ALTARE .

EM SITIO ESCUSO , / IN LUOGO OCCULTO
ECOA ASSIM , / ECHEGGIA COSÍ ,
FOSFORESCENTE , / FOSFORESCENTE ,
A COIVARA SEDENTA , / IL FALÓ ASSETATO ,
ALISAM-SE / SI LISCIANO
PEDRAS NA CALÇADA , / PIETRE DEL SELCIATO ,
PAISAGENS / PAESEGGI
DO NOSSO MOSAICO / DEL NOSTRO MOSAICO
CALCAM-SE NA BRASA , / SI CALCANO NELLA BRACE ,
QUANDO NO RIO , / QUANDO NEL FIUME ,
FLUTUANTES SINAIS / FLUTTUANTI SEGNALI
DO INVERNO INEVITAVEL , / DELL'INVERNO INEVITABILE ,
ADENSAM-SE / S'ADDENSANO
NUMA ILHA LENTA / IN UNA ISOLA LENTA
E CANA . / E CANUTA .














lunedì 6 maggio 2013

IL CONTRO-TEMPORALE SU GETONIO .










Se , per noi umani , il Temporale é una rischiosa avversitá atmosferica , da cui conviene proteggersi , sul Pianeta di Getonio costituisce una dolce e benefica manifestazione dell'Equilibrio Naturale .
L'energia che si sprigiona in un solo lampo , qui , ci sembra enorme e devastante . Irresistibile .
Tra le dense nuvole , sopra le nostre teste indifese , lo é - indubbiamente .
Ma non dimentichiamoci che , se potessimo incanalarla ed immagazzinarla , si rivelerebbe estremamente utile e produttiva .
Mentre attendiamo che qualche geniazzo elabori il modo per succhiare dal Cielo tutto il potere della sua incazzatura , lasciate che vi racconti cosa avviene altrove .
Prima di tutto - peró - é meglio ubicare Getonio : si trova nella Galassia di Frevesta ed é uno dei 15 pianeti che orbitano intorno a Ghiop .
A poco piú d'un miliardo d'anni-luce dalla Terra .
Non eccessivamente lontano , in termini cosmici .
Lassú ( o " laggiú " - a secondo del punto d'osservazione ) i lampi non scaturiscono da perturbazioni , perché non esiste un'atmosfera sufficientemente densa per provocarle .
Si originano - invece - dal suolo e raggiungono il cielo , slanciandosi verso le altre stelle .
Per intenderci , sono come piccole eruzioni vulcaniche d'energia elettrica , vibrazionale , che la crosta di quell'astro emette , piú o meno saltuariamente , a seconda delle stagioni .
Una volta appurati i benefici che una scarica di quelle produce su chi la riceva in-pieno , i Getoniesi , che sono dotati d'un corpo molto piú etereo e resistente del nostro , ne sono diventati ghiotti consumatori .
È quella la loro principale fonte di nutrimento .
E costituisce anche un'attivitá ludica che sta evolvendosi a livelli estremamente sofisticati .
Non esistendo differenze di sesso o d'etá come da noi , lá tutti , indistintamente , possono dedicarsi alla Caccia-al-Fulmine , con le stesse probabilitá di successo .
Il segreto consiste nel trovarsi al posto giusto nel momento giusto .
Ma , come in una lotteria il cui risultato si determina per caso , é impossibile prevedere dove e quando si sprigionerá un lampo .
Su Getonio - peró - nessuno crede nella Fortuna , entitá astratta ed artificiale invocata dagli incapaci .
Né tantomeno si deambula con atteggiamento immanentistico alla ricerca di segnali che permettano di sospettare future manifestazioni elettriche.
Non ci si avvale di strumenti e statistiche , non si elaborano grafici o atlanti per programmare e semplificare la ricerca .
La topologia della spazialitá é utile soltanto in un pianeta inferiore come la Terra .
Per spiegare come si relazionano all'ambiente i Getonesi non é necessario ricorrere a concetti molto sofisticati .
Lá é tutto semplicissimo .
Si ricorre al proprio istinto .
Cosí appare la via che conduce dove si pensa d'incontrare l'intelligenza superiore che regola i fenomeni cosmici .
Il metodo é infallibile .
Pensando , si provocano vibrazioni magnetiche di tale intensitá che , in confronto , i nostri lampi , sono piccole scintille di fiammifero .
È il caso d'affermare che su Getonio ognuno si fulmina da sé , come e quando vuole !